DAVE GISLER TRIO With JAIMIE BRANCH & DAVID MURRAY | See You Out There

0
390

DAVE GISLER TRIO With JAIMIE BRANCH & DAVID MURRAY
See You Out There
Intakt Records
2022

Guarda ancora oltreoceano la progettualità del Dave Gisler Trio. Questo per dire che il nuovo album in studio “See You Out There” vede a fianco della formazione elvetica (solita line-up con la chitarra elettrica del leader, il contrabbasso di Raffaele Bossard e la batteria di Lionel Friedli) non uno, ma ben due pesi massimi statunitensi: la battagliera trombettista Jaimie Branch (già special guest del precedente “Zurich Concert” di un paio d’anni fa) e il veterano, ma sempre incontenibile, sassofonista David Murray.

 

Che la coppia non faccia da semplice specchio per le allodole lo si capisce sin dall’iniziale ripresa del cavallo di battaglia Rabbits On The Run (qui ribattezzato Bastards On The Run). Uno schiaffo free-rock che lascia il livido e che mostra nella sua ipercinetica e concitata esecuzione una sconvolgente intesa tra i musicisti. In Can You Hear Me? la tromba sinuosa e acutissima di Branch stempera il greve e rumoristico gioco della sei corde di Gisler, mentre il frastagliato fondale percussivo di Friedli si placa nel finale per lasciar spazio ad un frenetico e picchiettante assolo di Bossard.

Dopo la straniante e atmosferica title track (ricca di effetti e diafane serpentine di tromba) il disco procede con il polimofirsmo estetico di Vision (blues ballad moderna che all’improvviso muta passo per tessere un refrain chiassoso e convulso) e le contorsioni ritmico-armoniche della breve Get It Done. Nella successiva Medical Emergency le corrosive tonalità granulari e dissonanti della sei corde di Gisler si mescolano al viscerale pathos blues lanciato in orbita da Murray e Branch mentre in What Goes Up (altro ripescaggio dal vecchio repertorio, come la finale e blueseggiante Better Don’t Fuck With A Drunken Sailor) il quintetto si destreggia in un sostenuto e tellurico jazz-rock di chiara impronta Downtown.

Viceversa, dalle criptiche e cupe architetture ambient di High As A Kite (in cui la tromba irradia affascinanti echi hasselliani) si transita ai caustici tempi dispari e ai contrappunti di Get A Döner, cornice ideale per spiritati botta e risposta tra Branch e Gisler. Spesso il suono sghembo, spurio e ruvido di quest’ultimo (perno, insieme a Bossard, anche dei Pilgrim di Christoph Irniger) incrocia la lezione di fantasisti originali quali Terrie Ex, David Torn (responsabile del missaggio dell’album), Nels Cline, Sonny Sharrock e Robert Quine. Se per costoro avete un debole allora “See You Out There” è proprio il genere di disco che fa per voi.

Voto: 7/10
Genere: Avant Jazz / Free / Impro Rock

Musicisti:

Dave Gisler – guitar
Raffaele Bossard- double bass
Lionel Friedli – drums
Jaimie Branch – trumpet
David Murray – tenor sax

Tracklist:

01. Bastards On The Run
02. Can You Hear Me?
03. See You Out There
04. The Vision
05. Get It Done
06. Medical Emergency e
07. What Goes Up …
08. High As A Kite
09. Get A Döner
10. Better Don’t Fuck With A Drunken Sailor

Links:

Dave Gisler
Intakt Records