MUSICA SULLE BOCCHE, il jazz internazionale tra i graniti e le spiagge di Santa Teresa Gallura, dal 20 al 25 agosto 2008 – programma completo

0
271

Giunge all’ottava edizione il Festival Internazionale di Jazz MUSICA SULLE BOCCHE che si svolge ogni anno in agosto sulle Bocche di Bonifacio a Santa Teresa Gallura, una delle localita’ turistiche piu’ belle della Sardegna.


 



Ideato e diretto dal musicista Enzo Favata, organizzato dall’associazione concertistica Jana Project con il sostegno della Regione Sardegna e del Comune di Santa Teresa Gallura, il festival ha conquistato negli anni un pubblico sempre piu’ numeroso grazie alle scelte artistiche, sempre di altissima qualita’, e la collocazione degli spettacoli nei luoghi piu’ suggestivi dello straordinario paesaggio gallurese.


 



Poco meno di un centinaio gli artisti presenti, provenienti da nove paesi diversi, per un festival diffuso su tutto il territorio e nei luoghi piu’ belli di Santa Teresa Gallura, che quest’anno festeggia il bicentenario della fondazione. Fu infatti il sovrano Vittorio Emanuele I di Savoia a progettarla personalmente come una “piccola Torino” e fondarla il 12 agosto del 1808.


 



Non c’e’ solo musica jazz, nel cartellone che comprende piu’ di venti appuntamenti musicali e diversi eventi speciali. Tra questi, l’incontro con la letteratura e i “Racconti sulle Bocche” affidati quest’anno allo scrittore Carlo Lucarelli.


 


 


 



IL PROGRAMMA


Anche quest’anno si riproporra’ la formula collaudata che ha decretato il successo della manifestazione, con la musica all’alba sulla spiaggia di Rena Bianca, le incursioni bandistiche per le strade e nei litorali, i concerti serali al chiostro del porto e sulla piazza centrale. Accanto al jazz vero e proprio, c’e’ sempre spazio per la musica popolare e quella di estrazione colta, la letteratura e l’arte della fotografia. Musica sulle Bocche e’ una vera festa che avvicina la musica alla gente in modo informale e coinvolgente, senza mai rinunciare alla qualita’ dei progetti.


 



Il cartellone di quest’anno prevede una giornata di anteprima, mercoledi’ 20 agosto, interamente dedicata alla Sardegna con la partecipazione del coro femminile su Veranu di Fonni,  paese tra le alte vette del Gennargentu, che nella Chiesa di Santa Lucia, alle 19.00, eseguira’ canti tradizionali del repertorio religioso. A seguire (ore 21.00, Cinema Arena Odeon), ancora forti suggestioni dell’isola con la proiezione del film Sonetaula, alla presenza del regista nuorese Salvatore Mereu, gia’ autore dell’apprezzatissimo Ballo a tre passi.


 



Giovedi’ 21 agosto, il festival entra nel vivo con l’inaugurazione pomeridiana (ore 18.00, Piazza Vittorio Emanuele) della scatenata Bandakadabra, gruppo di musicisti torinesi gia’ presenti nella scorsa edizione che ritornano a gran richiesta nella formula della marching band. Sara’ possibile assistere alle loro istrioniche performance durante tutte le giornate della manifestazione, la mattina nelle spiagge, nel tardo pomeriggio lungo le strade di Santa Teresa.


Sempre giovedi’ 21 agosto, un duo di prestigio internazionale inaugura, alle 19.00, i concerti nella Chiesa di Santa Lucia, spazio ideale per ascoltare con la dovuta concentrazione il gallese Gwilym Simcock, astro nascente del pianismo europeo, e il russo Yuri Goloubev al contrabbasso.


Si aprono di seguito gli scenari che tradizionalmente ospitano i concerti serali: al Chiostro del porto turistico si potra’ assistere, alle 20.45, al concerto del quartetto guidato da  Max De Aloe, armonicista tra i piu’ apprezzati, che con  “Lirico Incanto” propone la rivisitazione di celebri arie d’opera tra Puccini, Verdi e Leoncavallo. Sulla piazza centrale, alle 22.15, il grande palco ospita un altro quartetto italiano, tra i piu’ longevi nell’attuale panorama jazzistico: gli Enten Eller (Massimo Barbiero, Maurizio Brunod, Giovanni Maier, Alberto Mandarini) festeggiano a Musica sulle Bocche i loro venti anni di attivita’.


Questo concerto, come gli altri che si succederanno sul palco centrale nelle altre giornate del festival, sara’ preceduto (ore 22.00) dai “Racconti sulle Bocche”, inedite affabulazioni composte appositamente per il festival da grandi scrittori, quest’anno affidate a Carlo Lucarelli.


Come ogni anno, le notti di Musica sulle Bocche sono illuminate dalle “Case delle immagini”, gigantesche proiezioni di immagini fotografiche sugli edifici del centro e la Torre di Longonsardo. Le immagini si riferiscono agli scatti realizzati dai fotografi nel corso delle diverse edizioni del Festival.


 



Venerdi’ 22 agosto la musica viaggia sui traghetti tra Sardegna e Corsica. Ogni anno questa particolare e simbolica location viene affidata a giovani promesse del jazz sardo, con l’auspicio che possano presto varcare il limite geografico dell’isola e proporsi sulla scena nazionale. La proposta di questa edizione, che si potra’ ascoltare nel pomeriggio sui traghetti in viaggio tra Santa Teresa e Bonifacio, e’ il quintetto Acousticherie, scelto per la sua originale miscela tra  canzone d’autore, jazz, rock e  sperimentazione. Per assistere a questi concerti occorre acquistare il normale biglietto per la traversata presso la compagnia di navigazione.


Nel tardo pomeriggio, non si potra’ evitare di essere conivolti dai suoni itineranti della Bandakadabra, che guideranno verso un’altra orchestra, la Kombo diretta dal batterista sloveno Zlatko Kaucic, accompagnato da altri giovani connazionali, dieci per l’esattezza, tutti specializzati negli strumenti ritmici e a percussione. Atmosfera piu’ intima e raccolta si potra’ trovare, invece, nella chiesa di Santa Lucia che alle ore 19.00 accoglie il concerto di Paolo Pandolfo, inteprete d’eccezione del repertorio per viola da gamba e figura di rilievo nel panorama della musica antica europea.


Sempre venerdi’ 22, il Chiostro del porto ospitera’, alle 20.45, “El Libro de Arena”, una produzione del festival con l’incontro tra la grande violoncellista tedesca Anja Lechner e un trio tutto italiano composto da Enzo Favata ai sassofoni, Marcello Peghin alla chitarra e U. T. Gandhi alla batteria. Quattro individualita’ artistiche molto forti, che da diversi anni incrociano le loro diverse sensibilita’ e si ritrovano quest’anno in un progetto dedicato alla poetica visionaria dell’argentino Jorge Luis Borges.


La giornata del 22 agosto si chiude quindi sul palco centrale con Carlo Lucarelli e il concerto della band guidata da Marco Zurzolo, sassofonista napoletano, innovativo inteprete della scuola partenopea, che propone una originale quanto appassionante fusione di suoni e linguaggi diversi, dalla musica tradizionale di Napoli e del Mediterraneo al Jazz.


 



sabato 23 agosto, dopo poche ore di pausa la musica si risveglia all’alba, con il primo dei concerti mattutini sulla famosa spiaggia di Rena Bianca, premiata con la Bandiera Blu europea per la limpidezza delle sue acque fin dal 1987. Ad aprire la serie degli ormai famosi concerti all’alba di Musica sulle Bocche sara’ il pianista friulano Claudio Cojaniz, con il suo mondo musicale intorno al blues e a Thelonious Monk.


Piu’ tardi sulla stessa spiaggia si potranno incontrare i musicisti della Bandakadabra, incaricati di scuotere dal torpore anche i vacanzieri piu’ distratti con danze spericolate sul bagnasciuga. Nel pomeriggio di scena ancora i percussionisti sloveni della Kombo orchestra di Zlatko Kaucic. Alle 19.45 e’ previsto un incontro dedicato alla letteratura con la presenza di Carlo Lucarelli e altri ospiti che ragioneranno sulla “nuova epica”, a partire dal romanzo di grande successo dell’autore bolognese, L’ottava vibrazione.


I concerti serali per la giornata di sabato 23 propongono, al Chiostro del porto, sempre alle 20.45, ancora un grande del pianismo contemporaneo, Patrizio Fariselli, gia’ componente degli Area e oggi impegnato in un proprio originale percorso artistico. Mentre il palco centrale sara’ occupato dal nuovo quartetto di Riccardo Lay, contrabbassista di orgine sarda, da molti anni affermato sulla scena italiana, che puo’ essere considerato tra i capiscuola dell’etnojazz. Ad accompagnarlo nel progetto Oltremodo, Pasquale Innarella al sax soprano e tenore, Antonio Iasevoli alle chitarre, Armando Sciommeri alla batteria.


 



Domenica 24 agosto si rincomincia all’alba in spiaggia con la performance in solo del chitarrista argentino Quique Sinesi, considerato nel suo paese uno dei piu’ importanti interpreti tra tango e folclore, noto anche per le sue collaborazioni con jazzisti come Dino Saluzzi e Charlie Mariano. La giornata prosegue con i suoni itineranti della Bandakadabra, del quintetto Acousticherie sui traghetti e dell’orchestra percussiva Kombo.


Il flusso sonoro di Musica sulle Bocche si sposta poi in uno scenario nuovo per il festival che viene inaugurato in questa edizione, il concerto al tramonto (ore 19.30) nella straordinaria cornice di Capo Testa, uno dei luoghi piu’ suggestivi e celebri del paesaggio gallurese. A tenere a battesimo questa nuova idea sara’ il progetto “Tre Gosse de Luna” di Oscar Del Barba, pianista e fisarmonicista, come compositore da sempre molto legato alle tradizioni della terra natale bresciana, a cui si affiancano Simone Guiducci alla chitarra, Aya Shimura al violoncello e Achille Succi ai clarinetti e sax alto.


Segue il concerto del Chiostro del porto che ospita il trombettista tedesco Markus Stockhausen, attivo sulla scena musicale europea tra jazz e musica d’avanguardia. A Santa Teresa si presenta in duo accompagnato dall’ungherese Ferenc Sne’tberger, virtuoso della chitarra acustica che con rara maestria unisce l’improvvisazione jazz ad una perfetta tecnica classica.


Sul palco centrale, dopo i racconti di Carlo Lucarelli, salira’ la formazione guidata dal sassofonista e compositore Daniele Sepe, ancora un omaggio del festival, dopo Marco Zurzolo, a quell’eccezionale crogiolo di buona musica, di arte e di cultura che e’ Napoli. Daniele Sepe si presenta in sestetto con la formazione del disco Nia Maro dove figura la splendida voce di Auli Kokko, cantante svedese a suo agio con qualsiasi lingua, perfetta interprete di una musica senza frontiere.


 



Lunedi’ 25 agosto , l’attesissimo gran finale, come sempre all’alba sulla spiaggia di Rena Bianca, che guarda verso la scogliera di Bonifacio, ospitera’ il concerto in solo del pianista cubano Omar Sosa, attualmente una delle figure di spicco della nuova musica del mondo, con il suo personalissimo mix di jazz, musica cubana e world music con forti radici africane.


 



Gli spettacoli del Festival sono presentati dall’attore Daniele Lucca. Il fotografo ufficiale e’ Luca D’Agostino della Phocus Agency.


 



Ingresso agli spettacoli musicali:  Euro 1 . Proiezione film Sonetaula: Euro 7


 


 


 



Informazioni e aggiornamenti continui su:


www.musicasullebocche.it


 



Jana Project: tel.fax 079 952118


Informazioni turistiche presso Comune Santa Teresa Gallura – ufficio Turismo  


Tel.0789 754127 ;   Fax 0789 754185


 


Numero verde Contact Center BES – Best Events Sardinia: 800 88 11 88