Musica antica al Teatro Sancarluccio di Napoli – tutta la programmazione

0
399

Riprendono le attivita’ musicali di Area Arte con la sezione Autunno Barocco 2008 del dispositivo musicale CONVIVIO ARMONICO.

Convivio Armonico promossa dall’Associazione Area Arte e dal Teatro Sancarluccio di Napoli con il patrocinio della Regione Campania – Assessorato al Turismo e Spettacolo a cura del Centro di Ricerca sul ‘700 Napoletano, nasce dal desiderio di ricreare, complice una dimensione raccolta, quell’ esprit de conversation che caratterizzava la produzione e la fruizione della musica in certi salotti del passato. Questo intento si unisce  alla ricercatezza delle proposte, che vogliono presentare non un semplice  florilegio di musiche, ma percorsi che muovendosi intorno ad alcuni nuclei tematici, facciano convergere godibilita’ d’ascolto e ricerca musicologica, verve comunicativa e rigore storico-filologico non tralasciando di percorrere nuovi sentieri musicali.
Da questa edizione 2008, che si sviluppa lungo tutto il corso dell’anno, ha perso il carattere di rassegna circoscritta ed ha assunto quello di dispositivo culturale aperto con una serie di eventi di volta in volta annunciati, la maggior parte dei quali incentrati su quelle che sono le linee principali d’ispirazione della rassegna, il repertorio antico e barocco.



AUTUNNO BAROCCO  2008

L’Autunno Barocco 2008  e’ la sezione di Convivio Armonico che propone una programmazione incentrata esclusivamente sul repertorio dei secoli XVII e XVIII, presentate attraverso una varieta’ di sezioni; un preciso format che da tempo caratterizza l’attivita’ di AREA ARTE , tracciando percorsi originali ed esclusivi .

FESTA BAROCCA – week end con la musica antica –  Suoni, visioni eamp; degustazionil
La sezione inaugura l’Autunno Barocco  2008.
Venerdi’ 26 settembre, ore 21.00  l’ ensemble con strumenti d’epoca “Le Musiche da Camera” lascia il suo repertorio di riferimento, il settecento napoletano, per presentare un programma interamente vivaldiano un TUTTOVIVALDI. Cantate e Concerti del Prete Rosso si alterneranno affidati a vari solisti. Dalle cantate per soprano e archi, Vengo a voi luci adorate (RV 682) e Lungi dal vago volto (RV 680)  solista il soprano Filomena Diodati, al concerto per traversiere ed archi op.X n.4  RV 435 solista Renata Cataldi, dall’emozionante cantata Cessate, ormai cessate (RV 684) per contralto ed archi, solista il mezzosoprano Rosa Montano al concerto per Viola d’Amore ed archi, solista Raffaele Tiseo.
Sabato 27 settembre la sezione CINEMABAROQUE, a cura di Massimo Ali’ Mohammad, vede la proposta di un cineforum particolare: due film dedicati alla musica antica ed in lingua originale  proiettati a partire dalle 18,00.  LE ROI DANSE, di Ge’rard Corbiau ,una produzione franco/belga del 2000 passata abbastanza inosservata in Italia ed a seguire l’amatissimo TOUS LES MATINS DU MONDE, di Alain Corneau (Francia, 1991), che ha  fatto scoprire al grande pubblico la viola da gamba ed il suo repertorio, interpretato magistralmente dal M  Jordi Savall. Nell’intervallo tra i due film verranno proiettati nel foyer video musicali tratti da concerti ed opere barocche.
Domenica 28 settembre l’appuntamento e’ mattutino con l’APERITIVO BAROCCO. Alle ore 11,30 di nuovo l’ensemble “Le Musiche da Camera” che in formazione da camera proporra’  DIVERTIMENTO BAROCCO – di fiato e di corde, un programma estremamente gradevole con musiche di Cecere, Angrisani, Vivaldi. Lo stile galante e salottiero delle composizioni ci accompagna alla degustazione di un aperitivo tutto napoletano. Infatti oltre alla musica ed all’arte visiva, la FESTA BAROCCA si completa per ogni appuntamento del week end con assaggi di prodotti tipici legati alla regione  che caratterizza la proposta artistica, dal prosecco al falerno, dai prodotti veneti a quelli napoletani.
Un avvenimento particolare e da non perdere.



GLI ANNIVERSARI  – “Carmine Giordano un Sannita a Napoli”
– Sannitinapoletani
– Voci e suoni per il tempo di Natale
Nel 2007 Area Arte e’ stata tra le prime associazioni a Napoli a festeggiare l’anniversario Scarlattiano con un’ inedito percorso monografico “Domenico Scarlatti – Europeo Napoletano”, prima edizione di in un progetto denominato “Gli Anniversari della Musica”, che ha lo scopo di focalizzare ogni anno l’attenzione su un compositore di scuola napoletana, anche e soprattutto non noto, del quale nell’anno si festeggia un anniversari. Per il 2008, seconda edizione del progetto, la scelta e’ caduta sul compositore di origini sannite Carmine Giordano del quale ricorrono  i 250 anni dalla morte.Giordano e’ ricordato in ambito musicale napoletano quasi esclusivamente  per la cosiddetta “Pastorale di S.Domenico”, una composizione sacra in forma di mottetto dal carattere pastorale per soli, coro ed orchestra,  scritta per essere eseguita nella Basilica di S. Domenico Maggiore durante il periodo natalizio, della quale e’ molto eseguita odiernamente solo l’aria pastorale “Dormi Benigne Jesu”.Ma l’opera di Carmine Giordano, nato a Cerreto Sannita verso il 1685 e morto a Napoli nel 1758, con studi compiuti presso il Conservatorio della Pieta’ dei Turchini con Gaetano Ursino e Nicola Fago e con una attivita’ come organista della Cappella Reale napoletana, merita una riscoperta per la sua varieta’ e per la qualita’.Il progetto prevede oltre ad una ricerca piu’ accurata sulla sua vita, l’acquisizione, lo studio, ‘esecuzione e la registrazione di opere della sua produzione mai eseguita in tempi moderni!
Martedi’  28 ottobre alle ore 21,00, l’ ensemble “Le Musiche da Camera” presentera’ quindi il primo concerto dedicato a Giordano.  In “Sanniti Napoletani”  saranno eseguite alcune sue opere in prima esecuzione ( la cantata per soprano, violino ed continuo “Se dell’armi il decoro”, solista il soprano Filomena Diodati ed alcuni estratti dagli intermezzi Rosetta e Malorco  da lui composti per l’opera “La vittoria d’amor coniugale”, con il mezzosoprano Rosa Montano ed il baritono Giusto D’Auria, che verranno proposte interamente a maggio 2009 nell’ambito del progetto “L’Intermezzo Ritrovato”). A completare il programma una serenata per soprano ed archi,  “Un modesto amatore”, del compaesano di Giordano, Tommaso Carapella.  

Il secondo concerto dedicato a Carmine Giordano si terra’ in chiesa in dicembre. Voci e suoni per il tempo di Natale presenta la sua produzione sacra  legata alla festa del Natale e non. Abbiamo infatti recuperato uno splendido mottetto a due voci, soprano e contralto, con accompagnamento di violini dedicato al Natale “Sperno Gregem Quero Natum”. Ad accompagnarlo ci sara’ un suo pregevole Pange Lingua a due voci ed archi, oltre a pastorali strumentali ed arie di Nicola Sabatino e Alessandro Scarlatti, il tutto sempre per l’esecuzione dell’ ensemble “Le Musiche da Camera” e del soprano Filomena Diodati e del mezzosoprano Rosa Montano.



MUSICANTICA IN ITALIA
La sezione prevede l’ospitalita’ di solisti ed ensemble italiani  specializzati
martedi’ 2 Dicembre alle ore 21,00 l’ Apulia Baroque Ensemble presenta LA MERAVIGLIA DEL SEICENTO ITALIANO, un viaggio nella musica violinistica  di Dario Castello, Don Marco Uccellini, Maurizio Cazzati, Arcangelo Corelli ed Andrea  Falconiero. L’Apulia ensemble e’ formato da specialisti di origini pugliesi attivi in varie formazioni di musica barocca .



CONVIVIO ARMONICO 2009  1 PARTE

FAVOLE IN MUSICA SOTTO L’ALBERO
sabato 10 e domenica 11 gennaio la Compagnia OperaBonBon presenta due opere tratte dal trittico fiabesco del compositore napoletano Livio De Luca , “Il lupo racconta Cappuccetto Rosso” e  “Cenerentola non perse la scarpetta”, questa gia’ prodotta da Area Arte nella stagione 2002.
Le due kammeroper sono dedicate alla letteratura favolistica per svelarne, attraverso la tecnica del capovolgimento delle prospettive, il fondo didascalico, mettendolo in discussione. La forma adottata e’ quella dell’opera da camera, in questo caso opera-oratorio, per due cantanti (mezzosoprano e baritono) e attore-narratore che gestisce la platea e coinvolge il pubblico in un gioco interattivo; l’organico strumentale e’ dato dal pianoforte e dalle percussioni.



NAPOLI NEL GRAND TOUR
Da venerdi’ 27 febbraio a domenica 1 marzo l’ Ensemble Le Musiche da Camera ripropone “Un The alla Napoletana: Pomeriggio in casa Hamilton”, il concerto-spettacolo che ha riscosso molti consensi nella passata stagione.  Con il mezzosoprano Rosa Montano, il baritono Giusto D’Auria, la drammaturgia di Egidio Mastrominico e i video di Massimo Ali’ Mohammad
Incrociando due piani narrativi, quello di Charles Burney e del suo “Viaggio musicale in Italia” e quello di Enzo Striano e del suo romanzo “Il resto di niente”, il pubblico verra’ riportato indietro nel tempo, in uno scorcio cruciale del secondo Settecento napoletano. La cronaca del musicologo Burney, che racconta la Napoli ancora  grande capitale europea della musica e dell’arte, e la drammatica vicenda di Eleonora Pimentel Fonseca, filtrata attraverso la prosa suggestiva di Striano, sono chiamate in causa per costruire un filo lungo il quale si alternano immagini e suoni di quel tempo. Il dialogo fra le due voci recitanti, messe in gioco in un contrasto significativo, si snoda sullo sfondo di documenti visivi e riferimenti artistici, e  viene ad intrecciarsi ad un co-testo musicale che disegna una trama di arie buffe e di brani strumentali, concepiti per i piu’ diversi organici. Brani in gran parte inediti o di rarissima esecuzione.



SPLENDORI DELL’OTTOCENTO
martedi’ 7 aprile alle 21,00 “Il cielo ha versato una lacrima” – Clara e Robert, storia di un amore.
con Giusto D’Auria – baritono – voce recitante, Rosa Montano – mezzosoprano – voce recitante e Ilaria Ganeri – pianoforte – voce recitante.
Nel  concerto-spettacolo, composto da parti recitate e parti cantate, viene raccontata la tormentata vicenda del rapporto tra Clara Wieck e Robert Schumann. Ispirato dall’omonimo volume a cura del “Teatro Comunale di Monfalcone”,  in cui sono raccolte le lettere che i due protagonisti si sono scritte dal 1832 al 1840 e che ha suggerito la narrazione fino all’epilogo tragico della morte di Robert, il titolo dello spettacolo e’ il primo verso di una poesia del poeta tedesco Ruckert, musicata da Robert Schumann come opera 37. Attraverso brevi flash tratti dalla lettura delle lettere e l’esecuzione di  Lieder di richiamo, scelti fra i piu’ rappresentativi, verra’ raccontata la loro tormentata storia d’amore.



L’INTERMEZZO RITROVATO
sabato 23 e domenica 24 maggio ritorna il progetto L’Intermezzo Ritrovato.
Andranno  in scena  curati dall’ensemble “Le Musiche da Camera”  intermezzi Rosetta e Malorco composti da Carmine Giordano  per l’opera “La vittoria d’amor coniugale”, con il mezzosoprano Rosa Montano ed il baritono Giusto D’Auria,



      
 
PATROCINI   
Regione Campania Assessorato allo Spettacolo
Provincia di Napoli

INFO e CONTATTI
Area Arte Associazione – Ensemble “Le Musiche da Camera”
Tel. 0815404757 – 3472430342
Teatro Sancarluccio Tel./ Fax 081405000 – Fax 081426161    
areaarte@lemusichedacamera.it

CONSULTA IL PROGRAMMA ONLINE
www.lemusichedacamera.it
www. sancarluccio@teatrosancarluccio.com