JAZZ VOYAGER PROJECT | Bossanova a Marechiaro

0
187

JAZZ VOYAGER PROJECT
Bossanova A Marechiaro
Cultural Bridge Indie Label - musica e libri
2023

Il nuovo singolo dei Jazz Voyager Project è una bossanova allegra e solare che unisce gli aspetti culturali carioca a quelli partenopei senza nascondere un pizzico di “saudade”…

 

Non c’è nessuna contraddizione – contrariamente a quanto potrebbe apparire – tra i concetti di “bossanova”, in quanto musica latina, e “Marechiaro”, cioè napoletanità; al contrario, c’è una profonda affinità e molto altro nel nuovo singolo dei Jazz Voyager Project.

C’è l’omaggio d’amore – quasi una serenata rivolta a un’innamorata – a Marechiaro, quell’incantevole luogo, unico al mondo, che ha risvegliato nell’autore Bruno Pantalone, napoletano e bassista del gruppo, assieme ai ricordi onirici dei suoi tuffi giovanili nelle acque del golfo partenopeo e dei pensieri che lo attraversavano, in anni lontani, anche solo guardando quel mare.

E c’è poi l’aspetto musicalità di questo nuovo singolo, in pieno stile JVP, tra il jazz, il funky, la fusion e la latin music cha fanno parte abitualmente del loro stile, ecco questa solare bossanova, elegante e raffinata, che unisce la vitalità e l’ottimismo della cultura carioca con la vitalità e l’ottimismo, (nonostante tutto!) di quella partenopea. Che è poi quello che tutti ci aspettiamo dall’arte e dalla musica, ovvero il sostegno per non essere sopraffatti dai problemi e l’incentivo ad affrontare con ottimismo il futuro.

La formazione JVP, che ispira la propria produzione artistica ad autori come Pat Metheny, George Duke, Herbie Hancock, Roy Hargrove, Jeff Lorber, Wayne Shorter e tanti altri, è composta da Danilo Gambardella al pianoforte e tastiere, Bruno Pantalone al basso elettrico, e Alessandro Picucci alla batteria.

Dato il forte sbilanciamento di questo tipo di formazione a favore di una struttura ritmica molto solida e marcata, retta da Pantalone e Picucci, la maggior parte dagli aspetti melodici e armonici restano a carico dell’ottimo Gambardella che affronta, come sempre, con grande disinvoltura e maestria la sua parte di responsabilità.

Dopo il loro album “Travelin’ ” , inciso nel 2019, interamente formato da brani originali, hanno preso parte a diverse collaborazioni sperimentali con altri artisti, in particolare con il cantautore Roberto de Roberto con i brani Accelerare e Asino e Carota.

Nel 2023 è stato pubblicato il singolo Antifunky, composto da Danilo Gambardella, ed è iniziata un’intensa collaborazione con la Cultural Bridge Indie Label musica e libri di Bob Salmieri, che ha consentito loro di iniziare la collaborazione con altri artisti internazionali.

Nasce infatti nello stesso anno un altro singolo, stavolta del famosissimo brano di Horace Silver Song For My Father, cantato dall’artista americana Mary Ann Palermo, a cui hanno partecipato, oltre ai JVP, Bob Salmieri al sax tenore, Gianluca Urbano (tromba), Alfredo Posillipo (trombone e arrangiamento fiati) con un bellissimo arrangiamento firmato da Danilo Gambardella.

Tornando alla nostra Bossanova A Marechiaro, l’autore Bruno Pantalone racconta così questa sua ultima composizione: «Questo mio nuovo brano intende rappresentare in musica tutta l’emozione di una indimenticabile giornata d’estate, rievocare l’attesa del tuffo imminente nelle acque limpide di Posillipo, riprovare, con un pizzico di ”saudade”, il desiderio di cogliere l’azzurro del mare dal finestrino di un bus degli anni ’80… Oppure solo stare semplicemente sdraiati sugli scogli al ritmo pigro di una bossanova… emozioni semplici e genuine, in definitiva, troppe volte date per scontate”.

Nel frattempo i Jazz Voyager Project continuano a ricercare ed a sperimentare nuove forme di espressione per i prossimi brani e intraprenderanno nuove collaborazioni con diversi solisti di chiara fama.

 

Genere: Fusion, Latin Jazz

Musicisti:

Danilo Gambardella, piano, keyboards
Bruno Pantalone, electric bass
Alessandro Picucci, drums

Tracklist:

01. Bossanova a Marechiaro

Links:

Cultural Bridge Indie Label – musica e libri
The Jazz Voyager Project