VALERIO MANNI | Il momento giusto

0
252

Valerio Manni
Il momento giusto

2010

Batte il piede… batte… e sembra non stancarsi… a volte e’ tutto il corpo che viene avanti, segue il ritmo, sale e discende, ritmo ad incidere, parole ad incastro, melodie perse tra un’America di vip e una terra esotica che non ha voglia di sembrare normale… e’ festa, oggi e’ proprio aria di festa… quindi balliamo che ci sara’ tempo di tornare al paesino… forse domani… per poi sembrare “normali”!!!
Balla Valerio Manni, balla e fa ballare… ma non e’ un disco dance di una notte in periferia, ne’ un disco di “AUS” moderna con la cassa in quarti ben sincronizzata, sempre uguale e perfetta, di quella che scandisce le mani alzate e le cubiste della notte… no, niente di tutto questo!!!

Balla Valerio Manni, che sa benissimo quanto deve viaggiare lontano dal suo paesino dove non ha importanza per gli altri cosa tu faccia per pagare le bollette… e l’arte, dice Valerio, e’ l’unica che non va mai messa da parte!!!
È “FANCHI” questo disco, e’ “FANCHI” il mondo che lo circonda, e’ “FANCHI” la vita di Valerio Manni… diverte che sa scivolare, morbido a tratti come la traccia dal titolo “E’ cosi’ che va”, ma senza interrompere il battito del piede che porta il tempo di un groove tutto americano o almeno e’ cosi’ che vuol sembrare, come il vestito di un italiano in vacanza!!!

E a sbirciare poi i video in questa santa rete di tutti, ritrovo quell’aria di cui racconto, ritrovo i vip e le bellissime da sogno, ma scopro anche un Valerio Manni semplice della citta’ di provincia, quasi in antitesi con uno sfarzo Hollywoodiano dove si gira con un levriero e limousine da salotti e champagne…domani smetto, dice Valerio, da domani si comincia a vivere davvero!!!
I musici poi: in questo disco educati, nei loro compiti educati, senza esagerare, senza trasgredire, in pieno stile “FANCHI” , dove ritrovi quel che ti aspetti – che ormai e’ davvero cosa rara – e le chitarre incastrate con tastiere e “tappeti” digitali a tratti impregnati di quella aroma anni ’80 che spesso ci piace ritrovare… e il piede non smette di battere il tempo… eterni nostalgici, che va di moda dire che un tempo i dischi erano migliori!!!

Ho provato a riascoltarlo piu’ volte, a volte l’ho lasciato di sottofondo, altre volte ho spento io il sottofondo e ho preso la penna in mano per sottolinearne passaggi e sfumature… semplici i testi? Affatto… o forse ci conviene dire che il cantautore Manni sia semplice con poco da dire.
Penso, invece, che dietro un circo di cose “semplici” ci siano significati armati di tutto punto e pieni di energia pronti a ficcarsi ben dentro le costole di una coscienza ancora da scrivere… perche’ le cose semplici sono leggere di parole e di arzigogoli teatrali, leggere per colpire, snelle per scappare a rapina compiuta!!! Pane al Pane e Vino al Vino c’era scritto un tempo…
Forse scivola troppo questo disco, forse e’ difficile farsi catturare completamente… abbasso lo sguardo al pavimento, guardo sotto il tavolo e cerco ancora tracce… resta incalzante l’inciso di “Sto Meglio”, de “Voglio andare a Bali” e di “Tanto e lo stesso”… resta il piede che batte che ormai ci ha preso gusto… resta il sapore di quell’America dei vip e delle belle da sogno… resta questo e la sgradevole sensazione che altro non ci sia quando invece basterebbe premere play di nuovo, spegnere il sottofondo e senza troppo sforzo per andare oltre le righe che sembrano semplici… che a volte il semplice e’ arte da vendere…

Ma che resti tutto questo alla fine dei conti, e’ un bene per un disco???
Non so dirlo io… so solo che per apprezzarlo davvero ci vuole il “Momento Giusto”!!!

Musicisti:
Valerio Manni – chitarra, voce eamp; cori
John Sanfelici – programmazioni
Luca Romeo – basso
Elvin Betti – batteria
Daniel Bestonzo – pianoforte e tastiere
Luca Biggio – sax tenore
Luca Begonia – trombone e tromba
Pino Romeo – sax baritono
Patricio Canova – percussioni

Capone – percussioni (barattoli di marmellata) in “Voglio Andare a Bali”
Johnson Righeira – voce in “Tanto è lo Stesso”
Bobby Soul – voce in “Sempre nei Guai”
Nadya – voce in “Io ti darò”
Amik Guerra – tromba in “Vedrai, vedrai”
Giovanni Grimaldi – voce in “Se fossi stato”
Enrico de Lotto – contrabbasso in “Mi Sto Comprando Tutto”
Federica Macrì – cori in “E’ così che va” e in “Strana Passione”

Link:
Valerio Manni: www.valeriomanni.it – www.myspace.com/valeriomanni