I Temporali pubblicano il loro primo EP omonimo

0
68

TRE STAGIONI. LA VITA SOGNATA, LA VITA VERA è il debut EP de I Temporali, nuovo progetto alt-folk di Filippo Ghiglione. Un ritorno alle radici dopo anni passati con il moniker f o l l o w t h e r i v e r e un grande cambiamento per il cantautore ligure, con testi per la prima volta in italiano, senza dimenticare le atmosfere musicali già precedentemente esplorate.

Questo EP parla di una stanza, un piccolo posto da arredare con cura e da fare proprio per tre stagioni, sette mesi e duecento giorni. Sei piccoli passi, sei canzoni da tenere strette da qualche parte dentro al cuore, per coltivare il dolore scaturito da una separazione. Il lutto, la perdita, il disorientamento. E poi, dentro questa stanza, imparare a fare di questo dolore qualcosa di proprio, farne una parte di sé. E finalmente uscire fuori.

L’EP si compone di sei piccole canzoni seminate così, come piccoli pezzi di un puzzle, e spogliate di tutto, fatte solamente di una chitarra, qualche sovraincisione vocale e una voce, vera protagonista con la sua emotività, insieme alle parole che la accompagnano.
Ritrovare la propria voce, ritrovare sé stessi e capire che casa nostra, e quella piccola stanza, in fondo siamo noi, dovunque andiamo e dovunque andremo.

“Sta arrivando un temporale. Una grande massa d’aria che si sposta e ne incontra un’altra. Proprio come noi esseri umani, buffi e complicati: masse d’aria che si muovono e si spostano per riempire spazi vuoti, masse che si scontrano, si caricano di elettricità e poi fanno la pioggia. Poli positivi, poli negativi. Siamo tutti temporali.” (I Temporali)

TRACKLIST & CREDITS
1. La vita sognata
2. Piantagioni
3. Non avere paura di te
4. Un piccolo posto
5. Turisti
6. La vita vera

Testi & musica: Filippo Ghiglione
Registrato, mixato e masterizzato da Gabriele Pallanca presso Genova Records (Genova)
Illustrazioni: Matteo Anselmo
Cover & artwork: Margherita Ghiglione

I Temporali è un progetto di Filippo Ghiglione.

BIO
I Temporali è il nuovo progetto di Filippo Ghiglione.
Un nuovo progetto, un nuovo sentiero, un tornare a casa. Ritornare alla lingua madre dopo quasi dieci anni di cantato in inglese ma mantenendo le stesse radici.
Musica per gocce che zampillano dalle nuvole, da ascoltare con la pioggia in sottofondo. Le atmosfere acustiche alt-folk che incontrano una voce davvero messa a nudo di fronte alla potenza dei ricordi, della malinconia, del lasciarsi andare.
Per diversi anni Filippo ha gettato le basi viaggiando su un’astronave chiamata f o l l o w t h e r i v e r, canzoni incastrate da qualche parte tra l’alt-folk dei Bon Iver e i beats elettronici di James Blake.
Con questa astronave sono stati esplorati pianeti con ecosistemi diversi, e pubblicati diversi EP (l’ultimo del novembre 2021 è Whatever The Future Holds I’ll See You There). Filippo ha avuto la possibilità di suonare sui palchi di tutta Italia e di festival come il  Goa Boa (prima di Max Gazzè e Joan Thiele), il Tanta Robba Festival (prima di Motta e Ainè) e il Balena Festival (prima de La Rappresentante di Lista e di Edda), e di aprire i concerti di artisti come Zibba, Perturbazione, Comaneci, Plàsi, Sugar Sugar e Smoota dei TV On The Radio.
L’astronave ha portato Filippo ha suonare in live sessions davvero ovunque: grotte, studi di registrazione, serre, boschi, un container e anche in gondola per IndieMood Sessions, e ad arrivare in finale al festival Musica Da Bere nel 2021, oltre che a scrivere la colonna sonora del documentario Alta Via. Storia di cielo, terra e mare.
Ma adesso è arrivato il momento di tornare a casa, con la pubblicazione del primo EP de I Temporali, Tre stagioni. La vita sognata, la vita vera, disponibile dappertutto dal 10 novembre. Sei canzoni che hanno messo radici nel cuore tra la primavera e l’autunno del 2021 e che poi sono diventate alberi rigogliosi.

Instagram: www.instagram.com/itemporali
Spotify: open.spotify.com/artist/37eoaLOVOBCs66yAp0Zf1x
YouTube: www.youtube.com/@ITemporali