I Dejawood ci hanno raccontato il loro album “Alti momenti di crisi”

0
160

Esce venerdì 6 maggio 2022 “Alti momenti di crisi“, l’album di debutto dei Dejawood, fuori su tutte le piattaforme digitali per Pioggia Rossa Dischi. Finalmente il capitolo definitivo per la band di stanza a Roma che segue i singoli “Trenchtown“, “Uroboro” e il più recente “Simbolo“. Un disco che contiene i primi due anni del progetto musicale, nato nel più complicato dei periodi, e qui rappresentato dalla focus track “Intrisi”, il primo brano, che racchiude in sè tutte le sonorità dell’album: analogiche ed elettroniche, il sound desertico e quello urban, un racconto di una notte all’eccesso, tra luci ed ombre, in cui i momenti di lucidità si mescolano a percezioni incerte.

Li abbiamo incontrati perchè volevamo saperne qualcosa in più!

  1. Quali sono stati i vostri alti momenti di crisi da quando avete iniziato?

Sai, ognuno vive dei momenti di crisi che possono provenire dalle più disparate situazioni ed esperienze. Un momento preciso possiamo individuarlo nella sofferenza che si prova quando si perde una persona che si amava. Ecco il motore di vita viene sempre da un momento di perdita.

  1. Come avete capito che era arrivato il momento di pubblicare il vostro album di debutto? L’uscita di un disco ha lo stesso significato di un tempo? Cos’è cambiato nel frattempo?

Abbiamo capito che era il momento giusto quando abbiamo raggiunto il livello di soddisfazione della nostra musica, quando ci piaceva insomma. A quel punto abbiamo deciso di uscire (per ora in forma digitale) e di far sentire quello che ci è piaciuto creare. Crediamo che quando si avverte questa voglia, vale la pena mettere a disposizione la propria arte, che si un Singolo o un Album.

  1. E com’è cambiato il vostro approccio alla musica, ora che siete dentro il sistema? 

Il sistema lo modifichiamo noi stessi dal momento in cui ci siamo dentro. Quindi finchè teniamo noi delle regole e delle priorità rispetto all’approccio alla musica, non verremo cambiati totalmente.

  1. Siete già riusciti a portare in tour “Alti Momenti Di Crisi”? Com’è andata? E che periodo si sta vivendo oggi con i live? 

Oggi i live sono tornati ad essere quelli che erano un tempo…un tempo lontano…2 anni fa! Ci sembra passata una vita! Abbiamo portato Alti Momenti di Crisi in dj set ma mai dal vivo con la band. Lo faremo questa estate!

  1. Com’è la situazione a Roma? Dove ci portate a bere?

Vi portiamo da Tuba al Pigneto, si sta freschi e si beve bene!