GIIN è stata tra gli ospiti dello Spring Attitude di Roma, con il suo nuovo singolo

0
110

GIIN, dal roster dell’etichetta Giungla Dischi, quest’anno è tra gli ospiti della line-up del festival Spring Attitude di Roma (che si svolgerà il weekend del 23 e 24 settembre presso gli Studi di Cinecittà). Insieme alla giovanissima singer-songwriter saranno presenti dal vivo nomi del calibro di Moderat, Verdena, Lucio Corsi e Meg.

Biglietti e abbonamenti full pass su DICE: https://link.dice.fm/SA_media

Un ultimo scorcio d’estate per vivere le migliori sonorità della musica elettronica e della scena contemporanea, pop e indie, prima dell’arrivo dell’autunno. Torna Spring Attitude, il festival internazionale di musica e cultura contemporanea giunto alla sua dodicesima edizione che si svolgerà il 23 e 24 settembre a Roma negli Studi di Cinecittà. Una location fortemente simbolica e suggestiva che già l’anno scorso ha incantato oltre 15.000 persone e che quest’anno accoglierà il pubblico in un’area attrezzata ancora più grande di oltre 10 mila mq, per garantire un’esperienza ancora più totalizzante. Un appuntamento – da oltre dieci anni – ormai imperdibile e sempre più consolidato, per una manifestazione capace di intercettare le tendenze del momento e allo stesso tempo di scoprirne di nuove, da sempre attenta alle contaminazioni tra generi e stili. Non è un caso quindi che il nome dell’edizione 2023 sia Naturae, plurale latino che rappresenta e identifica le diverse anime del festival, sia musicali che artistiche. Spring Attitude come luogo del possibile quindi, e casa di una pluralità di voci, di persone, suoni e atmosfere che da sempre abitano il festival e che in esso coesistono felicemente.
Info:
Apertura porte ore 15:30, inizio concerti ore 16
Studi di Cinecittà, ingresso Via Tuscolana 1055

GIIN, alterego di Ginevra De Tommasi, è una cantautrice classe 2003. Fin da piccola si ispira ai miti del rock degli anni 90 e attualmente sta registrando il suo primo EP in italiano utilizzando la stessa formula per la trap, con la produzione di Alessandro Donadei, Valerio Bulla e Fabio Grande. GIIN presenterà in acustico il suo ultimo singolo “Everytime I feel you cry” (l’unico brano in inglese del suo EP in uscita, il brano è stato pubblicato su Soundcloud ad agosto per Giungla Dischi) e le sue nuove produzioni domenica 24 settembre allo Spring Attitude Festival di Roma: appuntamento alle 16.00 al Molinari Stage.
Everytime i feel you cry parla di due persone apparentemente opposte, unite da un inspiegabile connessione che le lega e da un continuo e inevitabile ciclo di tira e molla e distruzione reciproca. Ciò che le accomuna è ciò che le divide, la loro incapacità di aprirsi e comunicare fallisce su quel piano superficiale che permetterebbe loro di trovarsi,  mentre continuano a farsi del male a turno finiscono per capirsi e vedersi solo ad un livello più profondo. Sono due anime affini, due mani che si sfiorano ma non si toccano, occhi che si cercano ma non si guardano, dita accusatorie che, invece di essere puntate verso se stessi, vengono dirette all’altro. Loro che sono uno lo specchio dell’altro. Tutto ciò che rimarrà saranno soltanto pezzi incastonati nel proprio riflesso.
SCOPRI IL BRANO: 
https://on.soundcloud.com/zk67c

Registrata presso i Jedi Sound studio di Roma
Prodotta ed arrangiata da Alessandreo Donadei
Mix Jesse Germanò
Mastering di filippo VDSS Studio

hanno suonato:
Alessandro Donadei
GIIN
Edoardo Roia

Foto di Matteo Consolazione
Trucco di Martina Di Cori

AO/CO Ginevra De Tommasi

BIO:

GIIN nasce dall’intersezione tra i miti dell’alternative rock anni 90 e il dream pop più recente. esprime un insaziabile voglia di cambiamento e novità, una continua ricerca di chi sogna mondi diversi attraverso ambiguità, caos, dubbio e nostalgia che non vengono trattati come ostacoli o elementi negativi ma esaltati come protagonisti del viaggio. sapersi perdere, cambiare idea e contraddirsi, GIIN è ritrovarsi in un ambiente rarefatto accompagnati da chitarre distorte e melodie sognanti, è indossare benzina e aspettare l’incendio.