Esce oggi “Pictures of Moments”, primo disco del Marco Magnelli Trio

0
389

Esce oggi, mercoledì 3 giugno, per la label Improvvisatore Involontario il primo disco del Marco Magnelli Trio dal titolo “Pictures of Moments”. Il gruppo formato da Marco Magnelli alla chitarra, Carlo Cimino al contrabbasso e Francesco Gregorace alla batteria ha registrato l’album presso l’Ex Cinema Mele Aperto (ECMA) a Pizzo Calabro (VV). Questo è il quarto disco uscito nel 2015 per l’etichetta Improvvisatore Involontario dopo “Love” di Francesco Cusa (marzo), “Early” dei More Sundays (aprile) e “RingLike” di Paolo Sorge (maggio).

“Pictures of  Moments” inizia a prendere vita nell’estate del 2014 proprio nell’ex teatro Cinema Mele (ECMA), dove i musicisti si ritrovano e ispirati dalla suggestione del luogo concepiscono il loro primo lavoro in trio. “Pictures of  Moments” rappresenta la volontà di poter fermare nel tempo, come in una fotografia, immagini di vita e di musica. Ogni brano racchiude in sé un percorso imprevedibile e non classificabile in un preciso genere musicale, ma mostra il connubio tra diversi generi, teso a evidenziare come in un singolo frammento vi possano essere molteplici influenze e sviluppi. I brani del disco, tutti firmati da Magnelli, raccontano una storia con un filo conduttore ben preciso portato avanti dai musicisti e messo in luce dal loro modo di concepire l’improvvisazione e il dialogo musicale.

Il disco è acquistabile, in formato digitale, sul sito di Improvvisatore Involontario al seguente link: http://www.improvvisatoreinvolontario.com/shop/59/pictures-of-moments-marco-magnelli-trio

Per info:
http://improvvisatoreinvolontario.com
info@improvvisatoreinvolontario.com

Marco Magnelli intraprende lo studio della chitarra sotto la guida del maestro italo-svedese Lutte Berg e successivamente del maestro Bruno Marrazzo. Nel 2001 si trasferisce a Roma, dove si diploma all’università della musica con i Maestri Rocco Zifarelli, Fabio Mariani e Nicola Puglielli. Contemporaneamente si laurea presso l’università degli studi della Calabria in Discipline dell’Arti, della Musica e dello Spettacolo con la tesi “Il jazz e l’evoluzione del popolo afro-americano nella società americana”. Nel 2005 si trasferisce a Bologna, dove inizia i corsi sperimentali di jazz presso il conservatorio “G.B Martini” e si specializza in Didattica Musicale presso l’università di Pisa. Collabora con diversi musicisti dell’area bolognese e romana tra cui  Francesco Cusa, con il quale incide “Bastandard play jazz” insieme al contrabbassista Carlo Cimino. Diverse le collaborazioni come musicista per compagnie teatrali e come compositore per documentari e corti cinematografici.

Carlo Cimino è nato a Cosenza nel 1977. Ha conseguito nella sua città la laurea in Discipline dell’Arti, della Musica e dello Spettacolo e il diploma di contrabbasso. Ha studiato con: Q.Medaglia, L.Presicci, A.Mariani, U.Fioravanti. Ha seguito laboratori e stage di improvvisazione con John Taylor, Riccardo Fioravanti, Nicola Pisani, Klaus Janek, Mark Bernstein, Jens C.Kwella, Piero Bittolo Bon, Frank P.Schubert, Gianni Lenoci, Kent Carter, Greg Burk, Steve Potts, Davide Santorsola, Alessio Menconi, Stefano Bagnoli. Ha partecipato ai seminari senesi di Musica Jazz ed allo stage di giornalismo musicale della rivista Jazzit. Attualmente collabora come docente ai corsi pre-accademici di basso elettrico e storia del jazz presso il dipartimento di jazz del conservatorio di Cosenza. Ha collaborato con: Sine Loco di Nicola Pisani (feat.: Dave Burrell), Andy Middleton, Sheila Cooper, Marios Toumbas, Michel Godard, Yannis Miralis, Marco Sannini, Francesco Cusa, Gianna Montecalvo, Leon Pantarei, Hocus Pocus Lab. Orchestra di Gianni Lenoci (feat.: Kent Carter, Steve Potts, Greg Burk), Marc Bernstein, Jens C. Kwella, Alessandro Skanderbeg, Massimo Garritano, Checco Pallone, Paolo Innarella, Armando Corsi, Antonio Critelli, Rosa Martirano, Fabrizio La Fauci, fratelli Mancuso, Pippo Fumaroli, Felice Mezzina, Maria Luisa Bigai, Mirko Onofrio, Reidar Larsen, Ensemble Centrale dell’Arte (feat.: Roberto Ottaviano, Enzo Lanzo, David Murray).

Francesco Gregorace lavora come batterista nell’ambito jazz e della musica improvvisata. Si è formato al conservatorio di musica “L. Refice” di Frosinone studiando batteria con Ettore Fioravanti. Si è specializzato partecipando a numerosi seminari e workshop tra cui quelli di Mark Guiliana, Horacio “El Negro” Hernandez, Vinnie Colaiuta, Nasheet Waits e Gregory Hutchinson. Nel 2014 è stato in tour con l’Organ trio di Francesco Marziani. Nel mese di giugno del 2014 ha collaborato con il sassofonista Filiberto Palermini a un progetto originale ispirato alle musiche di West Side Story.