CAPAREZZA | Musico dell’Arte

0
57

L’energico cantautore di Molfetta ritorna al Palapartenope di Napoli con il MUSEICA tour II, The Exhibition.

L’album che ispira il tour è una sorta di audio guida alla scoperta di un museo. Caparezza stavolta riporta sul palco la propria galleria d’arte immaginaria, permettendo al suo pubblico di visitarla e mettendo a confronto ogni forma d’arte, attualità e satira politica.

Ogni brano, prendendo spunto da un autore o un periodo artistico, regala molti suggerimenti per realizzare un vero e proprio show musicale interattivo, da vedere ed ascoltare.

Le opere d’arte più famose prendono vita ed accompagnano l’esibizione e i brani di “MUSEICA” come pure i vecchi brani trovano perfetta collocazione nello show.

Il concerto si apre con un’esplosiva “Mica Van Ghog”, pungente critica all’individuo medio della società attuale messo a confronto con l’artista olandese, per poi passare a brani tratti da “Il Sogno Eretico”e “Le dimensioni del mio caos” .

Inaspettatamente Caparezza riscopre alcuni successi del 2003, assenti da tempo nei suoi live, come “Nessuna Razza” e “Follie Preferenziali” che mostrano spunti di riflessione sull’attualità.

E poi dal nuovo album la vigorosa “Argenti vive”, inserita a grande richiesta nella scaletta di questo tour e presentata sul palco da un videomessaggio di Pierpaolo Capovilla (leader della band Teatro degli Orrori).

“Teste di modì” introduce “Il dito medio di Galileo”, la prepotente presenza di un singolare Andy Warhol per “Comunque dada” ed addirittura un’estemporanea di pittura sul palcoscenico.

“Fuori dal tunnel”, “Eroe”, “Vieni a ballare in Puglia”e “Legalize the premier” movimentano il finale esplosivo per poi lasciarci con una nota di amara consapevolezza data da “Goodbye Malinconia”.

“MUSEICA”, che poteva risultare elitario e compreso a pieno solo da pochi ascoltatori, vince la Targa Tenco 2014 e riporta il giovane pubblico ad interessarsi all’arte in ogni sua forma e declinazione. Aver visto così tante famiglie con bambini ed adolescenti mescolati sotto quel palco lascia molto e piacevolmente sorpresi.

 

Sul palco: SALVATORE CORRIERI (batteria), DIEGO PERRONE (voce), GAETANO CAMPOREALE (tastiere), ALFREDO FERRERO (chitarra), GIOVANNI ASTORINO (basso). Tour prodotto da COLOR SOUND INDIE.