Vintage Violence: in arrivo il docufilm “Come un chiodo ama il muro”

0
66

Il 2023 dei Vintage Violence si chiude con l’arrivo di un docufilm ufficiale diretto dal regista Simone Colombo, Come un chiodo ama il muro, che racconta in otto episodi la storia ventennale del gruppo alternative italiano. Il primo episodio è già disponibile su YouTube, e ogni martedì sarà svelata una nuova parte dell’opera, divisa per capitoli tematici: si passa infatti dalla politica alla religione, dai lividi post-concerto alla nascita di un figlio, toccando anche l’immigrazione e la produzione musicale.

Come un chiodo ama il muro è un documentario nato per raccontare non tanto la storia dei Vintage Violence quanto le persone dietro gli strumenti musicali. Punto forte della band è infatti la passione ostinata nel portare avanti un progetto musicale giocando il più possibile secondo le proprie regole, suonando in tutta Italia da vent’anni, consolidando un pubblico di fedelissimi pur rimanendo volenti o nolenti underground, fuori dal giro dell’indie rock radiofonico, nel bene e nel male.

Attraverso la band il documentario affronta una tematica molto cara al regista e a tutti coloro che si dedicano a progetti creativi di qualsiasi genere: come si rimane fedeli a sé stessi quando si è palesemente disallineati con i trend ufficiali? La percezione diffusa dell’artista è sempre più concentrata sui grandi nomi e i grandi numeri, su chi svolta e all’improvviso è sulla bocca di tutti. Ma il mondo della musica è fatto di molto altro: è un brulicare di progetti underground che non vedremo mai in prima serata ma che parla con forza ai tantissimi che non trovano nelle radio e nei talent show una rappresentanza artistica.