UMBRIA JAZZ 2011: GILBERTO GIL

0
187

For All Gilberto Gil

Gilberto Gil, voce e chitarra
Sergio Chiavazzolli, chitarra
Arthur Maia, basso
Toninho Ferragutti, fisarmonica
Nicholas Krassik, violino
Jorge Gomes, batteria
Gustavo Di Dalva, percussioni

Gil e’ un tropicalista di Bahia, e da oltre quarant’anni suona un samba postmoderno aggiornato con rock, reggae e influenze africane (Bahia e’ la regione piu’ Nera del Brasile, patria di samba e riti magici intrecciati in modo singolare all’ ortodossia cattolica). Influenzato da Joao Gilberto e dal jazz, e’ stato un elemento di spicco del Tropicalismo, un’ aria fresca di rinnovamento che negli anni ’60 guardava al rock ed al teatro d’ avanguardia che si sviluppavano in Occidente. Tornato in patria molti anni dopo – era il 1972 – Gilberto Gil si e’ imposto come una sorta di coscienza critica del Brasile moderno ed in particolare della sua anima Africana, Gil, del resto, si è dimostrato molto incline alle collaborazioni musicali. Non e’ infrequente che gli artisti brasiliani della grande canzone popolare collaborino fra loro e si ritrovino in una dimensione di gruppo. E’ una atmosfera di simpatia che ben rende il senso di un ambiente fraterno e molto distante da invidie, rivalita’, inimicizie. Gilberto Gil oltre ad essere un artista di rara sensibilità, famoso e amato in tutto il mondo, si è anche rivelato un abile e apprezzato politico.