Simona De Rosa omaggia Ella Fitzgerald @Music Art

0
270

Data: 05/05/2017
Città : Napoli - Napoli (Campania)

Imperdibile appuntamento, quello che, venerdì 5 maggio, il Music Art riserva ai suoi soci ed agli appassionati di musica in generale: la cantante Simona De Rosa, omaggerà il talento della divina Ella Fitzgerald, a 100 anni dalla sua nascita.

La De Rosa – nativa di Arzano, in provincia di Napoli – ma che vive e si esibisce in pianta stabile negli Stati Uniti, sta registrando un disco con un noto ensemble di musicisti americani; ma non per questo ha voluto mancare al suo appuntamento fisso con il pubblico del Music Art ed è tornata appositamente in Italia per mantenere il suo impegno.

Simona De Rosa, dopo una laurea in Geologia, vista la sua crescente e profonda passione per le stupende e soavi voci d’oltreoceano delle cantanti Sarah Vaughan ed Ella Fitzgerald, volta pagina e decide di “fare sul serio” nel mondo della musica: inizia quindi a studiare canto con insegnanti americani; trasferirsi in America è il passo successivo ed e’ li’ che frequenta, dal 2013 al 2014, il Master in Jazz Performance della Aaron Copland School Of Music.

Nel 2012 esce il suo primo disco con gli Inside Quartet e viene accolto in maniera entusiasta sia dal pubblico, che dalla critica. Partecipa a diversi concorsi canori di spessore internazionale e, con la compagnia La Officina Delle Arti, nel 2006 vince il premio Manduca – Masuottolo; poi si aggiudica il primo premio alla Big Band Jazz Competition del 2010; nello stesso anno le viene assegnata, quale migliore cantante jazz – la borsa di studio Dennis Irwin al Laurino Jazz Festival.

Nel 2013 esce Kisses From Naples, un album che avvicina la De Rosa alle sua radici partenopee e le fa ancora di più apprezzare oltreoceano, dove, nel frattempo, si esibisce nei migliori jazz club americani e nei più noti festival del genere.

Nello stesso anno, viene invitata a rappresentare la Regione Campania durante la Columbus Day Parade sulla 5th Avenue e viene scelta da Randal Keith Horton – ultimo pianista di Duke Ellington – come cantante solista.

Nel 2014 produce il concerto 41st Parallel per il Queens College di New York City e realizza, con l’attore Italo-americano Dominic Chianese un documentario/cortometraggio sulla cultura napoletana, girato a Napoli.

 

La accompagna, al piano, Alessio Busanca, napoletano, classe 1988.

Ha partecipato a numerosi concorsi nazionali, vincendo quello di

Si è esibito a Napoli, in occasione della maratona pianistica Piano City, dell’anno 2015; nello stesso anno, partecipa al concorso Premio Massimo Urbani e lo vince.

Per lui ogni musicista può percorrere mille strade per portare alla luce la propria sensibilità, attraverso le note ed il modo di suonare.

Considera i dischi come ‘fotografie della musica’, in quanto dovrebbero essere incisi nel momento temporale che si desidera immortalare.

 

Al contrabbasso suonerà Tommaso Scannapieco, che nasce nel 1971 a Campagna, in provincia di Salerno, in una famiglia di musicisti; si avvicina pertanto giovanissimo alla musica, suonando dapprima la fisarmonica, poi il pianoforte. Si diploma in contrabbasso presso il Conservatorio Statale di Salerno, dove frequenta anche un corso di musica d’insieme.

Suona anche il basso elettrico, in contesti musicali che vanno dal jazz al pop; partecipa a varie trasmissioni televisive: fa parte, per esempio, dell’Orchestra Mediterranea della nota trasmissione I Fatti Vostri.

Alterna un’intensa attività live in clubs e rassegne di tutta Italia a quella di insegnante, che espleta in diverse scuole private di musica.

 

Completa l’ensemble il batterista Italo-tedesco Franco Gregorio; studia batteria e percussioni jazz presso il Conservatorio G. Martucci di Salerno; milita per anni nel complesso pop i Santarosa, con i quali ripropone le atmosfere musicali degli anni sessanta, incidendo un disco, Souvenir, che occupa i primi posti della hit parade dell’epoca. Partecipano a programmi dell Rai, come Un Disco Per L’Estate. Prosegue la collaborazione con Dario Baldan Bembo, che scrive per loro altri pezzi di successo, come Io Senza Te, Torna Ritorna e Gli Anni Migliori, con la quale partecipano al Festival Di Sanremo nel 1989, nella categoria nuove proposte.

Partecipa ad importanti rassegne jazzistiche italiane, come il Peperoncino Jazz Festival.

Ha insegnato batteria presso l’AISDA di Salerno.

 

Il presidente dell’associazione Ennio Forte, il direttore artistico Giuseppe Reale e sua moglie Hermina, con l’aiuto dell’ indispensabile membro del direttivo Giuseppe De Lollis ci offriranno un gustoso break enogastronomico e, soprattutto, una serata di ottima musica.

Intenditori, non perdetela!

 

Dove: Music Art

Indirizzo: Vico Santa Maria della Neve, Mergellina (La Torretta), Napoli

Informazioni e Prenotazioni: 338.5669770