SERGIO CASABIANCA | De visu

0
121

SERGIO CASABIANCA
De visu
TRP Music
2023

Il suo intento dichiarato era quello di raccontare delle storie ed interpretare degli stati d’animo attraverso la musica e possiamo dire, senza timore di essere smentiti, che ci è riuscito perfettamente.

 

E’ un talento specifico quello che hanno alcuni autori nel saper stimolare in maniera particolarmente efficace alcuni recettori dell’immaginario umano per evocare certe sensazioni piuttosto che altre.

De Visu, il primo vero e proprio album prodotto in veste di leader dal chitarrista e compositore Sergio Casabianca, è una raccolta di brani originali nei quali l’autore riesce davvero a disegnare stati d’animo diversi – momenti onirici, tratti lirici e drammatici o sensazioni di dinamismo – in cui traspare chiaramente il carico emotivo che ha inteso trasmettere nel generare il gesto compositivo.

In questo esercizio, che ha avuto illustri predecessori, Casabianca mostra di avere conoscenza approfondita dei grandi maestri del jazz, suoi predecessori della padronanza dello strumento, che hanno saputo dare stile, eleganza e personalità all’espressività della chitarra jazz, e dimostra di averne ben assorbito ed assimilato gli insegnamenti. Pare infatti di riconoscere a tratti l’impronta del tocco di Joe Pass, di ritrovare le tracce della sensibilità di Jim Hall e i riferimenti ai più grandi jazzisti della storia della chitarra in America, nonché la timbrica ovattata e avvolgente di Franco Cerri, che ha saputo lasciare un solco indelebile nell’epopea del jazz italiano.

Gli studi del Casabianca, partiti però dall’approccio classico presso il conservatorio di Catania, e proseguiti poi con la specializzazione a Venezia e poi, di nuovo, presso la scuola siciliana, a Palermo, hanno lasciato un evidente attitudine alla disciplina, allo studio e alla cura attenta dei particolari. Ci sono stati anche una parentesi oltreoceano ed alcuni concorsi internazionali, tappe fondamentali nell’esperienza generale di un musicista jazz, che lui stesso riconosce essere state estremamente formative e stimolanti, e che sono state riversate oggi nel suo De Visu.

Sono anche da sottolineare la grande fantasia compositiva, la ricchezza nel fraseggio, l’attenzione nella ricerca del sound, ottimamente contrappuntate dagli eccellenti compagni di viaggio di Sergio Casabianca.
L’apporto e il supporto offerti al progetto dal contrabbassista Riccardo Grosso e dal batterista Peppe Tringali, ha interessato anche la sfera degli arrangiamenti, il che ha creato nell’interplay una componente di complicità alimentata dalla possibilità data a ciascuno di introdurre nella musica espressività e sensibilità  proprie e singolari.

I due sodali hanno saputo dare quindi il giusto spessore e la pienezza necessaria al suono con grande eleganza mantenendosi, secondo quanto richiesto dall’equilibrio di ciascun brano, nella giusta sobrietà pur senza mai essere al di sotto delle aspettative e senza mai apparire scontati.

 

Genere: Post Bop, Contemporary Jazz, Blues, Swing

 

Musicisti:

Sergio Casabianca, guitars
Riccardo Grosso, double Bass
Peppe Tringali, drums

Tracklist:

01. Dreams In A Spiral
02. Sire
03. De Visu
04. Birds Of San Marco
05. Milo Crew
06. Supposed Teachers
07. Desk Of Love
08. Fondamenta Nuove
09. Raining In My House

Link:

Sergio Casabianca on FB

TRP Music