PIACENZA JAZZ FESTIVAL: Dave Douglas and Brass Ecstasy

0
284

Il quintetto di Dave Douglas e’ un dichiarato omaggio alla “Brass Fantasy” di Lester Bowie, ma con il gruppo del trombettista scomparso ha poco a che fare. Il progetto portato sabato 2 aprile al conservatorio “Nicolini” di Piacenza ha visto sul palco oltre il leader Dave Douglas alla tromba e il batterista Nasheet Waits, tre musicisti che avevano affiancato Bowie: Luis Bonilla al trombone, Marcus Rojas alla tuba e Vincent Chancey al corno.



 


Il repertorio, formato da brani composti da Douglas, ha pescato tra quelli nuovi come My Old Sign e composizioni come Spirit Movies, tratte dell’album Brass Ecstasy At Newport, ma ha anche omaggiato insigni compositori come Billy Strayhorn, nel sognante arrangiamento di Lush Life dove il tema fa capolino dalla tromba del leader.



 


L’organico di Douglas e’ ridotto rispetto a quello di Bowie e la componente Douglas si sente. Toni piu’ sommessi, un ottimo bilanciamento delle parti, il leader che non e’ leader, e un Douglas quasi mai in primo piano che lascia sempre spazio agli altri e che si ritaglia pochissime parti in assolo: incisivo sul primo pezzo e sull’ultimo Bowie, dedicato al trombettista scomparso, dove la sua tromba cristallina corre fino alle note acute. Coadiuvato dal batterista Nasheet Waits, il perfetto motore trainante del gruppo e’ Marcus Rojas. Usa il growl, parla nella tuba, duetta con il trombone, sorride partecipe di una musica che conosce. Il trombone di Luis Bonilla regala alla platea gremita ed entusiasta assoli energici che si inseriscono in modo perfetto, mentre piu’ pacato e’ Vincent Chancey, il cui corno sussurra, sospira e non risulta mai invadente.



 


Quello di Douglas e’ dunque un ottimo omaggio ad un trombettista degno di essere ricordato, e in cui ad essere incisiva e fare la differenza non e’ la tromba di Douglas, ma la sua penna.




 


Piacenza Jazz Festival


Piacenza, 2 aprile 2011



 


DAVE DOUGLAS eamp; BRASS ECSTASY
Dave Douglas, tromba
Luis Bonilla, trombone
Marcus Rojas, tuba
Vincent Chancey, corno francese
Nasheet Waits, batteria