PAOLO PALOPOLI e SERGIO FORLANI presentano “Back on the ground”

0
267

Data: 20/12/2017
Città : Napoli - Napoli (Campania)

PAOLO PALOPOLI & SERGIO FORLANI
Back on the ground
showcase 20 dicembre ore 18
Casina Pompeiana
Napoli

Mercoledì 20 dicembre alle ore 18 presso la Casina Pompeiana si terrà lo showcase di “Back on the ground” (etichetta Full Heads), nuovo progetto discografico di Paolo Palopoli e Sergio Forlani.  Un mini live in cui suoneranno :Paolo Palopoli (chitarra), Sergio Forlani (piano), Emilia Zamuner (voce), Rocco Di Maiolo ( sax), Salvatore Ponte ( contrabbasso), Domenico Benvenuto ( batteria). Seguirà un piccolo rinfresco con dolci natalizi e bollicine.

“BACK ON THE GROUND” ( etichetta Full Heads) segna il ritorno alla collaborazione artistica tra Paolo Palopoli e Sergio Forlani dopo le comuni esperienze etno/jazz, in un contesto di genere jazz/fusion con svariati riferimenti stilistici che spaziano dalla forma song di matrice Yellowackets arricchita però dalla sezione fiati di stampo Earth Wind & Fire(“On the ground” e “Funktown”), a quella tipicamente bensoniana anni 70/80(“No claim”), al sound ECM fuso con il jazz tradizionale cantato e strumentale(“Oriente express”), ai suggestivi momenti intimisti sottoforma di ballad e slow bossa(“State of mind” e “Vintage”), fino ad arrivare al latin/blues irregolare di “Z Nation”, dal sound e dalle atmosfere squisitamente newyorchesi. In sintesi un ritorno alle origini dei due musicisti già avviatosi con i rispettivi recenti progetti solistici, “Sounds of New York” per Paolo Palopoli e “Non solo etno” per Sergio Forlani.
Al disco hanno preso parte alcuni tra i musicisti più importanti della scena jazzistica nazionale, tra cui Daniele Scannapieco al Sax e Gianfranco Campagnoli alla Tromba che insieme vantano numerose collaborazioni importanti.Solo per citarne un paio: Mario Biondi, Dee Dee Bridgewater.
A questi si uniscono il trombone di Raffaele Carotenuto, docente al Conservatorio di Salerno e Rocco Di Maiolo, uno dei sassofonisti più dotati in Italia, che oltre alle numerose apparizioni televisive, ha suonato in tutte le rassegne più importanti del panorama italiano.
Alla voce la bravissima Emilia Zamuner, giovane, ma già affermata cantante jazz, vincitrice del Premio Massimo Urbani si è distinta per essere l’erede di Ella Fitzgerald.
Nella sessione registrazione sono coinvolti, oltre Salvatore Zannella alle percussioni, due ritmiche: la prima formata dal noto Aldo Vigorito al Contrabbasso ed Enrico Del Gaudio alla batteria, che hanno impreziosito il progetto con la loro grande esperienza e la seconda formata da Salvatore Ponte al Contrabbasso e Domenico Benvenuto che hanno dato grande energia al groove del disco.