Online il nuovo disco del Gomalan Brass Quintet

0
264


COMUNICATO STAMPA


Moviebrass – È online il nuovo disco del Gomalan Brass Quintet



È un concentrato di successi il nuovo disco del Gomalan Brass Quintet, quintetto d’ottoni made in Italy. Si chiama Moviebrass e, uscito da pochi giorni in formato digitale su Classicsonline.it, e’ gia’ uno dei dischi piu’ scaricati. Per trovarlo nei negozi bisognera’ aspettare febbraio 2010. Nel frattempo pero’ sara’ disponibile un cofanetto cd-dvd autoprodotto contenente i live di Piacenza e Lodi (2008-2009), per una serata all’insegna della grande musica e del divertimento, in perfetto stile “Gomalan”.

Sono ventotto le tracce che i Gomalan, alias Marco Braito (tromba), Marco Pierobon (tromba), Nilo Caracristi (corno), Gianluca Scipioni (trombone) e Oswald Prader (tuba – attualmente sostituito da Stefano Ammannati), hanno registrato per Naxos. Aprono il CD le trascrizioni per quintetto d’ottoni curate da Marco Pierobon di West side story, basate sulla versione orchestrale delle Symphonic Dances e quelle di Stephen McNeff di Adagio for strings, op. 11 di Samuel Barber. Cuore del disco e’ la sezione “Space Brass”, otto tracce nelle quali celebri musiche di Jerry Goldsmith, John Williams e David Arnold riecheggiano nelle suggestioni cinematografiche create dagli ottoni dei Gomalan. Chiudono l’album infine “chicche” dai cartoon The Simpsons e Lupin III, le cui colonne sonore vengono arrangiate ricreando effetti tipici degli archi come pizzicato e glissando.



Questi cinque ragazzi “d’oro” sono reduci da un intensissimo tour estivo nippo-europeo che si concludera’ il 20 settembre con un concerto al Festival Galuppi di Venezia Lido. Le ragioni del loro successo – che una scia di fan impazziti conferma – stanno in nuova idea di spettacolo, frutto di una ricetta semplice ma infallibile: divertimento allo stato puro accompagnato da un’esecuzione musicale di altissimo livello, garantita da illustri direttori quali Metha, Muti, Maazel, Pretre, Sinopoli, Giulini, Baremboim, coi i quali i Gomalan, prime parti in prestigiose orchestre internazionali, hanno collaborato. In un loro spettacolo tutto puo’ succedere: passare da Gabrieli a Berio, ascoltare un’aria d’opera, ballare il tango, scoppiare in una sonora risata.


Fregiato a soli due anni dalla sua formazione dal primo premio al concorso internazionale per gruppi d’ottoni “Citta’ di Passau”, il Gomalan Brass Quintet ha conquistato il favore dalla stampa internazionale, che si e’ espressa in termini di “fiati effervescenti” (Il Resto del Carlino), di “livello assolutamente eccezionale” (Passauer Neue Presse), di “divertimento e virtuosismo con impeccabile controllo e grande sensibilita’” (Il Mattino). Dal canto loro i colleghi non sono stati da meno: “e’ il quintetto d’ottoni piu’ affascinante che io abbia mai incontrato” (Roger Bobo, USA), “susciteranno in voi ogni emozione che siate in grado di provare” (Vince Di Martino, USA), “l’Italia deve essere fiera di voi” (Froydis Ree Wekre, NOR). Marmoreo il punto di vista di Zubin Metha che li ha definiti: “un grande gruppo: virtuosismo e musicalita’ fuori dal comune”.

INFO:


www.classicsonline.it


www.gomalanbrassquintet.com


http://www.myspace.com/gomalanbrassquintet