MATMOS | The Consuming Flame: Open Exercises In Group Form

0
340

MATMOS
The Consuming Flame: Open Exercises In Group Form
Thrill Jockey Records
2020

Da due a novantanove, con “The Consuming Flame” i Matmos si reinventano plurimi e titanici. Come recita il sottotitolo, il nuovo triplo album è una faccenda scaturita da “esercizi aperti sotto forma di gruppo”, tracce sonore ideate e fornite da a 99 artisti di ogni risma e categoria, dipoi assemblate da Drew Daniel e Martin Schmidt con un articolato lavoro di editing, remissaggio e post-produzione. Unica regola inviolabile, imposta ai musicisti coinvolti, quella di registrare con un tempo ritmico di 99 battiti al minuto.

 

Da questo colossale “community game” la coppia californiana ha così ottenuto tre megatracce di un’ora ciascuna, la cui modalità di fruizione rappresenta uno tra i diversi aspetti speciali dell’opera. Il collage del materiale mixato senza soluzione di continuità di ogni disco è infatti suddiviso in ulteriori tracce provviste di titolo, rispettivamente 14 nel primo, 17 nel secondo e 13 nel terzo dischetto. Ciò consente la possibilità di ascoltare il collage nella sua interezza (modalità suggerita dal duo) oppure di fare zapping tra i vari frammenti, casomai operando delle selezioni e playlist programmabili con il proprio lettore CD.

Allegato alla confezione (oppure disponibile qui) è poi un poster che permette di individuare, minuto per minuto, le basi e i relativi contributi che si susseguono (o ripresentano) in ogni disco grazie al sofisticato e cervellotico processo di “cut and paste” effettuato dalla coppia. Inoltre, giusto per dare un’idea riguardo all’eterogeneità degli artisti coinvolti, val la pena citare almeno alcuni tra quelli più noti. Si parte da Mouse On Mars, William Hutson (Clipping), Sarah Hennies, David Grubbs, Matthew Herbert e Yo La Tengo per poi scoprire nel lungo elenco anche i nomi di Daniel Lopatin (Oneohtrix Point Never), Vicki Bennett (People Like Us), Chuck Bettis, John Wiese, Stephen Thrower (Coil), J.G. “Foetus” Thirlwell e Jason Willett.

Assimilabile, sul piano letterario, ad un incrocio tra “Naked Lunch” di William S. Burroughs e “Rayuela” di Julio Cortázar, “The Consuming Flame” rappresenta pertanto l’apoteosi dello stato dell’arte manipolativa dei Matmos in relazione ad una molteplicità di generi e a diverse modalità d’ascolto. Da un punto di vista globale il camaleontismo sonoro dell’opera può facilmente provocare tanto confusione e smarrimento quanto sorpresa e divertimento. Glitch-music, techno ed elettronica dalle linee ruvide, astratte e morbide; loop, contorsioni psichedeliche e meccaniche kraute; rapinose danze etniche e vellutate interferenze jazz; ombre rock e deliri hip hop; intergalattiche serpentine dub e cortocircuiti eastern folk; plasticose trasfigurazioni di nature vive e morte; arpeggiamenti acustici, rumori e cacofonie assortite; tappeti space-prog e claudicanti orchestrine free-jazz; commercials e scampoli di notiziari; fusion e cibernetici languori country-surf; spoken word e trance-music, field recording e minimal space-ambient, frastuoni tribali e contrappunti sintetici. Trame che si ammassano, dilatano e contraggono nel flusso di una singolare (per quanto cangiante) fissità ritmica.

Insomma, difficile inquadrare perfettamente cosa e come suona ogni capitolo e finanche ogni singolo frammento dell’opera, tanto incredibile e ardito sembra il gioco d’incastri tra le varie sorgenti e identità musicali. Più facile affermare che in “The Consuming Flame” i Matmos toccano lo zenith del loro cannibalismo sonoro, dimostrando ancora intatto un perverso e gioviale spirito d’avventura.

Voto: 7/10
Genere: Experimental / Electronic / Improvisation / Concrete-Creative Music

Musicisti:

Adam Rosenblatt, Andi Toma, Andrea Giotto, Andrew Bernstein, Andrew Tuttle, Annette Paletua, Ashot Sarkissjan, Blake Harrison, Bonnie Lander, Brooks Frederickson, Brooks Kossover, C. Lavender, C. Reider, C.K. Barlow, Caleb Ellenberg, Christopher Fleeger, Chuck Bettis, Colin Dickey, Colin Self, Dale Cornish, Daniel Lopatin, Daveed Diggs, David Grubbs, David Serrotte, Dax Pierson, DeForrest Brown Jr, Defne Atakan, Derrick Baseck, Doug Gen, Douglas Rushkoff, Drew Daniel, Erica Valentine, François Bonnet, Galaxy Express 555, Georgia Hubley, Harry Wright, Heather Kapplow, Hector Barajas, Id M Theft Able, Ira Kaplan, Jim Thirlwell, James McNew, Twig Harper, Jamie Burkart, Jan St. Werner, Jason Willett, Jeff Carey, Jennifer Walshe, Jim Haynes, John Berndt, John Dierker, John Elliott, John Jones, John Wiese, Jon Leidecker, Jonathan Snipes, Joseph Hammer, Josh Quillen, Judith Zissman, Kate Soper, Katrina Magowan, Kaycee Phillips, Ken Layne, Kevin McKereghan, Kevin Gan Yuen, J. Lesser, Marcin Pietruszewski, Marisa Anderson, Mark Gergis, Mark Lightcap, Martin Schmidt, Matt Bordin, Matthew Herbert, Matthew Waldron, Max Eilbacher, Max Tundra, Nate Boyce, Nate Nelson, Neil Cloaca Young, Ossian Brown, Owen Gardner, Panos Ghikas, Pat Modugno, Rabit, Ren Spears, Robin Stewart, Rrose, Sam Salem, Sarah Hennies, Shannon Sperling, Simon Russell, Stephanie Barber, Stephen Thrower, Terence Hannum, Thomas Dimuzio, Tom Boram, Vicki Bennett, William Hutson, Yan Shao

Tracklist:

01. A Doughnout In The Sky [Disc 1]
02. On The Team [Disc 2]
03. Extraterrestrial Masters [Disc 3]

Link:
Matmos
Thrill Jockey Records