L’artista Cashelle con il suono nuovo singolo “Venere & Marte”

0
276

L’eclettica Cashelle con il suo nuovo singolo “Venere & Marte” torna a far parlare di sé. Il brano è un remix di Got 2 Luv U di Sean Paul e Alexis Jordan, cantato e rappato in italiano. Parla di amori tossici, di quanto è importante non solo amare, ma anche amarsi. L’artista crede al 100% che sia l’essenza che manca alla nostra musica e il testo è stato totalmente rielaborato a suo modo. In questa intervista parleremo con Cashelle del suo mondo e della sua musica.

Ciao, come e quando prende vita il progetto Cashelle?

Il progetto Cashelle prende vita da me stessa, una giovane donna, e ciò che racchiude la mia idea e storia di vissuto realmente vissuto appunto, che sia positivo o negativo, cerco di raccontare quest’ultimo e ciò che vivo tutt’ora attraverso la mia musica.

C’è differenza tra ciò che ascolti e ciò che in realtà componi e canti?

Sì, c’è una netta differenza tra ciò che ascolto e ciò che scrivo nel mio.

Qual è la tematica del brano?

La tematica principale del brano di “Venere & Marte” è di quanto sia di fondamentale importanza amare sé stessi in primis per poi riuscire ad amare anche gli altri. Penso che assecondare sé stessi sia una rassegna, che senso ha assecondare sé stessi per un amore tossico o per una qualsiasi forma di violenza? Penso che ognuno di noi abbia attraversato una fase di questo tipo, lo trovo un grande insegnamento, l’amore è fatto di sfumature, va esplorato per capirne l’essenza ed il senso. Questo brano tratta principalmente appunto di un amore tossico da cui io stessa sono riuscita ad uscirne sana e viva.

Cosa ha rappresentato la musica nella tua vita?

La musica nella mia vita ha sempre rappresentato un senso di forza di vita per me, una specie di super potere, un’energia unica e speciale.

Elencaci almeno cinque artisti che hanno influenzato il tuo sound.

Cinque artisti con cui sono cresciuta e che mi hanno assai influenzata soprattutto gli anni a venire e tutt’ora sono; Marracash, Sottotono, Achille Lauro, Justin Timberlake, Nirvana. In realtà dalla musica che ascolto cerco di prendere qualche spunto ma solo a livello sonoro per quanto riguarda le melodie.

 

Che cosa ne pensi della scena musicale italiana in generale?

Della scena italiana in realtà non penso nulla, rispetto l’arte di ogni artista, forse con questa risposta passerò per quella individualista… e sulla mia vita, ho tutta una mia metodologia adottata nello scrivere, non penso troppo alla musica altrui.