La determinazione di Testitosti

0
188

Intervista ad un’ anima rock-rap-blues.

– Perchè hai scelto di farti conoscere con il nome d’arte “Testitosti” ?
Semplicemente perchè è uno pseudonimo che mi identifica in pieno: i testi dei miei brani sono tutti di spessore e quindi “tosti” .
Una volta pronti poi, li adagio su altrettane musiche “toste” per avere un prodotto altamente soddisfacente e profondo.

– La passione per la musica è innata o si acquisisce nel tempo ?
Personalmente sono nato con la musica nel sangue.
Sin da bambino mi attraeva la bateria.
Sono stato avvantaggiato moltissimo dalla mia famiglia dove in primis mia mamma ( pianista e fisarmonicista ) mi ha esortato ad intraprendere il percorso musicale.

– La musica, secondo te, puo’ essere un veicolo di messaggi ?
La musica è un ottimo veicolo per la comunicazione di messaggi: nel mio caso infatti, mi permette di trasmettere la passione, le mie esperienze, la mia personalità.

– Il “beatbox” è per te un modo per sfogarti ?
Certamente. Mi permette di essere spontaneo e libero: queste due qualità sono essenziali per un artista.

– Qual’ è il percorso che hai intrapreso per raggiungere il tuo obiettivo, ossia il successo ?
Il mio obiettivo è essere riconosciuto per quello che sono sia musicalmente che umanamente. Sono stato affascinato dagli hippy dalla letteratura americana, dalla generazione delle moto “chooppers” degli anni 70 e dalla musica afro cubana.
Questo ha determinato in me una rivoluzione interiore con una conseguente esternazione di creatività intrisa anche di magia e di spiritualità.

– Quale pubblico vuoi raggiungere ?
Il pubblico dei giovani in particolare: voglio spronarli a credere in sé stessi nonostante tutto.


– I tuoi brani sono un mix tra apparente leggerezza e serietà musicale. Quale è il segreto ?

Nessun segreto: tutto rientra nel mio modo di essere, nel mio DNA, nella mia spontaneità di pensare e quindi di agire.

– Quale tra i tuoi brani ti rappresenta maggiormente ?

Tutti perché sono parte del mio vissuto in tutte le sue sfaccettature positive e negative.

– Nel tuo EP hai alternato pezzi nello stile blues e altri in quello funky pop. Quale prediligi?
Il funky-rap perché mi entusiasma e mi fa sentire maggiormente vivo.


– Quando Testitosti si considererà soddisfatto al 100% del suo percorso musicale ?

Quando la gente mi riconoscerà per strada grazie alle mie presenze sia in TV che nei vari concerti che, spero prestissimo, iniziero’ a programmare.