JONIO JAZZ | Un’iniezione di adrenalina con Di Nunzio/Bassi/Nisi Trio special guest Antonio Faraò

0
300

La vibrante energia sprigionata da quattro musicisti immersi anima e corpo in un viaggio dal forte impatto. Ad inaugurare la XIII edizione dello Jonio Jazz, festival di assoluto prestigio creato e diretto dal deus ex machina Piero De Quarto, è stata una formazione d’eccezione: Di Nunzio/Bassi/Nisi Trio Special Guest Antonio Faraò, formidabile quartetto costituito da Luigi Di Nunzio (sax soprano e sax alto), Giuseppe Bassi (contrabbasso), Marcello Nisi (batteria) e lo straordinario ospite Antonio Faraò (pianoforte), orgoglio del piano jazz italiano nel mondo.

L’Oasi dei Battendieri (Taranto) l’incantevole venue di un concerto che ha suscitato il palpabile entusiasmo del folto pubblico presente, prodigo di scroscianti applausi per gli standard (ri)arrangiati della tradizione jazzistica, le composizioni originali di Faraò e per il brano originale The Loneliness of Godzilla di Bassi. Luigi Di Nunzio ha calamitato l’attenzione degli astanti con la magia del suo suono (sia al soprano che all’alto), sviscerando un fraseggio particolarmente intenso, impreziosito dal suo ipnotico inside-outside playing sostenuto da un’eccellente padronanza dello strumento.

Ad aumentare sensibilmente la temperatura misurata del termometro emozionale ci ha pensato Antonio Faraò con il suo pianismo “sismico”, arricchito da frequenti e inebrianti incursioni nell’out playing, da abbacinanti intarsi quartali e preziosismi ritmici di pregevole fattura sottolineati soprattutto con la mano sinistra, che grazie alla sua sbalorditiva indipendenza, ha utilizzato come se avesse due mani destre. Inoltre, segnatamente nelle ballad, ha indossato i guanti bianchi di velluto per dipingere traiettorie melodiche e armoniche dense di poeticità interpretativa.

A sostenere egregiamente Di Nunzio e Faraò, Giuseppe Bassi e Marcello Nisi: il contrabbassista ha dato la sensazione di viaggiare in prima classe con la sua propulsiva carica swingante derivante da un metronomico walking adornato da una potente e profonda cavata – il batterista ha cesellato un comping tensivo, assai stimolante, sempre pronto a interagire offrendo numerosi spunti ritmici architettati su brillanti spostamenti di accenti e finezze poliritmiche.

Di Nunzio/Bassi/Nisi Trio Special Guest Antonio Faraò ha dato il via allo Jonio Jazz 2022 con un live che ha lasciato un segno tangibile, profondo. Un concerto in cui il livello di adrenalina e l’energia comunicativa proveniente dal palco hanno rappresentato il vero e proprio biglietto da visita di un quartetto (inedito) che merita grandi soddisfazioni.

 

Jonio Jazz Festival
31 luglio 2022, Oasi dei Battendieri, Taranto

Luigi Di Nunzio, sax soprano e sax alto
Giuseppe Bassi, contrabbasso
Marcello Nisi, batteria
Special Guest Antonio Faraò, pianoforte