Intervista con Letizia Brugnoli su “Tire Change”

0
151

In questa intervista ci addentreremo nella creazione di “Tire Change”, esplorando l’ispirazione di Letizia Brugnoli, il processo creativo e l’emozione che questo brano porta con sé.

Ciao Letizia, è un piacere averti sulle pagine di Sound Contest. Innanzitutto, parlaci del tuo nuovo singolo “Tire Change”. Come è nata l’ispirazione per questo brano?

Il brano nasce dalle mani del compositore Roberto Sansuini, che si è chiaramente ispirato alla musica brasiliana. Tire Change è un brano allegro, giocoso, con un titolo davvero particolare rispetto alla musica. Ho scritto il testo, infatti, mentre mi trovavo dal gommista, in una snervante attesa per il cambio gomme invernali. Dovevo aspettare quasi tre ore e quella è stata la mia ispirazione. Trovo il risultato ironico e divertente.

Hai lavorato con una band eccezionale per “Tire Change”. Come è stata l’esperienza di collaborare con questi musicisti e come hanno contribuito a plasmare il suono della canzone?

Come hai detto tu, i musicisti sono davvero eccezionali e vorrei cogliere l’occasione per citarli: Luca Savazzi al piano, Mirco Reggiani al basso elettrico, Paolo Mozzoni alla batteria, Marquinho Baboo alle percussioni ed il fantastico sax di Chicco Montisano. Collaborare con loro per me è sempre molto stimolante e, sia in questo brano che in tutto il disco, hanno sicuramente contribuito a rendere il suono perfetto ed indubbiamente particolare.

Letizia, hai una lunga storia nel mondo della musica jazz. Ci puoi raccontare come hai iniziato la tua carriera e quali sono stati i musicisti che ti hanno ispirato?

Si, in effetti è davvero lunga. Ho iniziato entrando a far parte del quintetto jazz vocale diretto dal Maestro Bruno Aragosti quando avevo 17 anni e da lì ho sempre seguito questo genere, ascoltando con molta attenzione le grandi Regine del Jazz, da cui sicuramente ho tratto la mia più importante ispirazione.

Quanto è importante per te l’aspetto dell’improvvisazione nella tua musica?

Ogni concerto è sempre diverso, le dinamiche cambiano ogni volta e trovo che sia davvero importante lasciare spazio alle improvvisazioni di ogni musicista per creare qualcosa di unico in ogni concerto.

Hai avuto molte esperienze prestigiose nel corso degli anni. Qual è stato uno dei momenti più significativi della tua carriera finora?

Questa è una domanda a cui francamente non so rispondere. Non so quale sia l’esperienza più prestigiosa, per me lo sono sempre tutte, anche quelle apparentemente meno significative.

Cosa desideri trasmettere al tuo pubblico attraverso la tua musica e le tue performance dal vivo?

Indubbiamente il mio obbiettivo è sempre quello di cercare di trasmettere, a chi mi ascolta, la mia passione ed il mio amore per la musica. Vorrei suscitare nel pubblico sempre nuove emozioni, questa è la magia più grande alla fine.

Letizia, hai nuovi progetti in cantiere? Qualcosa che i tuoi fan possono aspettarsi in futuro?

Adesso attendiamo il 13 ottobre, data di uscita del nuovo album dal titolo Crystal Flower, per Irma Records. Non vedo l’ora!