Intervista a xxtoba con il suo nuovo singolo “RIP Love”

0
183

RIP Love” è il nuovo singolo dell’artista italo-indiano xxtoba. Eclettico e originale negli arrangiamenti e con un testo diretto che non lascia spazio ad interpretazioni, xxtoba propone la sua musica senza maschere, affrontando sofferenze, dolore e paura rimanendo sempre sé stesso. “RIP Love” è su tutti gli stores digitali e nelle radio in promozione nazionale. Scopriamo news e curiosità in questa intervista!

Potrebbe sembrare una domanda banale e magari lo è: “Dove sta andando la musica? E dove sta andando la tua di musica?

Sinceramente non mi pongo questa domanda in quanto son troppo preso a fare il mio percorso e a perfezionare il mio stile. Vorrei che la mia musica fosse conosciuta oltre oceano specialmente negli USA.

Ad avere la possibilità di aprire un concerto in uno stadio di un big della musica, affrontandone il pubblico con la tua musica, chi sceglieresti? E perché?

Se dovessi proprio scegliere per aprire un concerto di un big, sceglierei Trippie Redd in quanto i nostri stili e tematiche si avvicinano.

Quali sono i tuoi piani più immediati?

I miei piani più immediati è sfornare il mio secondo singolo in inglese su Spotify e allo stesso tempo lavorare su Instagram per ottimizzare la mia real fanbase. Ho cominciato da poco a far musica e sto già avendo le mie piccole soddisfazioni. Piccolo spoiler: potrei avere una collaborazione estera americana per un nuovo singolo.

Quanto è importante per te internet nell’ambito musicale? Si rimpiange il passato in cui i social e selfie erano solo utopia o, meglio, proiettarsi verso il futuro abbracciando le nuove, seppur fredde, forme di comunicazione?

Internet è fondamentale per far circolare la tua musica e non solo; dà la possibilità di comunicare con diversi artisti di diverse nazioni per esempio. Io lo ritengo solo un vantaggio per poter progredire anche se mi dispiace che si perdano i veri valori della compagnia e della semplicità.

C’è differenza tra ciò che ascolti e ciò che in realtà componi e canti?

No assolutamente, non c’è nessuna differenza in quanto ascolto solo ciò che mi può dar ispirazione e farmi crescere come artista.

Hai mai pensato di cantare in inglese e oltrepassare i confini nazionali?

Io desidero solo cantare in inglese, mi viene più facile ma ci vuole più tempo e dedizione per comporre un singolo perfetto. Cantare in italiano mi annoia e non mi sento a mio agio pur essendo madrelingua. Desidero fortemente farmi conoscere oltre oceano.

Chi vorresti ringraziare per chiudere questa intervista?

Vorrei ringraziare il mio sponsor per i consigli preziosi su come muovermi in questo ambito visto che son un emergente. Ringrazio il ragazzo che mi fa beat da paura ed infine i miei fan che mi sostengo anche se non conoscono a fondo il mio stile di musica. Tempo al tempo!