FEDERICO CALCAGNO-FILIPPO RINALDO-STEFANO GRASSO | Piranha

0
292

FEDERICO CALCAGNO-FILIPPO RINALDO-STEFANO GRASSO
Piranha
Habitable Records HR003
2021

PIRANHA nasce nella primavera 2017 a Milano come un progetto più o meno espandibile, le cui dimensioni sono variate dal duo al quartetto, e che ugualmente tratta musica più o meno espansa, proponendo per lo più composizioni inedite. Dal 2019 la formazione prevalente è il trio, con Federico Calcagno ai clarinetti, Filippo Rinaldo al pianoforte o tastiere e Stefano Grasso alle percussioni, ovvero batteria e vibrafono.

Il progetto offre una sonorità multiforme ma bilanciata attraverso una ricca miscela di jazz, musica da camera, sound extra europeo e minimalismo. L’intento è quello di invitare l’ascoltatore a entrare e partecipare nel “laboratorio sonoro” del gruppo, luogo in cui si possono sperimentare e vivere diversi tipi di propulsione: grida di elevata energia, danze ritmiche asimmetriche, melodie solenni, intime meditazioni, silenzi violati. Ogni membro del trio contribuisce all’arricchimento della gamma sonora attraverso l’utilizzo di più strumenti, valorizzando il polistrumentismo; in questo caso clarinetto – clarinetto basso, pianoforte – octatrack, batteria – vibrafono. L’unione dei molteplici timbri sonori, le abilità improvvisative e il repertorio di brani inediti composti da ogni membro del gruppo permettono ai PIRANHA di offrire una rara gemma musicale.

Brani che vanno a formare l’omonimo album d’esordio uscito il 10 settembre per la neonata Habitable Records. L’etichetta è stata fondata nel marzo di quest’anno da 9 componenti del Composers and Improvisers Community Project, un progetto internazionale guidato dal chitarrista argentino Javier Subatin. La Habitable Records ospita una serie di artisti peculiari che si collocano in uno spazio al di fuori dai generi, musicisti che condividono una curiosità per il mondo del suono e per il bene sociale che ne può derivare.

Ci troviamo al cospetto di tre giovani talenti della scena  jazzistica nostrana, molto spesso sottovalutata e sottostimata dal pubblico ma che non ha nulla da invidiare, per esempio, al tanto declamato New British Jazz; a mio modesto parere,

dal punto di vista compositivo e dell’articolazione sonora, esprime una qualità ed una originalità decisamente superiore.

 

Musicisti:

Federico Calcagno, clarinet (tr.1, 2, 3, 4), bass clarinet (tr. 2, 5, 6, 7, 8, 9), composition (tr. 1,5,7,9)
Filippo Rinaldo, piano, octatrack (tr. 1, 5), composition (tr. 3, 6,8)
Stefano Grasso, drums (tr. 1, 2, 3, 5, 6, 8, 9), vibraphone (tr. 1, 2, 3, 4, 5, 7), composition (tr. 2,4)

Tracklist:

01. One Way 06.24
02. When My Brain Exploded 06.44
03. Interludio 02.12
04. The Rite of Strings 05.13
05. Psy War 08.33
06. Bricks 08.35
07. Study for a Portrait 04.26
08. November Blues 03.44
09. La Città Deserta 05.42

Link:

Habitable Records

Federico Calcagno