Esce l’EP d’esordio dei NARAYAN: YOU ONLY LIVE TWICE

0
269

L’EP rappresenta un punto di incontro nella produzione dei NARAYAN dagli esordi fino ad oggi. BEND THE RULES e WRONG GIRL sono due tra i primissimi brani scritti dalla band mentre YOU ONLY LIVE TWICE  e CHAINED vedono la luce dopo l’inizio della fruttuosa collaborazione con Daniele Grasso e Dcave records. Lo scopo dell’EP e’ dunque quello di dare un assaggio dello sfaccettato universo musicale del trio che spazia eterogeneamente dagli esordi “brit” e “indie” alla scoperta del “funk” e del “pop”. Filo conduttore di tutta la produzione, passata e presente, sono le liriche in lingua inglese, politicamente scorrette e dirette nel raccontare vita, amori, sogni e frustrazioni filtrati dalla penna di Riccardo Trinaistich. Mentre le ritmiche di Alfredo Cosentino valorizzano l’uso sapiente del contrabbasso acustico di Giampaolo Bozzali. YOU ONLY LIVE TWICE e’ infine anche un cortometraggio scritto da Riccardo Trinaistich e Marco Pirrello e diretto da quest’ultimo, promettente video maker catanese, coinvolto dai NARAYAN dopo la felice esperienza in MY HOMETOWN, documentario del 2010 che ha per tema la scena musicale nel capoluogo etneo.

BEND THE RULES L’amore superficiale, le sfide per la conquista e i giochi delle parti in una storia turbolenta vissuta tra alti e bassi e che si conclude con un provocatorio colpo di scena. Tutto questo raccontato in una intensa ballata che mescola il “brit” dei Beatles e il “west” di Morricone.

CHAINED Lo sfogo di chi non riesce a completare gli studi universitari ma nemmeno a trovare lavoro in una citta’ che tarpa le ali e puzza di cassonetti stracolmi. Le ambizioni finiscono laddove cominciano insieme alle prospettive di futuro, cantate in toni orecchiabili all’alba di un nuovo giorno ma disperatamente urlate a sera dopo aver speso come sempre delle ore tra annunci di lavoro e Catene di Sant’Antonio senza mai ricevere nella casella di posta la tanto agognata mail di un colloquio andato bene che permetta di spezzare quelle catene e fuggire via sbattendo la porta.

YOU ONLY LIVE TWICE La titletrack dell’EP (nonche’ dell’omonimo cortometraggio scritto da Riccardo Trinaistich e Marco Pirrello e diretto da Marco Pirrello) affronta il tema del doppio con un dialogo surreale che oscilla tra il sogno, l’introspezione e la schizofrenia. I pattern serrati e i riff ossessivi raccontano di un’atmosfera di malessere interiore, dove i pensieri sono cosi’ lucidi da citare Wes Anderson e gli U2 ma anche dannatamente confusi e rumorosi nel tentare di farsi strada lungo i labirinti della mente.

WRONG GIRL Aeroporto di Catania, un giorno come tanti. Un susseguirsi di addii e ricongiungimenti tra coppie di tutte le eta’ e nazionalita’, tutti cosi’ ostentatamente e “cinematograficamente” innamorati. E’ questo lo spunto rielaborato raccontando invece una ben piu’ realistica storia in tre atti e finita male. Con un ritornello palesemente sgrammaticato e tutto il terminal in coro che sottolinea in un inglese maccheronico che “in a certain case” quello sarebbe il momento giusto per congedarsi e non rivedersi mai piu’. E Il protagonista che fischiettando varca la soglia del gate per lasciarsi alle spalle la “ragazza sbagliata”.



NARAYAN nasce da un’idea di Alfredo Cosentino e Riccardo Trinaistich, e da un annuncio affisso alla bacheca del Dipartimento di Ingegneria della Cittadella Universitaria di Catania. Il nome e’ un omaggio e un chiaro riferimento al grande interesse per la cultura orientale ma la band guarda al funk statunitense e al beat britannico miscelandoli insieme in un power trio dai testi in lingua inglese, introspettivi e politicamente scorretti.

L’inizio e’ caratterizzato da un’intensa attivita’ live volta a muovere i primi passi nel territorio indie catanese e dall’uscita TV1, il primo disco autoprodotto, i cui brani vengono presentati nell’ambito di svariate rassegne come Marina di Palma Rock Contest, DivinEstate, MusicAteneo, Italia Wave, Rock Sotto le Stelle, Sensica, OffRock Contest, Souk Contest, Face book Party insieme a Mario Venuti.

E’ poi la volta di THE LAST STRAW, anch’esso autoprodotto nel quartier generale dei NARAYAN sito a Contrada Segreta, suggestiva e semi-sperduta localita’ inerpicata lungo gli infiniti tornanti che conducono alla sommita’ del vulcano. Ma la vera svolta arriva con l’ingresso nella band di Giampaolo Bozzali e del suo contrabbasso, il cui avvento porta inedite sfumature negli arrangiamenti. Il nuovo corso della band viene ritratto nel 2010 nel docufilm MY HOMETOWN del promettente regista Marco Pirrello, insieme al quale i NARAYAN realizzano nel 2011 il cortometraggio YOU ONLY LIVE TWICE. La collaborazione piu’ importante, vera chiave di volta nella ricerca del giusto sound del trio, e’ pero’ con Daniele Grasso con il quale, presso The Cave Studio, viene realizzato l’EP YOU ONLY LIVE TWICE per Dcave Records.



DACAVE Records

www.dcaverecords.com



ufficio stampa

PROTOSOUND POLYPROJECT – www.protosound.net

L’ALTOPARLANTE – www.laltoparlante.it