Eliot Zigmund, storico batterista di Bill Evans e Michel Petrucciani a Lamezia Jazz – Lamezia Terme, 26 novembre 2009

0
238

Eliot Zigmund Planet Four


Giovedì 26 novembre
Teatro Umberto di Lamezia Terme


Eliot Zigmund sarà di scena in quartetto il 26 novembre p.v. presso il Teatro Umberto di Lamezia Terme evento promosso da Lamezia Jazz giunta alla sua ottava edizione dove il sassofonista Chris Cheek  e il pianista Frank Lo Crasto saranno coadiuvati da una ritmica di livello internazionale.

Con il batterista, compagno di strada di Bill Evans e Michel Petrucciani fra gli anni ’70 e ’80, suoneranno Chris Cheek al Sax, Lorenzo Conte al contrabbasso e Frank Lo Crasto al Piano. Un musicista “per musicisti”, amato ed applaudito da chi sul suo drumming intenso e fantasioso ha costruito la quadratura della propria espressività artistica. Suonare con swing è la regola d’oro di Zigmund e, nella sua personale interpretazione della parola fondamentale del jazz, questo significa suonare ‘ascoltandò altri musicisti; grande dote per un batterista che non si limita a riconoscersi nel ruolo ritmico, ma esprime naturalmente la raffinatezza della sua sensibilità.  Figura di spicco della scena jazzistica internazionale, il newyorkese Eliot Zigmund ha cominciato a battere sui tamburi all’età di 16 anni e dopo il diploma presso il Mannes College of Music ed il City College of New York, Eliot ha intrapreso una variegata carriera che lo ha condotto dal 1975 al 1979 al fianco di Bill Evans, con il quale ha anche registrato ben nove album (fra cui ricordiamo “Affinity” in cui figura Toots Thielemans, l’intramontabile “You must believe in spring” ed il vincitore di Grammy “I will say goodbye”). Contemporaneamente lo troviamo nel trio del piccolo-grande Michel Petrucciani insieme al contrabbassista Palle Daniellson (anche con lui registra “Pianism” ed il “Live at the Village Vanguard”).  Ma anche le sue successive collaborazioni sono di tutto rispetto: Jim Hall, Stan Getz, Don Friedman, Richie Beirach, Lee Konitz, Fred Hersch, Red Mitchell, Eddie Gomez, John Hart, Eddie Henderson, Benny Golson, Vince Guaraldi ed altri (senza dimenticare le sortite nel pop con Neil Sedaka, Dionne Warwick e le Pointer Sisters).


Inutile aggiungere, quindi, che Zigmund ha portato la propria musica in tutto il mondo: nel 2003 con Christian Van der Goltz e il bassista Ed Schuller al Toronto Jazz Festival, con Dean De Rose al Red Sea Festival (Israele) e con Paolo Birro e Lorenzo Conte come “The Spring Jazz Trio” al Verona Jazz Festival, nel 2005 con Ted Rosenthal e Sean Smith per il Bill Evans Festival alla South East Louisiana University, con Helen Merrill al Blue Note di Tokyo.
Il gruppo Planet Four è una produzione originale Rat Pack Music, che vede lo storico batterista Elio Zigmund affiancato dai giovani talenti come Chris Check già collaboratore di Paul Motion, Charlie Haden, e  Brad Mehldau, il giovane pianista Frank Lo Crasto che ha lavorato con Greg Osby, Bill Goodwin and Nicholas Payton e il bassista italiano Lorenzo Conte , molto attivo nel panorama jazzistico ha collaborazioni con Jesse Davis, Eddie Henderson, Ronnie Mathews, Art Farmer, John Hicks, Ferenc Nemeth, Mike LeDonne,Gianni Basso, Steve Grossman, Rosario Giuliani, Slide Hampton, Bobby Watson. La rassegna di quest’anno Lamezia Jazz sarà interamente dedicata alla figura del Nobile M  Tommaso Colloca. Nel mese di dicembre Lamezia Jazz realizzerà un evento in jazz club presso la Masseria I Risi con Egidio Ventura Trio con ospite il celebre bassista Pippo Matino.


Per informazioni 338/2152140