Doppio concerto per GIOVANNI SOLLIMA a Padova e Ravenna – Padova, 25 giugno 2010; Ravenna, 29 giugno 2010

0
219
VENERDÌ 25 GIUGNO, PADOVA
SAGRATO DELLA BASILICA DI SAN ANTONIO

 

Le corde dell’anima
un omaggio a San Antonio di Giovanni Collima
con la partecipazione di Carlo Presotto, voce recitante
ore 21.00, ingresso gratuito, info 049/8753087


In occasione delle celebrazioni del giugno antoniano, nella magica cornice del sagrato della Basilica di San Antonio, le note del violoncellista e compositore di fama internazionale Giovanni Sollima introdotte dalla voce narrante di Carlo Presotto, attore drammaturgo e regista daranno vita alla storia del Santo che da secoli continua ad affascinare persone di ogni cultura e nazionalità.
La direzione artistica della serata è affidata alla Qubo creativity eamp; co.

Info: www.padovanet.it

________________________________________



LUNEDÌ 28 GIUGNO, MARTEDÌ 29 GIUGNO
RAVENNA FESTIVAL 2010
ore 21.30, Vecchio tiro a segno, Darsena di Città

PRIMA NAZIONALE

Teatro Dubrovka di Mosca, 26 ottobre 2002
“Cardo rosso”
testo e drammaturgia di Maddalena Mazzocut-Mis
regia e interpretazione Chiara Muti
danzatrice Catherine Pantigny
musiche di Giovanni Sollima
violoncelli Giovanni Sollima, Monika Leskovar
luci Valentina Venturi


Il cardo rosso, pianta che cresce in prati aridi e asciutti, diventa simbolo di una tragedia dei nostri tempi, quella che si consumò al teatro “na Dubrovka” di Mosca fra il 23 e il 26 ottobre 2002. Quei giorni sono rievocati dalla drammaturga Maddalena Mazzocut-Mis in un testo corale, nel quale il dolore trasuda da ogni riga. Le voci delle vedove cecene si confondono con quelle delle attrici, prese in ostaggio insieme al pubblico; e con quelle delle madri di soldati inviati in Cecenia. Un apologo, in gran parte al femminile, contro ogni tipo di guerra, di violenza, di prevaricazione. Il dramma andrà in scena nel prato del vecchio tiro a segno, che si affaccia sul canale Corsini dal 1895, sotto la grande aquila scura che ha visto allenarsi campioni olimpici. Un nuovo, prezioso spazio recuperato alla città.

Info: www.ravennafestival.org