Con “The Whistleblowers” ritorna il trio HEARTLAND di Fresu-Linx-Wissel

0
255

E’ uscito il secondo lavoro discografico del trio Heartland dal titolo ‘The Whistleblowers’ per laTǔk Voice, sezione della Tǔk Music di Paolo Fresu dedicata alle voci.

L’originale formazione è composta dal cantante belga David Linx (autore anche dei testi), da Paolo Fresu alla tromba, dal pianista olandese ma belga d’adozione Diederik Wissels si avvale del Quartetto Alborada (Anton Berovski violino, Sonia Peana violino, Nico Ciricugno viola e Piero Salvatori violoncello) assieme alla ritmica di Christophe Wallemme al basso e Helge Andrea Norbakken alla batteria.

Il trio nato nel 2001 con la pubblicazione dell’album omonimo ‘Heartland’ per la Universal, che ha riscontrato vasti consensi, dopo quindici anni tornano a registrare insieme grazie all’implementazione del Quartetto Alborada, il quartetto d’archi che sta diventando una presenza importante e costante all’interno dell’etichetta Tuk Musik.

The Whisteblowers (che in inglese identifica una persona che lavora in un’impresa o in un ente pubblico o privato e che denuncia illeciti commessi al suo interno, riportandoli alle autorità competenti per bloccarne le attività fraudolente) riassume le visioni poetiche proprie dei componenti, armonicamente intrecciate, fino al lirismo, dove la tromba rarefatta di Fresu incontra la poesia di Linx ed il piano lirico di Wissels, prestando particolare attenzione al rapporto tra suono e parola.

Dalle parole di Davis Linx laspiegazione del titolo: ‘ Whistleblowers è qualcuno che dà l’allerta, qualcuno che esce dall’alto e decide di andare controcorrente, e lo fa soprattutto per sé stesso, perché non possiamo cambiare il mondo degli altri’.

Ad incorniciare il lavoro musicale la copertina opera di Olimpia Zagnoli, uno dei maggiori nuovi talenti nel campo degli illustratori del nostro Paese.