MAX DE ALOE QUARTET | Bjork On The Moon

0
352

Max De Aloe Quartet
Bjork On The Moon
Abeat Records
2012

Un album intenso e avventuroso, a suo modo inconsueto e originale, quello che ci offre l’armonicista lombardo Max De Aloe con il nuovo Bjòrk On The Moon, lavoro che vede in azione il suo consolidato quartetto e, in sette brani, la virtuosa violoncellista brasiliana Marlise Goidanich. Dedicata alla rivisitazione di uno scelto repertorio della notissima star islandese Bjòrk, la raccolta include anche tre composizioni originali in tema (l’omonima title track, Askja e Il bosco che chiamano Respiro) firmate da De Aloe.


 



Attingendo dall’intera discografia di Bjòrk e pescando anche dagli anni Quaranta grazie a una preziosa rarita’ (la versione di Gloomy Sunday, documentata solo dal vivo), il leader compie la non facile impresa di arrangiare, con un approccio jazzistico fresco e contemporaneo, gemme avant pop sofisticate e sfuggenti, marchiate a fuoco dall’inconfondibile registro in falsetto-contralto della cantautrice scandinava ma al tempo stesso peculiari per la loro avveniristica e bizzarra aura elettronica. L’armonica cromatica di De Aloe assume spesso la fisionomia e il ruolo di un’ancia o di un ottone, dialogando in modo egregio con il piano o il Fender Rhodes di Roberto Olzer, mentre la sezione ritmica composta da Marco Mastrangelo (contrabbasso) e Nicola Stranieri (batteria) squadra e modella il beat con accorgimenti acusticamente e timbricamente efficaci, resi ancor piu’ magici e suggestivi allorquando incrocia gli accordi arcuati e le cadenze cameristiche del violoncello barocco della Goidanich.


 



Complice una resa audio d’altissimo livello, ogni singolo brano rivela una lucentezza quasi eburnea, emanata soprattutto dalle note e scale soul-blues dello strumento di De Aloe. È in questa ricchezza di eleganti sfumature e dettagli che il gioco di squadra si mostra riuscito e avvincente, lineare e spontaneo nella soffice cantabilita’ infusa in episodi magistrali quali I’ve Seen It All, Hyper Ballad e Joga. Un disco estremamente fascinoso e fruibile, sospeso tra estasi e sublime poesia.


 


 


 


 




Voto: 8/10


Genere: Contemporary Jazz / Avant Pop


 


 




Musicisti:


Max De Aloe – chromatic harmonica


Roberto Olzer – piano, keyboards


Marco Mastrangelo – double bass


Nicola Stranieri – drums


Marlise Goidanich – cello


 


 




Brani:


01. Bjòrk On The Moon


02. I’ve Seen It All


03. Hyper Ballad


04. Cosmogony


05. Overture


06. Come To Me


07. Joga


08. Askja


09. Il bosco che chiamano Respiro


10. Bachelorette


11. Gloomy Sunday


12. Aurora


 


 


 


 




Links:


Max De Aloe: www.maxdealoe.it


Abeat Records: www.abeatrecords.com