Belle Époque, un affresco vivido che ci racconta la Ville Lumiere

0
451

E’ uscito recentemente “Belle Époque” un’opera stravagante e straordinaria di Emanuele Scataglini, già autore di colonne sonore per la pubblicità e di altri interessanti progetti culturali. Un artista “fuori le righe”, sempre originale che si propone ora al pubblico con un affresco vivace e colorato, dedicato alla Ville Lumiere. In un periodo austero e “compresso” come quello che stiamo vivendo a causa dell’emergenza sanitaria, uno spaccato di colore e fantasia. Un messaggio di positività che guarda al passato strizzando l’occhio al futuro.

12 brani tutti suggestivi che raccontano le vicissitudini di Messieur Arnould Vanvitell, alter ego dello stesso Scataglini. Un cittadino della Parigi bohémien che una sera decide di addentrarsi nei meandri dell’Unicorne, un locale di Montmartre dove vede esibirsi e si innamora della ballerina Sophie; assiste allo spettacolo del Grande Rastelli, perdendosi poi nel vino e nel gioco.

Un vero e proprio musical, realizzato con tanta cura e passione, studiando luoghi e personaggi. Per far rivivere in musica e video il meraviglioso mondo della “Belle Époque”. Un’operazione pienamente riuscita grazie al contributo di tanti artisti, che si sono lasciati condurre dalla regia visionaria di Emanuele Scataglini, restituendo allo spettatore un’opera unica e suggestiva.