Araputo Zen al tramonto il 29 luglio al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa (Portici NA)

0
256

Quarto e penultimo appuntamento di Sunset Live @ Pietrarsa, rassegna di musica al tramonto organizzata dall’Associazione Culturale Brodo nella straordinaria cornice del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, lì dove venne costruita la prima storica tratta ferroviaria d’Italia, la Napoli-Portici, inaugurata il 3 ottobre del 1839.

 

Venerdì 29 luglio ci sarà il concerto degli Araputo Zen, al tramonto, nell’anfiteatro del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, con vista sul Golfo di Napoli.

 

ARAPUTO ZEN

Dario De Luca: Chitarra elettrica/mandolino/voce
Alfredo Pumilia: Violino
Francesco Fabiani: chitarra acustica
Vincenzo Lamagna: basso elettrico
Pasquale Benincasa: batteria e percussioni

 

Gli Araputo Zen nascono fra le strade di Napoli, città ricca di stimoli e inevitabilmente fonte di grandi inspirazioni. Il quintetto formato da Dario De Luca e Francesco Fabiani alle chitarre, Alfredo Pumilia al violino, Vincenzo Lamagna al contrabbasso e Pasquale Benincasa alla batteria, percussioni e vibrafono, propone un’irresistibile miscela musicale che racchiude al proprio interno diversi stili. Energia, grinta, creatività sono gli elementi chiave che determinano importanti sviluppi per il percorso artistico di questi giovani musicisti. Una ricerca incessante che ha portato ad una maturazione di uno stile artisticamente onnivoro. Numerose e variegate sono le influenze che possiamo rintracciare nel loro repertorio: World music, Folk, Rock, senza mai dimenticare le proprie radici. Quel pizzico di magia tutta partenopea che fa del loro sound un toccasana per lo spirito. Il nuovo lavoro degli Araputo, Maiacosajusta, esplora nuove sonorità rispetto al primo disco. Il suono degli strumenti acustici viene miscelato insieme a sonorità di stampo prog/rock.Potremmo etichettare il nuovo lavoro come Ethno/Prog. La ricerca della melodia è sempre insita nel quintetto Napoletano che questa volta cerca di fondere il tutto creando uno stile non più ibrido ma ormai consapevole e maturo.

 

Il costo del biglietto è di 15 euro, comprensivo dell’ingresso, della visita libera alla collezione museale e della performance musicale. 

L’ingresso è dalle 19:00 e alle 20:00, all’imbrunire, prenderete posto nell’anfiteatro del Museo Ferroviario di Pietrarsa, dove avrà luogo il concerto.

La prenotazione è obbligatoria!

Per prenotare invia un’e-mail a associazionebrodo@gmail.com o chiama al 328-3849804 specificando il numero di prenotazioni, i nominativi e i recapiti cellulari.

N.B. In caso di disdetta, comunicare entro le 48 ore precedenti l’evento per consentire l’inserimento di persone in lista di attesa.

 

COME ARRIVARE:

Per chi viene in auto da Napoli Centro imboccare Via Marina direzione Portici e alla fine di Via San Giovanni a Teduccio svoltare a destra in Traversa Pietrarsa. È possibile parcheggiare comodamente la propria auto usufruendo del parcheggio custodito “Pietrarsa Parking”, convenzionato e riservato ai visitatori del Museo. Il parcheggio si trova in via Pietrarsa a soli 30 metri dall’ingresso museale.

 

Per chi viene in treno, la stazione FS, in corrispondenza dell’ingresso al Museo, è Pietrarsa – S. Giorgio a Cremano. È possibile consultare gli orari di andata e ritorno e acquistare il biglietto sul sito www.trenitalia.com, presso le biglietterie in stazione e alle macchinette self-service in stazione.  Per chi arriva alla stazione di Napoli Centrale, basta recarsi alla stazione sotterranea di Napoli Piazza Garibaldi, banchina della Metro linea 2 di Trenitalia.I treni metropolitani che fermano al Museo di Pietrarsa sono quelli diretti a Salerno o a Torre Annunziata Centrale/ Castellammare.