Ylyne ci racconta il suo nuovo singolo “Line Up”

0
97

Esce mercoledì 15 giugno 2022, per Record Y, “Line Up“, il nuovo singolo del progetto YLYNE. Un nuovo capitolo per la creatura elettronica dell’estroso musicista Frank Martino, che segue la pubblicazione del nuovo album manifesto di un genere “Odd Music Dance“. Il brano è un brano che fonde il suono della dance music, dub e ritmi di derivazione africana a progressioni ipnotiche ed è stato interamente prodotto e registrato live con synths, drum machines e campionatori.

​Frank Martino è chitarrista, compositore e produttore, un musicista eclettico perfettamente a suo agio con il rock, l’elettronica ed il jazz. Da oltre dieci anni si dedica alla contaminazione tra jazz e musica elettronica, portando quest’approccio all’interno di vari progetti, da leader e da sideman, incidendo per diverse etichette italiane. Con il suo gruppo, Disorgan, pubblica tre dischi per l’etichetta pugliese Auand Records. Come producer ha pubblicato due EP e due dischi con il progetto YLYNE.

Lo abbiamo incontrato per fargli qualche domanda!

– L’elettronica sembra essere l’unico genere a non avere mai spazio in televisione, fuori da talent e da ogni contesto mainstream. É davvero così?
 
Beh, eccetto Sanremo, che seguo sempre con piacere per vari motivi, non conosco bene la realtà musicale della tv e dei talent show, ma sono abbastanza sicuro che l’elettronica strumentale abbia sempre intercettato una nicchia, anche abbastanza ampia, di pubblico che solitamente non si identifica nel contesto mainstream.
 
– Segui la scena mainstream? Su che piattaforma? Cosa manca nel 2022 alla scena musicale contemporanea?
 
Sì, seguo da sempre la scena mainstream di vari generi musicali, utilizzo abbastanza i servizi di streaming per scoprire musica, ma quando un disco (o un brano) mi colpisce particolarmente lo acquisto sempre. 
Suggerisco l’utilizzo di piattaforme come Bandcamp, che sta sviluppando un sistema potenzialmente sostenibile per tutti, artisti e pubblico.
Non credo manchi niente alla scena musicale del 2022: senza scadere in discorsi da boomer, credo ogni periodo abbia le sue caratteristiche.
Quello che è veramente cambiato, rispetto al secolo scorso, è il modo di fare business nella musica, che ha portato a far prevalere il modello di artista-imprenditore in stile Fedez.
 
 
– Line Up è un nuovo inizio per te? In che modo?
 
Il mio disco precedente, Odd Dance Music, è abbastanza “sintetico” , con brani molto diversi, brevi e spesso cantati. 
Ultimamente sto lavorando su uno stile di elettronica più minimale, basato su piccole cellule ritmico/melodiche che si ripetono in modo abbastanza ossessivo.
Mi piace però inserire in queste logiche “fredde” , elementi di musica africana o dub a cui sono particolarmente legato. 
 
– Chi sono i musicisti che ti accompagnano in questa tua avventura?
 
YLYNE è un progetto in cui lavoro interamente da solo, anche se interagisco e mi confronto continuamente durante la fase della produzione e del mix con il musicista e visual artist LSKA, che si occupa dei videoclip e dei visuals durante i live.
 
– Hai già suonato dal vivo da quando è possibile farlo?
 
Si, per fortuna si è ripreso a suonare, anche se credo ci vorrà ancora tempo prima che tutto possa tornare a regime.