XXI Seminari Nuoro Jazz e Rassegna Concertistica – Nuoro, 26 agosto-5 settembre 2009

0
303
XXI Seminario Nuoro Jazz
Nuoro, Scuola Civica “Antonietta Chironi”
26 agosto   5 settembre 2009



 
A scuola di jazz a Nuoro fino al 5 settembre.
Con le attività didattiche come sempre una ricca rassegna di concerti:
domani sera tributo a Chet Baker con “Let’s get found”.

Conto alla rovescia a Nuoro per la ventunesima edizione del Seminario Jazz: domani mattina (mercoledì 26 agosto), la scuola civica di musica “Antonietta Chironi” apre i battenti all’appuntamento annuale con i corsi ideati e diretti da Paolo Fresu per l’organizzazione dell’Ente Musicale di Nuoro. Un appuntamento tra i più consolidati e apprezzati nel panorama nazionale della didattica jazz, che verrà ufficialmente inaugurato dalla consueta conferenza stampa di presentazione in programma alle 11 negli stessi locali di via Tolmino.
 
Le attività didattiche
Fino a sabato 5 settembre, allievi più o meno giovani in arrivo dai quattro angoli della Sardegna e dal “Continente” (ma in numero sempre crescente anche dall’estero) si ritrovano nel capoluogo barbaricino per approfondire la loro conoscenza di questa musica. Li attendono undici giorni intensi di lezioni strumentali e teoriche, di musica d’insieme e prove aperte di gruppo, con tanti protagonisti del jazz “made in Italy” in cattedra: oltre allo stesso Paolo Fresu (che guida ovviamente la classe di tromba e flicorno) ci sono Tino Tracanna (per il corso di sassofono), Roberto Cipelli (pianoforte), Maria Pia De Vito e Elisabetta Antonini (canto jazz), Attilio Zanchi (basso e contrabbasso), Tomaso Lama (chitarra), Ettore Fioravanti (batteria), Bruno Tommaso (armonia), Riccardo Parrucci (flauto e tecnica Alexander), Corrado Guarino (musica d’insieme), Giovanni Agostino Frassetto (tecnica dell’improvvisazione) e Luca Bragalini (storia della musica jazz).

Come sempre, arricchisce il programma didattico una serie di masterclass. Tema centrale, i linguaggi del jazz; docenti d’eccezione, quattro autentici “senatori” della scena nostrana di questa musica: i pianisti Franco D’Andrea (sabato 29) e Enrico Intra in tandem con il chitarrista Franco Cerri (lunedì 31), e il sassofonista Gianluigi Trovesi (martedì primo settembre, in luogo del già annunciato Giorgio Gaslini).
 
Ritorna poi la masterclass sulla musica popolare sarda, che stavolta (mercoledì 2 settembre) si affida agli artefici di “Isolanos”, un riuscito progetto (anche discografico) di incontro fra Sardegna e Cuba: le quattro voci dei Tenores di Oniferi, il chitarrista nuorese Battista Giordano e il pianista cubano Omar Sosa.
 
E ritornano anche (per il quinto anno consecutivo) il workshop di fotografia jazz condotto da Pino Ninfa (da venerdì 28 al 4 settembre) e quello di ballo flamenco, con un corso per principianti curato da Ada Grifoni (da domani, mercoledì 26, fino a sabato) e un avanzato con Elena Vicini (dal primo al 4 settembre).
 
Rimandato all’anno prossimo il secondo seminario di tecniche giornalistiche a cura di Luigi Onori, è invece una novità assoluta “Quattro passi nel jazz”, una serie di incontri aperti al pubblico neofita condotti dal musicologo Luca Bragalini con il sussidio di ascolti, immagini e video, per imparare ad apprezzare il jazz: venerdì 28 e domenica 30 agosto, mercoledì 2 e venerdì 4 settembre, alle 15:45, sempre nella scuola civica di musica in via Tolmino.
 
La rassegna di concerti: al via domani sera con il tributo a Chet Baker
L’immancabile rassegna di concerti che scorre parallela alle attività didattiche, presenta anche quest’anno un cartellone fitto di appuntamenti a Nuoro, non senza tappe anche in altri centri della sua provincia, a Orosei, Mamoiada, Onanì, Posada, e persino uno “sconfinamento” nell’Oristanese, sabato 5 settembre: il saggio finale che suggella ogni edizione del Seminario, stavolta andrà infatti in scena a Ghilarza e sarà dedicato ad Antonio Gramsci, il grande intellettuale e politico sardo che in quel paese visse gli anni della sua infanzia. Protagonisti principali, naturalmente, tutti gli allievi dei corsi, diretti e nel caso affiancati coi loro strumenti dagli stessi musicisti-docenti: un evento (inizio ore 19) che si annuncia come sempre ricco di situazioni differenti e motivi di interesse, quest’anno anche grazie alla partecipazione straordinaria di un’attrice del calibro di Lella Costa.
 
La serie di concerti a Nuoro prende il via domani sera (mercoledì 26) alle 21 con un doppio appuntamento nei cortili della Casa natale di Grazia Deledda, epicentro della rassegna: a salire per primo sul palco, come d’abitudine, il gruppo formato dai migliori allievi della passata edizione del Seminario Jazz, il settetto Sept Amber Mood. Freschi reduci dalla partecipazione al festival Time in Jazz di Berchidda, Pina Muroni alla voce, Vittorio Sabelli al clarinetto, Antonio Giordano al sax tenore, Antonio Cusato alla chitarra, Fabio Gorlier al pianoforte, Maurizio Congiu al contrabbasso e Alessandro Canu alla batteria, propongono un repertorio che spazia fra atmosfere e stili differenti, dal jazz ai colori latini e mediterranei.
 
A seguire, “Let’s get found”, il tributo a Chet Baker basato sulle musiche composte dal trombettista americano nei mesi della sua detenzione (per droga) nel carcere di Lucca, fra il 1960 e il ’61. Partiture rocambolescamente ritrovate, studiate dal musicologo Luca Bragalini e arrangiate ad hoc dal pianista Mauro Grossi per questo progetto che vede Paolo Fresu dare “voce” alle pagine inedite di Baker. Con loro, un organico che schiera Riccardo Fioravanti al contrabbasso, Stefano Bagnoli alla batteria e gli archi dell’Alborada String Quartet (Anton Berowski e Sonia Peana ai violini, Nico Ciricugno alla viola e Piero Salvatori al violoncello). Propedeutica al concerto, una conferenza dello stesso Luca Bragalini, nel pomeriggio, servirà a ricostruire la genesi di “Let’s get found”: alle 17 alla Biblioteca Satta.
 
Anche il duo chitarristico di Massimo e Bebo Ferra è in un certo senso un “ritrovamento” recente: i due fratelli cagliaritani, dopo aver mosso insieme i primi passi nel mondo della musica, hanno percorso a lungo strade parallele ma senza incrociarsi. Fino a tre estati fa, quando al Time in Jazz di Berchidda, sono tornati a suonare l’uno accanto all’altro dopo ben diciassette anni. L’incontro si è poi rinnovato in altre occasioni fino a prendere la forma di un progetto anche discograrico, “Ferra vs Ferra”, che offre titolo e repertorio al concerto dei due chitarristi in programma venerdì sera (28 agosto).
 
La coincidenza con le masterclass di Franco D’Andrea, Gianluigi Trovesi, Enrico Intra e Franco Cerri offre ovviamente l’occasione per apprezzare in concerto lo straordinario talento di questi autentici protagonisti del jazz nostrano. Questo sabato (29 agosto, ore 21) ecco dunque Franco D’Andrea alla testa del suo quartetto con Andrea “Ayace” Ayassot al sax contralto, Aldo Mella al contrabbasso e Zeno De Rossi alla batteria. Due impegni consecutivi per Enrico Intra e Franco Cerri daranno modo di apprezzare il felice sodalizio musicale e umano, lungo ormai mezzo secolo, fra il chitarrista (classe 1926) e il pianista (1935) milanesi: domenica sera (30 agosto, ore 21) con il Doppio Trio, con Marco Vaggi al contrabbasso e Tony Arco alla batteria; l’indomani mattina (lunedì 31, ore 11), invece, in trio con Vaggi per l’ormai consueto appuntamento che Nuoro Jazz riserva ai detenuti della casa circondariale di Badu ‘e Carros.

Bisognerà attendere invece giovedì 3 settembre per ascoltare Gianluigi Trovesi, in trio con Umberto Petrin al pianoforte e Fulvio Maras alle percussioni e all’elettronica, alle prese con il repertorio di “Vaghissimo ritratto”, album uscito due anni fa per l’etichetta ECM: un repertorio che spazia fra brani originali, citazioni e rivisitazioni dal Rinascimento di Monteverdi, Palestrina, Luca Marenzio e Josquin Desprès all’Ottocento di Alfredo Piatti, alle canzoni di autori come Luigi Tenco e Jacques Brel.

Nel frattempo la rassegna avrà sfogliato altre pagine da non saltare. Come “Anima/Amata/Mente”, un progetto ideato dall’attore-danzatore-coreografo Giorgio Rossi, con le musiche originali eseguite in scena dal chitarrista Roberto Cecchetto e da due componenti del gruppo Aires Tango, il pianista Alessandro Gwiss e il percussionista Michele Rabbia, che accompagneranno i movimenti dello stesso Rossi e degli altri danzatori: Elisabetta di Terlizzi, Paolo Fossa e Vincenzo Carta. Una coproduzione originale di Time in Jazz, Ente Musicale di Nuoro e Compagnia Giorgio Rossi, già applaudita due settimane fa al festival di Berchidda e ora attesa a Nuoro lunedì prossimo (31 agosto, ore 21), al Teatro Eliseo.

Da una nuova produzione a un progetto ampiamente collaudato: martedì primo settembre, di nuovo nei cortili della Casa natale di Grazia Deledda, lo scrittore Stefano Benni e il pianista Umberto Petrin rendono omaggio a Thelonious Monk con il loro “Misterioso”, un reading che unisce citazioni da Allen Ginsberg e dalla biografia del grande pianista firmata da Laurent De Wilde, ai testi originali dello stesso Benni.
 
Ultimo evento in calendario a Nuoro, venerdì 4 settembre (sempre alle 21). Il Teatro Eliseo, offre il suo palco al “Concerto Grosso (L’eccezione e la regola)”, una suite di danze in sei movimenti firmata da Bruno Tommaso che vede impegnati la sassarese Orchestra Jazz della Sardegna e cinque tra i migliori ex allievi, oggi professionisti, dei Seminari Jazz di Nuoro: l’arpista Marcella Carboni, la pianista Silvia Corda, i trombettisti Antonio Meloni e Giovanni Sanna Passino, e Graziano Solinas alla fisarmonica. Una coproduzione dell’associazione Blue Note Orchestra di Sassari, del Time in Jazz di Berchidda e dell’Ente Musicale di Nuoro, raccolti sotto le insegne del network NUBES.
 
I concerti fuori Nuoro
Oltre al saggio finale in programma il 5 settembre a Ghilarza, altri appuntamenti lontano da Nuoro costellano la rassegna. Due a Orosei: dopo l’ormai abituale prologo che martedì 25 agosto porta in scena nella “Casa Cabras” il cagliaritano Sunflower Quartet giovedì 27 è il turno dell’Alborada String Quartet: reduce dalla sua partecipazione al progetto “Let’s get found”, l’ensemble d’archi potrà muoversi nei suoi territori musicali più consueti, quelli del minimalismo e delle composizioni originali composte e arrangiate ad hoc per il quartetto.
 
Terminato la loro masterclass del 2 settembre a Nuoro, Omar Sosa, Battista Giordano e i Tenores di Oniferi saranno in serata (ore 21) a Mamoiada per riproporre in concerto al Santuario di San Cosimo le suggestioni del loro progetto “Isolanos”, riuscito incontro fra musica cubana, jazz, improvvisazione e una delle più autentiche forme dell’etnofonia sarda, il canto a tenore.
 
Venerdì 4 settembre tappa tardo pomeridiana a Onanì, piccolo borgo a una quarantina di chilometri da Nuoro: alle 19, in piazza Funtana Manna, è di scena il Circumstances Quartet, organico tutto sardo che affianca alla voce della cantante Pina Muroni il pianoforte di Mariano Tedde, il contrabbasso di Paolo Spano e la batteria di Luca Piana.
 
Domenica 6 settembre, infine, il sipario sulla stagione cala anche stavolta a Posada con un doppio appuntamento nella Casa delle Dame. Si comincia alle 21 con una selezione dei migliori allievi di questa ventunesima edizione del Seminario Nuoro Jazz. Chiude il progetto “Alec Wilder Songbook”, una rivisitazione della musica dell’eclettico compositore che fu contemporaneo di George Gershwin e Cole Porter. Protagonista, ancora un ensemble “made in Sardinia”, che in questo caso raccoglie nomi di spicco della scena jazzistica isolana: Rossella Faa (voce), Massimo Carboni (sax), Giovanni Sanna Passino (tromba), Alessandro Di Liberto (piano), Salvatore Maltana (contrabbasso) e Luca Piana (batteria).
 
La ventunesima edizione del Seminario Nuoro Jazz e la rassegna di concerti sono organizzate con il contributo dell’Assessorato allo Spettacolo e Attività Culturali della Regione Autonoma della Sardegna, della Fondazione Banco di Sardegna e dell’Associazione Casa Museo di Antonio Gramsci di Ghilarza, e con la collaborazione dei Comuni di Nuoro, Ghilarza, Mamoiada, Orosei, Posada e Onanì, dell’Istituto Superiore Regionale Etnografico e dell’Associazione Casa Cabras di Orosei.
 
* * *

CORSI STRUMENTALI E TEORICI – MUSICA D’INSIEME
Paolo Fresu – tromba e flicorno
Maria Pia De Vito – canto jazz
Elisabetta Antonini – canto jazz
Riccardo Parrucci – flauto e tecnica Alexander
Tino Tracanna – sassofono
Tomaso Lama – chitarra
Roberto Cipelli – pianoforte
Attilio Zanchi – basso e contrabbasso
Corrado Guarino – musica d’insieme
Luca Bragalini – storia del jazz
Ettore Fioravanti – batteria
Bruno Tommaso – armonia
Giovanni Agostino Frassetto – tecnica dell’improvvisazione
 

CORSI MONOGRAFICI
Luca Bragalini -The song is ended (But the Melody Lingers on): i maestri di Tin Pan Alley
Bruno Tommaso – “L’Ira di George”

 
2 settembre Auditorium Museo del Costume ore 11:00
MASTERCLASS SULLA MUSICA TRADIZIONALE
Omar Sosa, Battista Giordano e Tenores di Oniferi
 

MASTERCLASS SUI LINGUAGGI DEL JAZZ
Franco D’Andrea (29 agosto)
Franco Cerri e Enrico Intra (31 agosto)
Gianluigi Trovesi (3 settembre)

 
“COME UN RACCONTO CHIAMATO JAZZ”
dal 28 agosto al 4 settembre


V SEMINARIO SULLA FOTOGRAFIA JAZZ
a cura di Pino Ninfa
 
 
V SEMINARIO SUL BAILE FLAMENCO
dal 26 al 29 agosto Corso per principianti a cura di Ada Grifoni
dall’1 al 4 settembre Corso avanzato a cura di Elena Vicini
 
 
28 e 30 agosto, 2 e 4 settembre, Scuola Civica di Musica “A. Chironi”, ore 15:45
QUATTRO PASSI NEL JAZZ
Quattro incontri aperti al pubblico condotti dal musicologo Luca Bragalini
per imparare a degustare, con ascolti, immagini e video, l’irresistibile aroma
di quella musica che da Louis Armstrong è giunta sino a noi



Rassegna concertistica
Jazz a Nuoro 2009

 
 
25 agosto – ore 21:00 – Casa Cabras – Orosei
Sunflower Quartet
Francesca Corrias – voce, flauto e looper
Sandro Mura – pianoforte
Filippo Mundula – contrabbasso
Piepaolo Frailis – batteria

 
26 agosto – ore 17:00 – Biblioteca S. Satta – Nuoro
Let’s get found: Chet Baker e il messaggio nella bottiglia
Conferenza a cura del musicologo Luca Bragalini

 
26 agosto – ore 21:00 – Cortile Casa Natale Grazia Deledda – Nuoro
S.A.M. Sept Amber Mood
Gruppo Migliori Allievi Seminario 2008
Pina Muroni – voce
Antonio Giordano – sax
Vittorio Sabelli – sax
Antonio Cusato – chitarra
Fabio Gorlier – pianoforte
Maurizio Congiu – contrabbasso
Alessandro Canu – batteria

Let’s get found
Chet Baker: la musica dei manoscritti perduti
Paolo Fresu – tromba
Mauro Grossi – pianoforte
Riccardo Fioravanti – contrabbasso
Stefano Bagnoli – batteria
Alborada String Quartet
ideazione del progetto e cura musicologica: Luca Bragalini
 

27 agosto – ore 21:00 – Casa Cabras – Orosei
Alborada String Quartet
Sonia Peana – violino
Anton Berowski
Nico Ciricugno
Piero Salvatori


28 agosto – ore 21:00 – Cortile Casa Natale Grazia Deledda – Nuoro
Duo Bebo e Massimo Ferra ” Ferra Vs Ferra”
con presentazione CD
Bebo Ferra – chitarra
Massimo Ferra – chitarra

 
29 agosto – ore 21:00 – Cortile Casa Natale Grazia Deledda – Nuoro
Franco D’Andrea Quartetto
Franco D’Andrea – pianoforte
Andrea “Ayace” Ayassot – sax
Aldo Mella – contrabbasso
Zeno De Rossi – batteria

 
30 agosto – ore 21:00 – Cortile Casa Natale Grazia Deledda – Nuoro
Franco Cerri/Enrico Intra “Doppio Trio”
Franco Cerri – chitarra
Enrico Intra – pianoforte
Marco Vaggi
Tony Arco

 
31 agosto – ore 11:00 – Casa Circondariale Badu ‘e Carros – Nuoro
Franco Cerri-Enrico Intra-Marco Vaggi Trio
Franco Cerri – chitarra
Enrico Intra – pianoforte
Marco Vaggi – contrabbasso
 
 
31 agosto – ore 21:00 – Teatro Eliseo – Nuoro
Giorgio Rossi “Anima/Amata/Mente”
Giorgio Rossi – danzatore
Alessandro Gwiss – pianforte
Roberto Cecchetto – chitarra
Michele Rabbia – batteria
Elisabetta Di Terlizzi, Paolo Fossa e Vincenzo Carta – danzatori

 
1 settembre – 21:00 – Cortile Casa Natale Grazia Deledda – Nuoro
Stefano Benni eamp; Umberto Petrin “Misterioso”
Stefano Benni – voce recitante
Umberto Petrin – pianoforte
 
 
2 settembre – 21:00 – Santuario di San Cosimo – Mamoiada
Omar Sosa, Battista Giordano e Tenores di Oniferi “Isolanos”
Omar Sosa – pianoforte
Battista Giordano – chitarra
Tenores di Oniferi

 
3 settembre – 21:00 – Cortile Casa Natale Grazia Deledda – Nuoro
Gianluigi Trovesi, Umberto Petrin, Fulvio Maras “Vaghissimo ritratto”
Gianluigi Trovesi – sax e clarinetti
Umberto Petrin – pianoforte
Fulvio Maras – percussioni e elettronica

 
4 settembre – 19:00 – Piazza Funtana Manna – Onanì
Circumstances Quartet
Pina Muroni – voce
Mariano Tedde – pianoforte
Paolo Spanu – contrabbasso
Gianrico Manca – batteria

 
4 settembre – 21:00 – Teatro Eliseo – Nuoro
Concerto Grosso
“L’eccezione e la regola”
di Bruno Tommaso
Marcella Carboni – arpa
Graziano Solinas – fisarmonica
Antonio Meloni – tromba
Giovanni Sanna-Passino – tromba
Silvia Corda – pianoforte
Orchestra Jazz della Sardegna
 

5 settembre – ore 19:00 – Ghilarza
Concerto – Saggio finale allievi dedicato ad Antonio Gramsci
con la partecipazione di Lella Costa

 
6 settembre – ore 21:00 Piazza Eleonora/Casa delle Dame – Posada
Migliori Allievi del Seminario 2009

“Alec Wilder Songbook”
Gruppo Docenti Seminario Invernale
Rossella Faa – voce
Giovanni Sanna-Passino – tromba
Massimo Carboni – sax
Alessandro Di Liberto – pianoforte
Salvatore Maltana – contrabbasso
Luca Piana – batteria



 
Info:
ENTE MUSICALE DI NUORO
tel. 0784 36 156 – fax 178 22 61 958
E-mail: nuorojazz@entemusicalenuoro.it
Web: www.entemusicalenuoro.it
 
Ufficio stampa:
RICCARDO SGUALDINI
tel. 070 30 31 48
cell. 347 83 29 583
E-mail: x-press@fastwebnet.it