VIVA EL GALLO ROJO!

0
216

El Gallo Rojo e Circolo Unicredit Group di Verona hanno creato l’opportunita’ e la sede per l’evento VIVA EL GALLO ROJO, Verona, 7-8 maggio 2010.


Il mix di musica elettronica e contaminazione cui ci ha abituati il collettivo El Gallo Rojo si riconferma nella combinazione di musicisti che si sono alternati in questa mini rassegna veronese. Quattro gruppi, nati nel collettivo, che rappresentano uno spaccato dei primi cinque anni dell’attivita’ del Gallo. Questa prima edizione di “Viva El Gallo Rojo” rappresenta un filo rosso diretto con la due giorni organizzata dal Centro d’Arte di Padova nell’ottobre 2008.


Il 7 maggio si sono alternati sul palco del Circolo Unicredit due gruppi portatori sani di uno stile compositivo contemporaneo e trasversale, con l’Orchestra Vertical di Enrico Terragnoli e Thrill di Alfonso Santimone, una delle piu’ recenti emanazioni del collettivo.
Con l’Orchestra Vertical Claudia Bidoli canta in francese mentre il collettivo non disdegna di spaziare in ambiti sperimentali spiazzanti per il linguaggio di base, ma tali da fornire appigli rassicuranti agli ascoltatori. Santimone invece spazia in ambienti sonori ed emotivi addirittura sconcertanti, confermando questo stile anche nel giorno successivo, in cui si esibisce come pianista degli Einfalt.


La serata dell’8 maggio, infatti, si presenta come un confronto tra due diversi approcci alla libera improvvisazione: Massabon, il duo di Simone Massaron e Piero Bittolo Bon, e Einfalt, ensemble guidato da Nelide Bandello.
Ancora una volta la parola giusta e’ “estremo”, ma un estremo dal taglio ironico in questo caso.
Rientra in questa categoria la chitarra di Massaron che viaggia a tempo di valzer, mentre Bittolo Bon improvvisa su una musica circense. Un’ironia che pervade la sala anche durante un incidente di percorso che ha costretto Bittolo Bon ad una riparazione al suo sax, in presa diretta con il pubblico. Poi parte una rivisitazione della canzone italiana degli anni Sessanta che da “Cuore matto” arriva fino a “La gatta” di Paoli, con temi sovrapposti e suoni cigolanti con cui Bon strazia il suo sax fino a farlo somigliare ad un asino ragliante… suoni del quotidiano inseriti in astrusi contesti musicali ci regalano un bis dall’epilogo originale. Varianti del basso di Massaron, registrate su loop machine e con Bittolo Bon che alterna il sax all’iPhone, sorprendentemente fanno sfociare questa chicca concettuale in un delicato episodio di ispiratissima musica “normale”.
Subito dopo e’ la volta degli Einfalt.


Come riescono cinque menti sane a suonare come farebbe una sola mente disturbata? A questa domanda si risponde: Einfalt!
Sembrano pensieri distorti, spezzati, senza continuita’, fino all’incontro di intenti poggiati sul piano di cui Santimone suona direttamente le corde. Tutto torna se pensiamo che ogni componente della band ha uno spartito su cui orientarsi in questo mare di seriale discontinuita’. Torna meno se li guardiamo suonare: del pianoforte si prediligono le corde ai tasti o le vibrazioni provocate con un’armonica; il violino viene suonato a mò di chitarra e a volte, con la bocca!; la batteria viaggia su sonorita’ rubate ai cerchi, alla sedia a qualunque altro oggetto produca rumore contestuale; chitarra e contrabbasso si lamentano in lingue altre. Eppure certi percorsi contorti risultano eleganti, quasi colonna sonora di un thriller psicologico d’autore. Basta cambiare il nostro concetto di musica ispirata e lasciarci trasportare in questi antri di inquietudine, quelli da cui tutti cerchiamo di scappare, ma che camminano con noi in silenzio, quotidianamente.
Di nuovo un bis stupefacente. Parte un giro di blues, ma lo standard risulta stretto e si scivola nell’astrazione concettuale.


Ancora nel pomeriggio dell’8 maggio, al forum FNAC, Simone Massaron e Piero Bittolo Bon hanno presentato: Puntorojo. Si tratta di una collana parallela a El Gallo Rojo Records che si propone come esperimento di produzione a basso costo. Alla fine della presentazione, il chitarrista Roberto Zorzi si e’ esibito presentando il suo progetto solista, edito di recente da Puntorojo.


photo by Giulia Nazzaro
 


7 MAGGIO 2010 – Circolo di via Rosa (Verona)
ALFONSO SANTIMONE THRILL
Alfonso Santimone, pianoforte
Danilo Gallo, contrabbasso
Zeno de Rossi, batteria


ENRICO TERRAGNOLI ORCHESTRA VERTICAL
Claudia Bidoli, voce
Enrico Terragnoli, chitarra
Alfonso Santimone, organo, pianoforte
Giorgio Pacorig, fender rhodes
Thomas Sinigaglia, fisarmonica
Achille Succi, clarinetto basso
Piero Bittolo Bon, sax alto
Beppe Scardino, sax baritono
Stefano Senni, contrabbasso
Danilo Gallo, basso acustico
Nelide Bandello, batteria, percussioni
Zeno de Rossi, batteria, percussioni



8 MAGGIO 2010 – forum FNAC Verona
Simone Massaron e Piero Bittolo Bon presentano la collana PUNTOROJO (http://www.puntorojorecords.com)
ROBERTO ZORZI SOLO – chitarre, effetti


Circolo di via Rosa (Verona)


MASSABON
Simone Massaron, chitarre, effetti
Piero Bittolo Bon, ance, oggetti


EINFALT
Nelide Bandello, batteria
Giulio Corini, contrabbasso
Andrea Faccioli, chitarra
Stefano Roveda, violino
Alfonso Santimone, pianoforte


http://www.elgallorojorecords.com