Villa Celimontana Jazz Festival 2010: il programma completo – Roma, 1 luglio-5 settembre 2010

0
245
VILLA CELIMONTANA JAZZ FESTIVAL 2010  
“Jazz in Rosa”
Roma, 1  luglio – 5 settembre




In Rosso tutti i concerti della rassegna “Donne di Jazz”


19 luglio – Ingresso € 10
HILARIO DURAN Trio w/ MAURIZIO GIAMMARCO
Hilario Duran: piano
Roberto Occhipinti: contrabbasso
Mark Kelso: batteria
Special Guest: Maurizio Giammarco: sassofoni

I quarant’anni di carriera di Maurizio Giammarco (sassofonista, compositore e arrangiatore ben radicato in tutta la tradizione del Jazz, di cui è esperto e appassionato conoscitore), non hanno bisogno di particolari presentazioni. Anche in questo inedito incontro con il jazz afro cubano del leggendario pianista Hilario Duran emerge la sua continua curiosità musicale, la voglia di mettersi in gioco e di incontrare il mondo. Il pianista e direttore d’orchestra Hilario Duran è un cubano doc e un esponente storico di primo piano di quel particolare filone musicale in cui la grande tradizione melodico-ritmica cubana (già convergenza di varie influenze) si fonde con lo spirito dinamico del jazz.


20 luglio – Ingresso € 18 posto numerato; € 15 posto non numerato

Opening set: “ARTE-NOMADE-SAMBACORD”
Murillo Da Ros chitarra  
Gluaco Solter  basso
Franco Cava  voce

MARIA JOAO eamp; MARIO LAGINHA 4tet
Maria Joao voce
Mario Laginha pianoforte
Bernardo Moreira contrabasso
Alexandre Frazao batteria

Raramente nella storia recente del jazz e delle musiche confinanti, un singolo artista ha impresso alla sua vicenda espressiva un numero di svolte, avanzamenti e cambiamenti non solo così consistente, ma capace di
illuminare “il senso del percorso”, dell’evoluzione, del cammino e delle rivelazioni che il viaggio comporta. Questa è Maria Joao dotata di mezzi vocali formidabili e di attitudine alla teatralità ed alla danza, che,con l’insostituibile apporto dello straordinario pianista e compositore portoghese Mario Laginha, le hanno permesso di realizzare la sua toccante geografia artistica e musicale.


21 luglio – Ingresso € 8
MICHAEL LOESCH “HEROES”
Fulvio Chiara  trumpet
Martin Ohrwalder trumpet
Klaus Dickbauer altosax
Helga Plankensteiner baritonesax
Peter Cazzanelli basstrombone
Enrico Merlin  guitar/live electronics
Stefano Senni bass
Paolo Mappa drums
Giuseppe Tedeschi video
Michael Lòsch  piano/hammond

Una suite composta nel duecentesimo anniversario della battaglia per la libertà del Tirolo dal compositore e pianista Michael Lòsch,  un omaggio agli eroi (reali ed immaginari) di tutti i tempi,  dal tirolese Andreas Hofer fino a Wonder Woman, accompagnato da suggestive videoproiezioni “improvvisate”.



22 luglio – Ingresso € 15 posto numerato; € 12 posto non numerato
ROBERTA GAMBARINI QUARTET “SO IN LOVE”
Roberta Gambarini voce
Eric Gunnison piano
Neil Swainson bass
JOE LA BARBERA.drums

Vincitrice come miglior voce femminile del  2010 per il  Jazz Journalists Association Awards la pluripremiata Roberta Gambarini, torinese di nascita, newyorchese d’adozione, è riconosciuta dai maggiori e qualificati giornali musicali di tutto il mondo come una delle più belle e intense voci jazz al  mondo. Presenta brani dal suo ultimo disco “So in love”.


23 luglio – Ingresso € 10
MIRABASSI RENZI PARKER TRIO
Giovanni Mirabassi, piano
Gianluca Renzi basso
Leon Parker, batteria

Quando l’impegno di artisti dotati di una forte personalità e di grande spessore converge verso un’unica direzione, è magia. Questo è quello che succede ascoltando Mirabassi,  Renzi e Parker tre  musicisti, ognuno con  caratteristiche peculiari che convivono incredibilmente in una sola entità creando un flusso omogeneo e ricco di sfumature che solo un vero “trio” può creare. La formazione  ha all’attivo due CD pubblicati dall’etichetta francese Discograph: “Terra furiosa” e “Out of track”. Il terzo lavoro “LIVE AT THE BLUE NOTE TOKYO” appena registrato durante un tour in Asia sarà pubblicato in dicembre 2010.


Rassegna “Latin Jazz”
24 luglio – Ingresso € 15
VANA GIERIG GROUP W/  PAQUITO D’RIVERA
Vana Gierig – piano
Paquito D’Rivera – clarinet, saxophone
Sean Conly – bass
Marcello Pellitteri – drums
Vinicius Barros – percussion

Ecco la ricetta per un mix unico di culture musicali: prendi uno dei più rappresentativi pianisti e compositori jazz con radici europee, Vana Gierig e la sua sezione ritmica newyorchese, aggiungi il nove volte vincitore di Grammy Award, il sassofonista cubano Paquito D’Rivera e mescola il tutto con il percussionista di San Paolo Vinicius Barros. Il risultato è una miscela emozionante di nuova musica fatta di jazz, funky mescolati con elementi brasiliani.


25 luglio – Ingresso € 9
NATALIO MANGALAVITE CUARTETO
Natalio Mangalavite  tastiere e voce
Luca Bulgarelli basso
Emanuele Smimmo  batteria
Pierpaolo Bisonio perc.  marimba e vibrafono

Perchè “cuarteto”?  Perchè è una formazione di matrice prettamente latina. Un suono vigoroso, molto ritmico e convolgente. Si può dire jazz latino, però anche un pò africano. Molto spazio al ritmo vero e proprio e anche alla voce. Composizioni originali, risultanti da la fusione tra il Sudamerica e  l’Africa. Canzoni dolci e melodiose convivono con i ritmi più scatenati. Uno spettacolo che offre al pubblico un ventaglio di sensazioni  molto solari.

DOPOFESTIVAL: WORLDEAM QUARTET
Federico Laterza: Piano, indian harmonium eamp; keyboards
Paolo Innarella: Tenor alto eamp; soprano sax, flutes, ciaramella
Lutte Berg: chitarre
Sanjay Kansa Banik:  tabla

Il progetto  Worldream  nasce nel 1990 per iniziativa del pianista Federico Laterza come laboratorio di ricerca delle radici comuni dell’improvvisazione,  attraverso strade tracciate da suoni e soprattutto emozioni appartenenti a un incontro  possibile di latitudini musicali solo apparentemente lontane.  Fondamentale alla realizzazione di quest’ambito sonoro l’incontro di F.L. in India con  Sanjay Kansa Banik, (India) maestro di tabla dell’antica e prestigiosa scuola musicale classica di Calcutta.


26 luglio- Ingresso € 5
POESIA in JAZZ
“SOTTO IL CIELO DI ROMA”  
Messa in scena dei versi dell’opera “Sotto il Cielo di Roma. Roma nella poesia del mondo da Licofrone alle neoavanguardie degli anni ’60”, ideata e curata da Filippo Bettini.
 Uno spettacolo diretto da Federica Altieri interpretato da Maria Letizia Gorga accompagnata musicalmente da Giovanni Ceccarelli al piano,  Roberto Bellatalla al contrabbasso e Rosa Elena Ippolito alla  viola da gamba. Nel corso dello spettacolo verranno proposti testi poetici dei seguenti autori: Dante Alighieri, Amiri Baraka, Giuseppe Gioachino Belli, Gaio Sallustio Crispo, Ildeberto di Levardin, Gustave Flaubert, G