ANTONY AND THE JOHNSONS | The Crying Light

0
206

Antony And The Johnsons
The Crying Light
Secretly Canadian - distr. Goodfellas
2009

Antony Hegarty, ovvero dello splendore e della commozione di un soul ermafrodito. A fronte di innumerevoli cameo e collaborazioni (tra cui quella splendida e piu’ recente con Andrew Butler in seno al progetto di disco-pop deviante Hercules And Love Affair), il vocalist/pianista/performer californiano abbandona completamente il versane del cabaret teatrale per darsi anima e corpo al canone della “torch song” piu’ rarefatta e decadente. The Crying Light e’ un disco in cui i Johnsons si ascoltano a latere di un nutrito e stellare cast orchestrale brillantemente diretto da Nico Muhly. La musa estetica e spirituale di Antony resta sempre e fortemente Kazuo Ohno (insieme al coreografo nipponico Tatsumi Hijikata fondatore e interprete di danza butoh) – ritratto in copertina come gia’ accadde per l’EP antipasto Another World dello scorso anno – mentre la base concettuale dei testi rivolge un sensibile pensiero verso la natura e i suoi aspetti vitali. Il carattere di opera adulta e ricercata non inficia e deprime l’essenza melodica dei brani, che pur mantenendo un profilo ritmico languido e sommesso procedono leggeri e piacevoli, lasciando trapelare una fitta gamma di sfumature armoniche tra le maglie di archi e fiati pregni di limpida rugiada mattutina, delicati accordi di piano e tenui arpeggi di chitarra. L’elemento che giganteggia in primo piano e’ soprattutto la voce candida ed eterea di Antony, intrisa di quel fascinoso pizzico di malinconia e infantile ingenuita’, una voce che rapisce sia quando evoca il greve fardello del dolore e della rassegnazione, sia quando manifesta stupore e giubilo di fronte all’ordine e al fine naturale di tutto cio’ che vive dentro e fuori di noi. Il lavoro di Nico Muhly sugli arrangiamenti e’ altrettanto superbo, un coagulo di stili diversi ma atmosfericamente parenti che vanno dal chamber pop di Epilepsy Is Dancing e Kiss My Name al clima folksy di The Crying Light, dalla ballata crepuscolare di Another World al gospel-soul di Aeon e Dust And Water. Un disco di totale evasione (e non certo d’intrattenimento), da suonare in solitudine per ritrovare quel rilassato senso di intimita’ e comunione con il proprio io in un mondo che fugge, muta e ci travolge troppo velocemente.


 


 




Voto: 7,5/10


Genere: Avant Chamber Pop / Songwriting


 


 




Musicisti:


Antony – vocals, piano


Rob Moose – guitar


Jeff Langston – bass


Todd Cohen -drums


Parker Kindred – drums


Julia Kent – cello


Maxim Moston – violin, strings


Thomas Bartlett – piano, accordion, keyboards


Nico Muhly – conductor, horn and strings arrangements


Greg Cohen – doublebass


Lisa Albrecht – trombone


Tim Albrigt – trombone


Leise Anschuetz – french horn


Susy Perelman – violin


Hiroko Taguchi – violin


Anja Wood – cello


Antoine Silverman – violin, viola


Danielle Farina – viola


Doug Wieselman – clarinet, reeds


Alexandra Knoll – oboe


 


 




Brani:


01. Her Eyes Are Underneath The Ground


02. Epilepsy Is Dancing


03. One Dove


04. Kiss My Name


05. The Crying Light


06. Another World


07. Daylight And The Sun


08. Aeon


09. Dust And Water


10. Everglade


 




Links:


Antony And The Johnsons: www.antonyandthejohnsons.com


Secretly Canadian Records: www.secretlycanadian.com