CRISTINA ZAVALLONI | Solidago

0
249

Cristina Zavalloni
Solidago
Egea Records
2009

Solidago e’ principalmente – ma non solo – un omaggio di Cristina Zavalloni, cantante e compositrice emiliana, a quel grande maestro, protagonista indiscusso della musica conosciuto ed apprezzato senza riserve in tutto il mondo, che e’ Charles Aznavour, tuttora in fervente attivita’ anche in Italia.




La “chanson” di Aznavour – parigino con origini armene – ha fatto scuola e riscosso successi planetari proprio grazie all’assoluta originalita’ del suo stile di composizione e della sue caratteristiche interpretative, che l’hanno reso inconfondibile. L’assimilazione di spunti jazzistici da parte di Aznavour – in una Francia a cavallo tra il primo ed il secondo ‘900, ricca di fermenti tali da poter essere considerata a tutti gli effetti una sorta di seconda patria del jazz – e’ riversata nelle sue canzoni, ricche pure di forti componenti drammatiche e frequenti momenti introspettivi.



Tanti elementi caratterizzanti, dunque, che sono stati raccolti con grande attenzione da Cristina e dal suo gruppo. Un gruppo molto affiatato di musicisti dal tocco musicale notevolmente raffinato, formato da un ottimo Stefano De Bonis al piano, da un dinamico Antonio Borghini al basso e contrabbasso e da un eccezionale Cristiano Calcagnile alla batteria, che porta avanti, anche in tour live, uno spettacolo molto fluido e fruibile.


E’ sorprendente la partecipazione che la Zavalloni riesce a trasmettere col suo canto, ottima la sua capacita’ di immedesimarsi nel personaggio della chansonnier, sia per la cura che lei, diplomata in lingue, riserva alla pronuncia ed all’interpretazione, sia per la ricchezza di trasmissione emotiva e carica di pathos. Le strutture classiche della chanson francais sono poi ulteriormente impreziosite e vestite di raffinatezza dagli arrangiamenti messi in campo dal gruppo.



Ma il tributo riservato da Cristina a Charles Aznavour non e’ il solo tema di questo cd, che racchiude ben quindici brani, circa la meta’ dei quali e’ rappresentata da composizioni originali della stessa Zavalloni in cui emergono le sue migliori caratteristiche interpretative. Un timbro puro ed attentamente controllato, grande cura per l’intonazione anche nei piu’ ardui passaggi di tonalita’, ricchezza di componenti armoniche, costante attenzione per l’espressivita’.


A conferma di una duttilita’ interpretativa non comune, tra i diversi progetti che Cristina Zavalloni porta avanti s’incrociano e si attraversano la musica classica e quella contemporanea, il teatro con la danza, oltre che il jazz.


Quest’ampia varieta’ di esperienze si riflette pienamente nel tono complessivo del disco, spesso scanzonato e a tratti perfino canzonatorio, a cominciare dal titolo, che richiama il Solidago Compositum, una stregoneria medicinale quasi miracolosa. Solidago e’ poi anche il titolo di un medley all’interno del cd, con annessa strabiliante formula alchemica.


L’identita’ del progetto e’ poi ulteriormente delineata dal brano di apertura, un’originalissima versione di Quel Che Non Si Fa Piu’, con l’accompagnamento di due toy piano in un’atmosfera fuori tempo e fuori del tempo.




L’insieme non e’ dunque strutturato come la solita raccolta di brani slegati ma come un tutt’uno dove, proprio come in una pie’ce teatrale, sono rappresentati contenuti drammatici ed introspettivi accanto a momenti frizzanti, compresi un piccolo monologo – nel quale Cristina presenta agli ascoltatori se stessa ed i suoi compagni d’avventura – e fantasiose dissertazioni vocali sostenute da arrangiamenti originali, spinti a volte fino ad apparire quasi spregiudicati.




Musicisti:


Cristina Zavalloni – voce


Stefano De Bonis – piano


Antonio Borghini – basso


Cristiano Calcagnile – batteria




Brani:


01 – Is a bell…a bell? + Quel che non si fa piu’ (V.Lann, Calabrese, C.Aznavour, Garvarentz)


02 – Si tu m’emportes (C.Aznavour)


03 – Straight jingle (C.Zavalloni)


04 – La mamma (R.Gall, C.Aznavour)


05 – Ci vengo (C.Zavalloni)


SOLIDAGO COMPOSITUM:


06 – Solidago (C.Zavalloni)


07 – Kaigomai – kaigomai (K.Stavros, N.Nikos)


08 – Alarm will solidago (C.Zavalloni)


09 – Io tra di voi (C.Aznavour)


10 – Vivre avec toi (C.Aznavour)


11 – Qui? (C.Aznavour)


12 – Swingle jingle (C.Zavalloni)


13 – Teaching Job (C.Zavalloni)


14 – Aspetto il silenzio (C.Zavalloni)


BONUS TRACK:


15 – Que sera sera 3’04” (J. Livingston / R.Evans)

L’intervista di Sound Contest a Cristina Zavalloni



Le foto di Cristina Zavalloni al Phonetica Jazz Festival 2009 di Maratea