RAFFAELLO PARETI “THE ROAR AT THE DOOR” | Il mondo che verrà

0
287

RAFFAELLO PARETI “THE ROAR AT THE DOOR”
Il mondo che verrà
Artesuono
2015

Un incantevole arcobaleno sonoro pregno di fulgide e sgargianti sfumature timbriche. “Il Mondo che Verrà”, la nuova incisione discografica dell’estroso contrabbassista e compositore Raffaello Pareti, evoca questa surreale immagine sin dalla prima traccia. Il leader della formazione intraprende il suo viaggio artistico al fianco di tre formidabili compagni d’avventura: Francesco Bearzatti (sax tenore & clarinetto), Mauro Ottolini (trombone, tromba bassa e flauti sardi) e Walter Paoli (batteria). La tracklist presenta otto brani originali frutto della penna di Pareti, eccetto Crickets in My Head (dedicato a Mauro Ottolini) a cura di Bearzatti. Il tema di La Strada è palpitante ed estremamente trascinante. Ottolini e Bearzatti, nel segno di un infervorato interplay, dialogano serratamente creando un singolare e inebriante amalgama melodico. Il contrabbassista partorisce un solo torrenziale, convincente, ad alta tensione emotiva. Paoli sobilla puntualmente i solisti con un drumming dirompente e multicolore. Sirene è una composizione in cui una struggente cantabilità regna sovrana. Qui trasuda la toccante sensibilità espressiva di Francesco Bearzatti, che sviluppa un’improvvisazione soave e imperlata da un suono penetrante. Mauro Ottolini sviscera un fraseggio intensamente lirico, dosato, dall’impatto empatico. Il manto armonico intessuto da Raffaello Pareti è regale e decisamente funzionale. Walter Paoli, mai sopra le righe, adopera le spazzole con leggiadria e gusto. L’effervescente tema di Crickets in My Head entusiasma l’ascoltatore. Il sassofonista e il trombonista, con una contagiosa verve, interloquiscono amabilmente e loquacemente. Pareti dà vita a un eloquio solistico straripante, supportato da una solida tecnica contrabbassistica. “Il Mondo che Verrà” è un disco appassionante che, attraverso sonorità interessanti e screziate, coinvolge fortemente l’ascoltatore dal primo all’ultimo brano.

Genere: Modern Jazz

Musicisti:

Francesco Bearzatti, sassofono tenore & clarinetto
Mauro Ottolini, trombone, tromba bassa, flauti sardi
Raffaello Pareti, contrabbasso
Walter Paoli, batteria

Brani:

01. La Strada
02. Il Bar delle Fragole
03. Tra Chiaro e Oscuro
04. Il Mondo che Verrà
05. Sirene
06. Crickets in My Head
07. Notturno
08. Effetto Otto

Link:

Raffaello Pareti

Artesuono