Raffaella Zago pubblica “Zoso”, una canzone d’amore nu-soul

0
57

“Zoso”, il terzo singolo ufficiale della cantautrice urban Raffaella Zago, è disponibile su tutte le piattaforme digitali. Il brano esce per l’etichetta milanese Groovin Recordings e anticipa l’uscita, prevista per aprile, del primo album dell’artista di origine padovana e residente a Milano.

“Zoso” è una canzone d’amore nu-soul e il titolo richiama il noto simbolo disegnato da Jimmy Page (Led Zeppelin) perché la persona a cui è dedicato il brano se lo è fatto tatuare sul braccio. Così Raffaella Zago spiega la genesi del pezzo: “Zoso è nato durante una session pomeridiana nello studio del mio produttore assieme al mio chitarrista. La canzone è una dedica d’amore al mio ragazzo in cui racconto un po’ la nostra storia e descrivo come mi sento quando sto con lui. La produzione musicale ha delle influenze afro grazie alla presenza delle percussioni ma, più in generale, suona 100% nu-soul, con un cantato molto leggero ma intenso“.

LA BIO DI RAFFAELLA ZAGO

Raffaella Zago, nata a Padova nel 1998, comincia a studiare pianoforte a otto anni per poi proseguire questo percorso al liceo musicale come pianista classica e con lo studio del canto lirico. A 20 anni frequenta il CPM di Milano conseguendo la laurea triennale in canto pop-rock con una tesi intitolata “La black music dagli anni ‘90 ad oggi”. A fine 2023 pubblica per Groovin Recordings la sua reinterpretazione in chiave nu-soul di “Money Trees”, brano del rapper più lodato dell’ultimo decennio, Kendrick Lamar, seguita, a stretto giro, dal suo primo inedito ufficiale, “Open Your Heart”. È autrice e compositrice, collabora con Max Greco, co-produttore musicale dei suoi brani, e con una band di musicisti che la affianca sia in studio sia nelle date dal vivo.

LA STORIA DI GROOVIN RECORDINGS

Groovin Recordings nasce nel 2015 da un’idea di Paolo Rey e Alex De Ponti, titolari di Vinylbrokers, negozio di dischi milanese. Essendo a stretto contatto con il mondo del vinile, i due fondatori conoscono bene i titoli che cominciano a diventare “hard to find”, così l’etichetta si prefigge di soddisfare questa esigenza del mercato, affermandosi in pochi anni come una delle realtà più forti nel settore delle ristampe. Il catalogo va dalla soul/disco più classica a quella più underground fino alla house music, dai titoli più di nicchia a quelli più popolari. Dal 2021, Groovin dà spazio a giovani produttori, come i francesi Groove Boys Project e il colombiano Felipe Gordon, con il preciso intento di promuovere i nuovi talenti. Nel 2023 avviene il passaggio a un livello superiore con la completa produzione (esecutiva e artistica) di Raffaella Zago.