NAKED QUARTET | Naked

0
488

Naked Quartet
Naked
Effemusic
2009

Accordi veloci e accostati in modo ardito..

Giro armonico blues…

Bebop, Hard Bop e la capacita’ di sperimentare un passaggio, in che direzione? Free Jazz? Modern Mainstream? È un quesito interessante che dispone all’ascolto del Naked Quartet con una certa curiosita’, con l’attenzione a cogliere le sfumature, ad inseguire i suoni e le idee per vedere dove vanno a finire.

Naked, che prende il nome dall’ensemble, e’ il nuovo disco realizzato da Massimiliano Rolff, mente e colonna portante in senso ritmico e creativo della band, che ha scelto come compagni di questo nuovo viaggio Emanuele Cisi, Andrea Pozza ed Enzo Zirilli. Musicisti diversi da quelli che hanno operato nel precedente progetto discografico di Rolff, Unit Five.
In questo disco troviamo le stesse tendenze e gli stessi spunti pensando allo stile del precedente lavoro, ma la riuscita di questo nuovo cd si colloca oltre. Maggiore maturita’ e l’apporto di colleghi colti, raffinati, che hanno costruito il loro percorso e la loro sensibilita’ sulla ricerca sonora, ritmica, melodica, contenutistica, ad un alto livello tecnico e musicale.

Intercity, il primo pezzo. Un treno che passa “inter nos”, un viaggio su rotaie flessibili che accompagnano la velocita’ dello sguardo su paesaggi inafferrabili, che modulano gli ambienti dell’anima in una dinamica corsa alla scoperta della propria curiosita’. Un guizzo di brio positivo che passando per Tell me your wishes e On my name, giunge al brano che intitola il disco, Naked. Si apre con un assolo del pianista, Andrea Pozza, con un linguaggio affollato di note armonicamente in urto tra loro, di sonorita’ che si rincorrono alla ricerca di stupefacenti accordi mai struggenti. L’essere “nudo” si percepisce come un corpo in cerca della sua dimensione espressiva, come di un abito giusto che lo rappresenti, e tutte le note in corsa di Pozza finiscono per accogliere l’entrata di Emanuele Cisi al sax tenore, con un’atmosfera rarefatta di lieve conversazione in cui si inserisce un dialogante contrabbasso e un discreto rullante. Anche il batterista, Enzo Zirilli, si sintonizza su questa linea di ricerca tanto intimistica da raccontare di un’enseble dal rodato equilibrio.

Il brano numero 6, That day, that morning, da’ l’occasione a Cisi di scorrazzare con agile inventiva e musicalita’ sulle ardite sonorita’ del sax soprano.
L’ultimo brano, Last time blues, ancora impostato su questa gioiosa piacevolezza del fare musica cercando, cos’e’? un addio al Blues?, un addio al vecchio Blues? Certo l’interpretazione rimane fedele all’obiettivo della band, trovare un nuovo linguaggio per il jazz europeo.


Musicisti:
Emanuele Cisi – sax tenore
Andrea Pozza – pianoforte
Massimiliano Rolff – contrabbasso
Enzo Zirilli – batteria


Brani:
01. Intercity
02. Tell me your wishes
03. On my name
04. Naked
05. Somewhere folk song
06. That day, that morning
07. Last time blues


Link:
Massimiliano Rolff:
www.rolff.it
Edizioni Effemusic:
www.effemusic.it