Matteo Alfonso trio featuring Carlo Atti – Spinea, 18 marzo 2009

0
354
Matteo Alfonso trio feat. Carlo Atti

 Barone Rosso, Spinea – ore 21.30


Carlo Atti (sax)
Matteo Alfonso (piano)
Lorenzo Conte (basso)
Giancarlo Bianchetti (batteria)


Il trio di Matteo Alfonso, giovane pianista classe 1976, è abituato ad essere accompagnato da ospiti d’eccezione, e questa sera al Barone Rosso ci sarà il sassofonista Carlo Atti. Nato in provincia di Bologna, Atti ha lavorato tra gli altri con Massimo Urbani, Sal Nistico, Steve Grossman e Larry Nocella, con i quali ha suonato in molte importanti rassegne di jazz tra le quali Umbria Jazz dove, con la formazione Atti, Tamburini, Odorici, Cazzola, Vaggi, Tonolo (Nuovo Sestetto Italiano), ha ottenuto il premio Four Roses. Nel novembre 1995, insieme a Roberto Rossi (trombone), Andrea Pozza (pianoforte), Ares Tavolazzi (contrabbasso) e Ellade Bandini (batteria), Atti ha suonato al Ronnie Scott’s Club di Londra: è stata la prima esibizione in assoluto di un gruppo italiano nel prestigioso locale di fama mondiale. Nella Musica Pop ha collaborato con Rossana Casale (Jazz In Me, Strani Frutti) e con Lucio Dalla (Dalla Moranti). Carlo Atti possiede al massimo l’arte dell’eloquenza, un’eloquenza elegante e raffinata, in un discorso musicale in cui ognuna delle sue note ha un peso, una profondità ed una sensibilità che la rendono essenziale in seno a un discorso melodico ineccepibile in quanto ad equilibrio, finezza e articolazione.

 

Carlo Atti

Carlo Atti è nato a Molinella (BO) il 22 ottobre 1968. Ha iniziato a suonare il flauto traverso all’età di otto anni, poi, adolescente, è passato al sax tenore sotto l’insegnamento del maestro veneziano Giorgio Baiocco. In seguito ha conosciuto Massimo Urbani, Sal Nistico e Larry Nocella, con i quali ha suonato in diverse occasioni e dal 1987 al 1990 in molte importanti rassegne di jazz tra le quali Umbria Jazz, dove, con la formazione Atti, Tamburini, Odorici, Cazzola, Vaggi, Tonolo, ovverossia il “Nuovo Sestetto Italiano”, ha ottenuto il premio Four Roses. Insieme a Steve Grossman ha partecipato al concerto di apertura della Biennale dei Giovani Artisti d’Europa a Marsiglia (Francia) nel 1990. Il 21 maggio 1991 è stato presentato ufficialmente il suo primo CD intitolato Straight Ahead, al quale hanno collaborato il pianista canadese Fred Henke, il batterista Massimo Dell’Omo e il contrabbassista Luciano Milanese. Insieme allo stesso Milanese, Andrea Pozza e Bob Braye, ha registrato un CD dal titolo Lucky Serenade (1994). Nel novembre 1995 insieme a Roberto Rossi (trombone), Andrea Pozza (pianoforte), Ares Tavolazzi (contrabbasso), Ellade Bandini (batteria), Atti ha suonato al Ronnie Scott’s Club di Londra: è stata la prima esibizione in assoluto di un gruppo italiano nel prestigioso locale di fama mondiale.

Con la stessa formazione ha poi partecipato al Festival di Ivrea. Nel febbraio 1996 ha suonato con Bob Mover alla Cantina Bentivoglio e sempre nello stesso anno, nel mese di novembre, al Ridotto del Teatro Comunale di Ferrara, nell’ambito della rassegna Invito al Jazz, ha suonato con Hal Galper, Jeff Johnson e Steve Ellington. Con la stessa formazione, nel gennaio 1997, ha inciso un CD intitolato Sweet Beat Blues.
Da agosto a novembre 1998 e da ottobre a dicembre 1999 è stato a New York, dove ha avuto occasione di confrontarsi con musicisti di fama internazionale. Nel 2002 Carlo vince il premio della critica delle riviste on line Ciao Jazz e Jazz Valley, indetto dal Modena Jazz Club nel Festival Jazz al Teatro Comunale di Modena. Nella Musica Pop ha collaborato con Rossana Casale (Jazz In Me, Strani Frutti), con Lucio Dalla (Dalla Moranti).


Barone Rosso – ore 21.30
Spinea, via Martiri 5
tel. 041.990153

www.terramossa.it