Marcello Colasurdo nel regno delle arpe

0
236

Marcello Colasurdo rende omaggio alla secolare tradizione viggianese. Venerdì 1 agosto l’artista partenopeo, definito  “la voce del Vesuvio”,  si esibirà al Mandorleto di Viggiano, in Val d’Agri, nell’ambito della VII edizione della Rassegna dell’Arpa Viggianese. Oltre al concerto, terrà ance il  workshop “Tradizione popolare dell’entroterra campano” per i ragazzi della scuola dell’arpa. In programma, inoltre, il dj set di Staff Delirio e il concerto della Pop Harp, il duo arpa-fisarmonica di Marcella Carboni e Max De Aloe che spazia da Pascoal a Jobim, da Sting ai Beatles, da Piazzolla a Fauré. Tutti gli eventi in programma sono ad ingresso gratuito.

Artista eclettico, con un repertorio che parte dai canti rituali, quelli cosiddetti ‘a ffronna’, per raggiungere, attraverso miriadi di accenti e sonorità, alla tarantella contemporanea e alla  tammurriata’, Marcello Colasurdo con i suoi Spaccanapoli è entrato a far parte della ristretta cerchia dell’etichetta Real World di Peter Gabriel. Ha lavorato al cinema come attore con Federico Fellini, Salvatore Piscicelli, Antonietta De Lillo, Antonio Capuano e in teatro con Mario Martone, Laura Angiulli e Giorgio Presburger. Interprete della canzone tradizionale campana e voce storica degli  ’E Zezi, gruppo legato al mondo operaio quanto alla tradizione, vanta numerose collaborazioni dal vivo e in studio con grandi nomi della musica italiana dalla Nuova Compagnia di Canto Popolare (in scena a Viggiano il 3 agosto) ai Modena City Ramblers, dagli Almamegretta ai 99 Posse, i Bisca, Daniele Sepe.

La Rassegna dell’Arpa Viggianese – evento organizzato dall’associazione culturale Art.9, finanziato dagli assessorati comunali alla Cultura e al Turismo e allo Spettacolo, con il patrocinio della Regione Basilicata, della Provincia di Potenza, della Comunità montana Alto Agri e dell’Ente Parco nazionale dell’Appennino Lucano – celebra ogni estate la tradizione viggianese narrata anche da Giovanni Pascoli.