LUIGI VITALE & LUCA COLUSSI | Stilelibero

0
409

LUIGI VITALE & LUCA COLUSSI
Stilelibero
nusica.org
2015

La ricognizione sulle ultime uscite di casa nusica.org ci porta dalle parti di “Stilelibero”, esordio in duo del vibrafonista campano Luigi Vitale e del batterista friulano Luca Colussi. Entrambi hanno già incrociato i rispettivi strumenti in “Idea F” (2012) primo album dell’XYQuartet, ma il nome e gli ottimi credits di Colussi vi salteranno meglio in mente qualora abbiate presenti le ultime e pregevoli incisioni di Lanfranco Malaguti. In questo contesto, però, la coppia svetta e stupisce ancor di più per un approccio creativamente e tecnicamente disinibito, volto ad esplorare il potenziale espressivo di due strumenti percussivi che insieme svelano spesso un’inaspettata e pazzesca simbiosi.

 

Oltre al bel repertorio (completamente improvvisato), il valore aggiunto di questa registrazione è provvisto dal modo spregiudicato ed eterodosso in cui Vitale trasforma e sollecita la timbrica percussiva del vibrafono. Capita, ad esempio in Instabilità delle acque, dove la gamma e l’intensità delle note si sciolgono lentamente nell’aria, evaporano e si espandono quasi a comporre nubi sinusoidali o gassosi grumi interstellari. Diversamente, nei tre movimenti di Suite verticale, il suono assume connotati più laminati, impuri e spigolosi per poi diluirsi in vortici effettistici, assaliti dalle furiose e frastagliate trame ritmiche di Colussi.

 

Il lavoro del batterista è, difatti, l’altro grande spettacolo di “Stilelibero”. Tra bacchette, tamburi, piatti, cembali, campanelli, gong e altri oggetti da percuotere o sfiorare, Colussi si muove inquieto nel ricco alveo di ancestrali poliritmi africani, voodoo caraibici, accenti orientali e provocatori lessici occidentali. Sovente il suo “modus operandi” rammenta le bizzarrie swinganti di Han Bennink, il globalismo ecumenico di Andrea Centazzo o anche le indagini sperimentali del bravissimo Ches Smith ascoltato nei suoi lavori in solo. Tutto questo per dire che l’album avvince e convince traccia dopo traccia, sorretto e pervaso da un continuo spirito di ricerca che in soli quaranta minuti marcia spedito alla meta, tra estrosa raffinatezza e costruttiva anarchia.

 

Voto: 8/10

Genere: Impro / Creative Music

 

 

Musicisti:

Luigi Vitale – vibraphone, prepared vibes with chains, double bass bow, pedals

Luca Colussi – drums, bells, gong, sound objects

 

 

Brani:

01. Paesaggi nordici

02. Tempi moderni

03. Fuga e libertà

04. Ce simm’ appiccecat’

05. Instabilità delle acque

06. Suite verticale: (I) Sotterranei; (II) Piano Terra; (III) All’aria aperta

07. Bagliori

 

 

Links:

nusica.org

Luigi Vitale

Luca Colussi

LUIGI VITALE & LUCA COLUSSI | Stilelibero   LUIGI VITALE & LUCA COLUSSI | Stilelibero   LUIGI VITALE & LUCA COLUSSI | Stilelibero