LUCA AQUINO | aQustico

0
289

LUCA AQUINO
aQustico
Tuk Music
2013

D’accordo, sarà anche il quinto album di Luca Aquino ma questo progetto e questo repertorio hanno quella sana urgenza e vibrante energia che di solito contraddistinguono un bel disco d’esordio. Dopo l’orgiastico simposio stilistico di “Chiaro”, la durevole affermazione di “Icaro Solo” e l’importante avventura al fianco di Manu Katché il trombettista aveva già veicolato diversi segnali che facevano presagire un suo cambio di passo artistico contrassegnato da un ritrovato piacere per la dimensione esclusivamente acustica. Ecco dunque “aQustico”, un disco dove Aquino rimescola il proprio estro compositivo ed interpretativo gettando nuove carte vincenti sul tavolo di gioco.

 

A cominciare dalla formazione e dai partner che l’accompagnano in questo avvincente discorso sonoro costruito su melodia e ritmo, jazz e folk, tradizione, forma-canzone e misurata sperimentazione. Musicisti giovani e versatili, dotati di un ottimo bagaglio tecnico come il fisarmonistica irpino Carmine Ioanna, la pianista siciliana Sade Mangiaracina, il contrabbassista piemontese Giorgio Vendola e il batterista romano Alessandro Marzi, un team che neanche a farlo apposta rappresenta anche il nuovo genio italico musicale visto nella sua totalità territoriale da Nord a Sud.

 

Contenuto nel classico (e ormai sempre più raro) range dei quarantacinque minuti, il repertorio dell’album scorre in modo fluido e naturale, alternando momenti di sospesa magia, poesia ed estasi emotiva a episodi liricamente divertenti, giocosi e ritmicamente vivaci. Questa duplice visione è quella che da sempre connota il pensiero musicale di Aquino, stilisticamente riconoscibile nel registro granuloso e ovattato ma mai così spontaneo e disinibito nel mostrare una gamma di fraseggi estremamente agili e dinamici, pur preservando nei tempi forti una indissolubile verve lirica e melodica.

 

La sofisticata ma irresistibile cantabilità di ogni traccia è infatti il processo di una matura strategia di scrittura posta in essere da Aquino (autore di tutte le composizioni tranne che di Incerto e Mastroianni, firmate rispettivamente da Vendola e Mangiaracina) che offre magnifici risultati in almeno quattro titoli: nell’ordine Aquistico, ½ Cuba Dani Kira, Japan Pop e La ninna nanna del capitano. Sono anche brani in cui avvengono quelle straordinarie leghe chimiche tra musica ecumenica e pop tanto care ad Aquino, acuto esploratore di patrimoni e radici musicali d’ogni angolo della Terra, tesori ancestrali che la sua tromba e la fisarmonica di Ionna hanno la bravura di rileggere e intensificare con perfetta sensibilità contemporanea.

 

 

Voto: 8/10

Genere: Modern Jazz / World-Pop-Folk

 

 

Musicisti:

Luca Aquino – trumpet, flugelhorn

Carmine Ioanna – bandoneon

Sade Mangiaracina – piano

Giorgio Vendola – doulble bass

Alessandro Marzi – drums

 

 

Brani:

01. Mastroianni

02. Aquistico

03. Chet e Liz

04. ½ Cuba Dani Kira

05. Incerto

06. Japan Pop

07. La ninna nanna del capitano

 

 

Links:

Luca Aquino

Tuk Music