Live Concert Marco Zurzolo 4et per Jazz Club Campi Flegrei Stagione 2013/2014 – Bacoli (NA), 14 novembre 2013

0
226

             Giovedì
14 novembre 2013, start 20:30 for dinner e inizio live concert alle 22:30, il
“JAZZ CLUB CAMPI FLEGREI” presenta la performance di musica dal vivo
col MARCO ZURZOLO 4et (Marco Zurzolo sax; Federico Luongo chitarra; Diego
Imparato contrabbasso, Gianluca Brugnano batteria) presso il “BLACK STUFF
IRISH PUB” (via Giulio Cesare n. 282, Torregaveta – Bacoli, NA. Info e
prenotazioni: 349/1566591, jazzclubcampiflegrei@libero.it).

 

            La
Formazione:

            Marco
Zurzolo sax

            Federico
Luongo chitarra

            Diego
Imparato contrabbasso

            Gianluca
Brugnano batteria

 

 

            Dopo
il successo dei concerti di ottobre con le formazioni del trombettista Giovanni
Amato in 4et
e del pianista Antonio Capasso in trio, proseguono gli
appuntamenti all’insegna dell’ottimo jazz dal vivo che il “JAZZ CLUB
CAMPI FLEGREI”
propone nella accogliente irish pub “Black
Stuff” di Torregaveta, aprendo le performance di novembre col progetto di MARCO
ZURZOLO in 4et
.

            La
formula è ormai collaudata: cena con menu autunnale dai profumi terrigni di
piatti a base di funghi e castagne e, rigorosamente a seguire, l’esibizione (30
€ con la cena, 20 per gli under 30, 10 per ascoltare solo il concerto). E non è
un caso che il cartellone della stagione prevista sino a maggio 2014, con
cadenza di due concerti al mese, sempre di giovedì, sia nutrito e ben
assortito, dal momento che il “Jazz Club Campi Flegrei” proprio
questo novembre festeggia i suoi 7 anni di attività, in cui ha proposto circa 100
concerti, ospitando grandi esponenti del panorama jazzistico nazionale e
internazionale.

            Non
da meno sarà la serata del 14 novembre, protagonista Marco Zurzolo col suo
quartet, che promette, come del resto ci ha abituati già da tempo, un sound che
sposa la melodia della tradizione napoletana e mediterranea con i ritmi e
l’estro improvvisativo del jazz e del blues, in un’inedita visione della musica
partenopea, cifra, questa, divenuta uno dei suoi marchi di fabbrica.
Sassofonista, compositore e arrangiatore presente ormai da tempo sulla scena
jazzistica internazionale, Zurzuolo, nell’edificare un repertorio che trova il
suo fulcro nella contaminazione di generi solo apparentemente distanti, in
verità più per ascendenza geografica che per ispirazione culturale, pesca e
rielabora nuance musicali dal lessico delle sonorità religiose, popolari,
disegna un pentagramma su cui scrive note e riporta suggestioni tradizionali,
del folklore, muovendosi secondo una sperimentazione rispettosa e memore degli
originali, ma anche all’insegna di una rilettura personale e sui generis,
liberando alcuni stilemi da una facile oleografia artistica e da un pericoloso
bozzettismo musicale. Le tinte forti del simbolismo, di una sorta di ‘ricerca
antropologica sonora’, della musica sacra si mescolano con la creatività, col
dinamismo e la vitalità delle cadenze jazz in un sodalizio in cui il sapore
antico e le radici si fondono con l’innovazione, con i diversi linguaggi e le
varie declinazioni, offerte, per un verso, dal background jazzistico, per un
altro dalla canzone tradizionale napoletana, dalle atmosfere mediterranee e
persino dagli influssi balcanici. Una miscellanea sonora che trae forza,
peraltro, dall’ottimo interplay degli strumentisti in un ensemble equilibrato e
armonico.

            Alcune
delle altre date previste nell’iter artistico del “Jazz Club Campi
Flegrei” per la stagione 2013/2014 sono: giovedì 28 novembre Antonio
Ciacca Trio;
giovedì 12 dicembre il quartetto di Raffaello Pareti col
progetto “The Roar
At the Door”; giovedì 26 dicembre il trio di Emmet Cohen con il suo
recentissimo “Infinity”;
giovedì 9 gennaio 2014 l’Orchestra Joubes (I
appuntamento della rassegna “Non solo Jazz”, che andrà avanti con
cadenza quadrimestrale); giovedì 23 gennaio 2014 “The Golden Circle” con
Bosso, Giuliani, Pietropaoli, Di Leonardo e, a marzo 2014, Elina Duni in
concert.
E ciò solo per citare alcuni degli interpreti di questa kermesse
che disegnerà una parabola di live jazz da ottobre a maggio per intenditori e
per semplici appassionati della buona musica!