Laurent Filipe, Ospite D’eccezione Del Marco De Tilla Trio Per

0
143

Mercoledi’ 15.9.2010, ore 21:00, per la III edizione
de “I CORTILI DEL JAZZ” presso il Museo di Capodimonte (via Miano n. 2 –
Napoli. Biglietto d’ingresso 5,00 € sino a esaurimento posti. Info: 848800288),
“PROGETTO SONORA” presenta, per il terzo dei quattro appuntamenti della
kermesse jazz, il MARCO DE TILLA TRIO. Ospite internazionale LAURENT
FILIPE

Marco
de Tilla: contrabbasso
Antonio
Capasso: pianoforte
Elio
Coppola: batteria
Laurent
Filipe: tromba

Dopo i precedenti live
concert del Giulio Martino Trio e del Francesco D’Errico Trio,
proseguono le jazz session dal vivo de “I CORTILI JAZZ” 2010,
nell’ambito di “ESTATE NEI MUSEI”.

Sotto
l’attenta guida di Marco Sannini, direttore artistico della
manifestazione, questa la terza serata dedicata al jazz e ospitata nello
scenario monumentale della Reggia-Museo di Capodimonte.

Proprio
nel felice sodalizio tra lo splendido scenario del Museo di Capodimonte, bene
storico-architettonico d’indiscusso valore, e l’ottima sperimentazione ed
esecuzione degli artisti chiamati a dare, con il loro estro e creativita’, nuovo
lustro al grande fascino di una tale cornice, infatti, risiede il valore
aggiunto di questi appuntamenti con il buon jazz.

E anche la
data del 15 settembre non fara’ difetto in tal senso. A partire dalla
performance dell’ospite d’eccezione LAURENT FILIPE. Ad accompagnare il timbro
pieno e rotondo del contrabbasso di Marco de Tilla, affiancato sul palco da
Elio Coppola alla batteria e Antonio Capasso al piano, difatti, ci sara’ la
tromba virtuosa di Laurent Filipe in una teoria di pezzi dell’artista,
brasiliano di nascita e portoghese d’adozione, che spazieranno da standard
della tradizione jazz, intramontabili evergreen e veri e propri omaggi a icone
come George Gershwin, Chet Backer, Charlie Mingus, Bessie Smith e Louis
Armstrong, sino a creazioni originali come “Nottes”, “A Luz”, oltre a estratti
dall’album “Laura”, da “Quase… All of Me”, concerto organizzato per i trenta
anni di carriera, e – forse – anche qualche assaggio dei brani piu’ recenti, che
il trombettista, compositore, arrangiatore e produttore sta registrando proprio
in questi giorni.

Un
incontro tra due linguaggi musicali, quello partenopeo di de Tilla e i suoi
strumentisti, da sempre usi a collaborare nei live e nei dischi con altri
artisti, anche stranieri, ispirandosi e rielaborando la tradizione dei grandi
autori e musicisti italiani, cosi’ come di quelli americani e non solo, e il
frasario sonoro-melodico della tromba di Filipe, che di certo proporra’ pure
spunti di sue opere che hanno dato vita a colonne sonore per il cinema
e il teatro.

Il dialogo musicale che
si creera’ in scena tra le differenti sintassi sonore dei musicisti sara’
profondo ed equilibrato grazie alla comune passione e conoscenza dei repertori
jazz, dai piu’ classici a piu’ sperimentali, e, soprattutto, alla perizia tecnica
dei performer, nonche’ alla loro capacita’ interpretativa e d’improvvisazione.

Un’esibizione da non
perdere assolutamente!