LARGE UNIT – FENDIKA | EthioBraz

0
229

LARGE UNIT – FENDIKA
EthioBraz
PNL records PNL 049
2020

Seminascosti dalla sintetica dicitura “EthioBraz”, due grandi quanto distinti paesi: alla cultura musicale e spettacolare di Etiopia e Brasile si è abbeverato con estese frequentazioni il batterista e produttore norvegese Paal Nilssen-Love, che senza mezzi termini dichiara quanto abbiano influito sui propri orientamenti vitali e creativi tali soggiorni, peraltro recenti ma durante i quali ha estensivamente operato creando relazioni con locali artisti, organizzatori e scuole, ed importando quanto tratto da tali viaggi anche nella musicalità della sua free band Large Unit, di cui si è inteso celebrare almeno il primo quinquennio d’esistenza ed attività.

Questa si dispone adesso tra i nuclei di una ben più vasta compagine, estesa a ben oltre venti performers, tra musicisti e danzatori, includendo la guest-starring di Terrie Ex, agitatore della scena anarco-punk olandese, ruolo di punta entro una più generale attività avanguardista ed esplorativa, che s’arruola insieme ad eterogenei confratelli e consorelle entro un programma d’ampio respiro spettacolare che trae linfa ed ingredienti dalla cultura autoctona etiope e da quella meticcia brasiliana, liberamente innestandovi (e viceversa) la collettiva verve, ma per una volta deponendo armi e segni di bellicosità formale, orientando piuttosto le proprie disposizioni creative in termini di falange di rinforzo alle già ricche componenti ritmiche e cromatiche dai grandi paesi dell’emisfero australe, con cui la controparte scandinava interagisce con disciplina, in un composito avvenimento le cui spettacolari formule suonano più proprie del mondo world, con non poche espressioni pop, cui contribuisce con brillanti sortite dei suoi diversi ruoli solistici, e rimpolpando il fremente tessuto danzante. Il tutto, al dinamico e vivido servizio di un soundscape d’ampio collettivo, lungo una successione di brani individualizzati, a sviluppo aperto e dall’evoluzione non prevedibile.

“…oggi l’unica scena jazz interessante, è quella etiope!” – così esterna uno dei personaggi de La Grande Bellezza ma, se il fatuo clima generale della pellicola relega ciò ad effimera boutade, bisogna riconoscere che proprio l’apporto della compagine dell’Africa orientale sembra ciò che qui maggiormente connota il generale soundscape, improntando con più influenza l’aggregazione complessa, eppure “naturale” della composita band.

Urgenza e disseminazione di segni, colorismo e brio ne fanno “la più accessibile realizzazione entro il catalogo di Large Unit” (non improbabile considerando lo standard mediamente assai teso delle performance del collettivo, e più in generale di casa PNL), esitando il tutto in un invito universale alla danza senza barriere ed alla mutua conoscenza, caloroso antidoto a questi perigliosi tempi di tragiche odissee transcontinentali, muri e chiusure.

Genere: Ethno-World, Orchestral Jazz, Free Jazz

Musicisti:
Nardos Tesfaye, voce
Melaku Belay, danza, voce
Zinash Tsegaye, danza
Julie Kjær: flute, sax alto
Kristoffer Berre Alberts, sax alto e tenore
Klaus Ellerhusen Holm, clarinetto Bb, sax alto e baritono
Thomas Johansson, tromba
Mats Äleklint, trombone
Per Åke Holmlander, tuba
Kalle Moberg, accordion
Tommi Keränen, elettroniche
Habetamu Yeshambel, masingo
Fasika Hailu, krahr
Terrie Ex, chitarra elettrica
Ketil Gutvik, chitarra elettrica
Jon Rune Strøm, basso elettrico, contrabbasso
Christian Meaas Svendsen, contrabbasso, basso elettrico
Mesay Abebaye, kobero
Paulinho Bicolor, cuica
Celio de Carvalho, percussioni, berimbau
Andreas Wildhagen, batteria
Paal Nilssen-Love, batteria

Tracklist :
01. Zelesegna 4:30
02. Capoeira Mata Um 06:19
03. Anbessa 6:17
04. Fluku 2:40
05. Gue 7:05
06. Shellele 6:31
07. Nargi 9:10
08. Gonder 10:55
09. Hay Loga 5:36
10. Tezeta 6:19

Link:

www.paalnilssen-love.com