L’Arena Flegrea e la lunga estate musicale napoletana

0
468

Napoli si prepara ad un’estate molto calda sul fronte musicale. La nuova Arena Flegrea cala gli assi e propone una vera e propria kermesse lunga due mesi. Sono, infatti, davvero tante e tutte interessanti le proposte suggerite ai napoletani dal direttore artistico Stefano Valanzuolo. Si parte il 25 giugno con Sergio Cammariere che salirà sul grande palco al centro della Mostra d’Oltremare insieme al suo mito Gino Paoli e al pianista Danilo Rea. Sarà la prima volta a Napoli per la pianista e cantante americana Diana Krall (11 luglio) che si farà accompagnare da Antony Wilson, Karriem Riggins e Robert Hurst. La sera dopo (12 luglio) altre due stelle di prima grandezza: Pat Metheny & Ron Carter, insieme a Gwilym Simcock. Nemmeno il tempo di riprendersi è sarà la volta di Chick Corea, in quintetto con Kenny Garrett, Wallace Rooney, Christian McBride e Marcus Gilmore, che si esibirà in «Homage to heroes» il 16 luglio.

E poi ancora Stefano Bollani (19 luglio) con il suo progetto «Napoli Trip» accompagnato da Daniele Sepe, Nico Gori e Jim Black; Robert Plant & The Sensational Space Shifters il 22 luglio; i Massive Attack il 27 luglio. E ancora il trio Paolo Fresu-Omar Sosa-Jacques Morelenbaum l’1 agosto. E l’omaggio a De André il 5 agosto del supergruppo formato da Cristina Donà, Rita Marcotulli, Fabrizio Bosso, Javier Girotto, Enzo Pietropaoli, Cristiano Calcagnile e Saverio Lanza.

Presenti in cartellone anche Jack Savoretti & Dirty Romantics in «Written in Scars» il 5 luglio, Rufus Wainwright ed Emma Marrone in «Intimate Judy» il 28 luglio e Max Richter e le sue personali “Quattro stagioni” vivaldiane il 30 agosto.

Insomma il festival-non festival che mancava alla città di Napoli. Un festival che appaga i gusti di tutti gli appassionati e che promette prezzi popolari.