PINO DANIELE | La Grande Madre Tour 2012

0
338

Pino Daniele e’ un artista che non delude mai le aspettative del suo pubblico. Il suo La Grande Madre Tour 2012 ha esordito con successo ed ha gia’ archiviato tre o quattro date, alcune delle quali di grande importanza e rilievo, tra le quali le due al Palapartenope di Napoli.


La grande attesa e’ ora per gli appuntamenti del 6 e del 15 aprile all’Auditorium Parco della Musica di Roma – inutile nascondersi che, per Pino Daniele, alcuni appuntamenti come quelli con le piazze di Napoli, Roma e Milano, sono piu’ significativi di altri – con l’auspicio che possa sugellare l’ennesimo successo nel tour del noto cantautore partenopeo. Poi, via via, sara’ la volta di tutte le altre grandi piazze d’Italia, di alcune location di rilievo in Svizzera, e dei prestigiosi appuntamenti con l’Apollo Theatre di New York, col Berklee Performance Center di Boston e con il DC Jazz Festival di Washington.


Nonostante i venti di crisi e il momento non particolarmente favorevole in termini di popolarita’ e visibilita’ artistica – la potenza di fuoco di Pino Daniele si e’ subito fatta notare per alcune scelte strategiche e per diverse trovate, piu’ specificamente artistiche, che andiamo a esaminare di seguito.


Primo, un bel disco tutto nuovo, La Grande Madre, 11 brani inediti piu’ una chicca, un omaggio di Pino al suo amico chitarrista Eric Clapton.


Secondo, l’etichetta Blue Drag ed il ritorno a una distribuzione indipendente, la Indipendente-Mente, con la (nostra) sottolineratura che nei periodi passati, quando si e’ mosso sotto il segno dell’indipendenza, Pino Daniele ha sempre prodotto e realizzato i risultati migliori.


Terzo, un grande live tour, con cui risvegliare il pubblico dei suoi vecchi affezionati, scuoterli da un certo torpore dovuto al periodo di assenza necessario alla produzione del suo nuovo progetto, e anche – perche’ no? – farsi conoscere dalle nuove generazioni che si affacciano alla scoperta del mondo del grande blues e dell’ottimo funky prodotto in casa nostra.


Quarto, una grande band, veramente di grandissimo prestigio, nella quale Pino Daniele ha collocato il suo grande amico e ottimo collaboratore di vecchia data, il maestro Gianluca Podio, col ruolo di punto di congiunzione e di riferimento piuttosto che di coordinatore, con tre musicisti di grande fama, direttamente legati al mondo del grande jazz d’otreoceano. Omar Hakim alla batteria, l’italoamericana Rachel Z al piano e Solomon Dorsey al basso, fanno subito tornare alla mente i nomi grandissimi con cui questi musicisti hanno collaborato e di cui sono, a pieno titolo, diretti testimoni; volendone citare solo qualcuno, a titolo di esempio, Miles Davis, i Weather Report col grande Wayne Shorter, gli Steps Ahead e Mike Mainieri, Al Di Meola, Stanley Clarke, Ramsey Lewis, Stevie Wonder, Madeleine Peyroux


Quinto, la grande capacita’ di Pino Daniele di alternare i brani del suo nuovo disco La Grande Madre con i vecchi successi, di proporre le nuove canzoni attraversando la storia di quelle vecchie, riarrangiate e riproposte con la sua grande maestria alla chitarra, le canzoni la gente, il pubblico, il “suo” pubblico, fatto di adulti e di giovani, conoscono e vogliono cantare, condite con la solita dose massiccia di blues e con qualche sprazzo di jazz.

L’appuntamento con La Grande Madre Tour 2012 vedra’ Pino Daniele in giro per il mondo almeno fino all’inizio dell’estate.


Guarda le foto del concerto al Palapartenope di Napoli