Intervista ad Edea con “Le radici del tempo” il suo nuovo singolo

0
306

Esce “Le radici del tempo”, nuovo singolo della poliedrica artista Edea, sui principali stores digitali e nelle radio in promozione nazionale. “Accoglienza, pace e amore” è lo slogan che vive nel nuovo brano di Edea; la vita di oggi crea distrazione e ci fa dimenticare la bellezza di essere fratelli e sorelle di tutto il mondo. “Let your dreams take flight” recita il brano: è un invito ad aprirsi l’uno verso l’altro, a realizzare insieme anche i desideri più nascosti. Mentre il mondo costruisce muri, la musica viaggia insieme a quelle persone che ancora hanno una speranza nel cuore, creando un’atmosfera tribale e addentrandosi verso l’ignoto. Scopriamo news e curiosità in questa intervista!

Ciao Edea, presentati ai nostri lettori.

Ciao a tutti! Mi chiamo Edea, sono una cantante italo africana, nata a Milano da padre italiano e madre africana (del Mali). Sono però cresciuta a Teramo, in Abruzzo, dove ho mosso i primi passi nel mondo della musica. Spazio tra il pop, il jazz, il soul e il funky, ho sempre cantato in tantissime lingue. Ho diverse esperienze alle spalle: ho quasi raggiunto il palco di Sanremo nel 2009 (con Arisa e Simona Molinari), un album all’attivo (Dall’Africa, uscito nel 2015) e dei singoli realizzati con un paio di etichette discografiche. Ora non vivo più in Italia, nel 2019 mi sono trasferita in Inghilterra, a Derby, una città situata proprio nel cuore della Gran Bretagna.

Perché il titolo “Le radici del tempo”? Cosa si nasconde dietro la canzone?

“Le Radici Del Tempo” è un brano che parla d’ amore, di pace. “ Accoglienza “ è la prima parola alla quale io e Lorenzo Sebastianelli abbiamo pensato mentre lo componevamo, pensando a coloro che lasciano la propria terra, le “radici”, appunto, cercando altrove la loro fortuna. “Let your dreams take flight “, letteralmente “lascia che i tuoi sogni spicchino il volo”, invita a non arrendersi mai, neppure di fronte a ostacoli insormontabili, esattamente quello che fanno queste persone: non abbandonano mai le speranze. La parola “Tempo”? Esattamente perché è lui che aiuta in tutto, a  realizzare i desideri e viaggia, vive, insieme a noi.

Hanno un filo conduttore i brani che hai pubblicato negli anni?

Di certo chi mi segue dagli esordi ricorderà il mio disco, “Dall’ Africa”, il quale sviluppa temi di apertura a differenti culture e a diversi credo. Ho sempre pensato fosse importante lanciare messaggi di speranza e amore, cosa che ho fatto anche ora, attraverso questo mio nuovo singolo.

Un sound che trasuda originalità e personalità, ma anche con molti riferimenti ai grandi del passato, quando la musica rappresentava ancora l’apice dell’espressione umana evolvendo e condizionando l’intera società. Quali i tuoi riferimenti artistici che hanno aiutato la tua ispirazione nella tua musica?

In realtà, credo di non avere molti riferimenti in tal senso! Ti spiego: ogni volta che realizzo un brano lo faccio proprio pensando all’essere più persone possibile, il mio è sempre stato un lavoro incentrato all’ evolvere me stessa, cambiando stili, musicalità, talvolta anche cambiando il modo di cantare. Sono sempre in continua “ sperimentazione “ , diciamo che non mi piace ripetermi! Anche se devo ammettere che sarebbe bellissimo tornare ai tempi il cui la musica aveva davvero il potere di trascinare dietro di sé intere generazioni.

Quali sono i tuoi obiettivi da voler raggiungere? Cosa ti aspetti da questo tuo nuovo percorso artistico e discografico?

Erano un po’ di anni oramai che non tornavo sulla scena discografica con un brano inedito, in molti mi hanno scritto, dicendomi che erano contenti del mio ritorno. Quindi, per ora sono felice di averli accontentati! Oltre a questo, spero che il brano porti davvero un messaggio di pace e d’ amore a chi ne ha bisogno, che rompa ogni barriera, e che accresca le speranze di ognuno di noi.

Artisticamente parlando, rifaresti tutto oppure hai dei rimpianti?

Assolutamente, rifarei tutto! Probabilmente, se tornassi indietro, darei una chance anche a quei progetti che alla fine non ho realizzato, a quelle cose che volevo fare ma che poi non ho fatto, ai lavori che ho scartato. Probabilmente oggi avrei altre esperienze da poter raccontare!

L’ultima parola a te! Lasciaci un messaggio!

Un abbraccio a tutti i lettori, spero che avrete modo di ascoltare “ Le Radici Del Tempo” , e di potervi ritrovare e conoscere sulle mie pagine social ! Cercate @edeaofficial su Facebook, Instagram, YouTube e TikTok!